Premio Tenco 2021
Foto di Dmitry Demidov da Pexels

Premio Tenco 2021: una canzone senza aggettivi

Condividi su
Tempo di lettura: < 1 minuto

Samuele Bersani, Madame, Peppe Voltarelli, Fratelli Mancuso, gli autori Enrico Botta e Dario Faini che con Madame hanno scritto «Voce» e il progetto «Ad esempio a noi piace Rino» sono i vincitori delle Targhe Tenco 2021 che sono state consegnate da giovedì 21 a sabato 23 ottobre al Teatro Ariston di Sanremo.

Sarà un’edizione in cui la musica non avrà più aggettivi, non esisteranno più distinzioni tra canzone bella o brutta, impegnata e commerciale, felice o triste, cadono le differenze tra musica di pura evasione e d’autore.

Nelle parole del responsabile artistico Sergio Secondiano Sacchi la spiegazione del titolo: «Per prendere le distanze da quella che una volta veniva semplicemente definita “musica leggera”, dalla fine degli anni Cinquanta l’uso di genitivi e aggettivi ha sempre condizionato la canzone italiana.

Il Tenco ha quarantanove anni, siamo più duraturi della DDR, è caduto il muro di Berlino è inutile immaginare un mondo immutabile, che vuole ancora fili spinati ideologici e culturali.

Rappresentando obsolete barriere culturali, estetiche e qualitative, certe etichettature e denominazioni di origine incontrollata hanno perso ogni ragione di sopravvivenza.

Non volendo rappresentare un’istituzione che esiste solo per dare patenti di qualità al cantautorato italiano”.

A rappresentare il pensiero di questa edizione ci saranno, infatti, cantautori, autori e interpreti tra i premiati: Fiorella Mannoia, Mogol (per le opere realizzate con Lucio Battisti), Enrico Ruggeri, Stefano Bollani, Vittorio De Scalzi, Paolo Pietrangeli, il premio Tenco Internazionale Marisa Monte e il Premio Tenco operatore culturale Pere Camps.

Non riesco a dimenticare la voce e la storia di Tenco, non riesco a far finta di nulla in questo weekend e non riesco a pensare di non stringere la mano a chi organizza questa missione verso un mondo musicale meraviglioso

Ti può interessare anche > Paolo Bonfanti: il bluesman di casa nostra che dovremmo conoscere meglio

Condividi su
MeRcomm.it | posizionamento _ strategie di brand posizionamento SEO realizzazione siti web e-commerce mercomm social media marketing produzione contenuti pianificazione contenuti gestione e sponsorizzazione contenuti mercomm visibilità _ sponsorizzazioni google ADS affissioni, maxischermi e giornali ufficio stampa mercomm contenuti aziendali produzione contenuti blog shooting foto e video graphic e motion design 2D e 3D Liguria-Day-icona-500x500 LiguriaDay _ quotidiano online di mercomm progetti editoriali

Info Francesco Crisanti

Avatar photo
Docente di lettere e storico dell'arte, ma anche collezionista di dischi, libri e fumetti. Ha pubblicato: "Un capolavoro senza tempo. La Basilica di San Piero a Grado", una guida sull'Abbazia di Borzone oltre ad un testo di narrativa per ragazzi intitolato "Ventitré" e ha un cassetto pieno di nuovi progetti, testi e idee che non vedranno mai la luce o forse sì... ci penseremo domani.

Articoli simili

Tutto quello che devi sapere sul 105 Summer Festival di Genova

È tutto pronto per la nuova edizione del 105 Summer Festival, l’attesissimo concerto firmato Radio …

LiguriaDay