Natale di Roma

Natale di Roma tra storia e leggenda

Condividi su
Tempo di lettura: < 1 minuto

Secondo la leggenda, si narra che Romolo avrebbe fondato la città di Roma il 21 aprile del 753 a.C. Da qui il Natale di Roma, anticamente detto Dies Romana, una festività legata alla fondazione della città di Roma. È in questa data che si fa iniziare la storia della città, e infatti ogni anno in questo stesso giorno si festeggia, attraverso eventi e celebrazioni nella capitale, in cui non mancano spettacoli e sfilate in costume.

Da questa data in poi derivava la cronologia romana, definita infatti con la locuzione latina Ab Urbe condita, ovvero “dalla fondazione della Città“, che contava gli anni a partire da tale presunta fondazione.
L’Imperatore Claudio fu il primo a far celebrare l’anniversario di Roma nel 47, ottocento anni dopo la presunta data della fondazione.

Questa data acquisì un valore pregno di significato, soprattutto per la funzione di propaganda imperiale.

Nella fondazione della Città Eterna si mischiano storia e leggenda.

L’individuazione di questa data si deve al letterato, grammatico, militare e agronomo romano romano vissuto tra il II e il I secolo a.C Marco Terenzio Varrone, che si basò sui calcoli del suo amico Lucio Taruzio Firmano sugli annali repubblicani.

Leggenda narra che Enea, eroe omerico, dopo essere scampato alla guerra di Troia, fondò la città di Albalonga, e sempre secondo quando racconta Tito Livio, i suoi discendenti regnarono per otto secoli. La dinastia terminò con i fratelli Numitore ed Amulio.

Il re Numitore mise al mondo una figlia, Rea Silvia, che congiungendosi col dio Marte mise al mondo due gemelli, Romolo e Remo. Questi scamparono alla persecuzione del perfido Amulio, che aveva usurpato il trono. Leggenda narra che furono allevati da una lupa e dal pastore Faustolo, e una volta diventati adulti uccisero Amulio e restituirono il trono al nonno.

Musei Capitolini la Lupa di Roma
Musei Capitolini foto da Wikipedia

I gemelli decisero di formare una nuova città, ma mentre Romolo ne tracciava i confini, Remo lo sfidò e venne ucciso. Morto Romolo, secondo la tradizione regnarono sette re, furono di più ma ricordati in realtà solo i più importanti. A Romolo successe Numa Pompilio, a cui viene attribuita la riforma del calendario con l’anno di 12 mesi e 365 giorni.

Dalla leggenda alla storia

la data dell’origine di Roma sarebbe stata scelta solo successivamente il 21 aprile e non a caso. Il 21 aprile era infatti il giorno delle feste Palilie nel quale i pastori celebravano l’inizio dell’anno con la purificazione delle greggi, Pales era infatti il dio dei pastori.

L’anno 753 rende la fondazione di Roma coeva a quella di altre colonie greche o fenicie. L’edificazione sul Palatino di una fortificazione quadrata ad opera di Romolo è stata confermata dagli scavi. Che nell’VIII secolo alcuni colli della riva sinistra del Tevere erano effettivamente abitati da villaggi di pastori e agricoltori, è attestato dai fondi di capanne ritrovati dagli archeologi.

Probabile che anche i colli, come i re, furono più di sette. Ma essendo un numero sacro e il quadrato una figura magica, assunsero un grande significato nella costruzione della leggenda. Infine il fondatore Romolo prese il nome da Roma e non viceversa e la leggenda dei fratelli rivali e gemelli corrisponde a miti già visti nella Grecia.

La manifestazione, organizzata dall’Associazione culturale Gruppo Storico Romano, avrà luogo presso il Circo Massimo passando in centro Roma con inizio alle ore 09.00 del 20 aprile e terminerà alle ore 21.00 del 23 aprile 2023.

Sabrina Rinaldi

Ti può interessare leggere anche

Il monumento al Belli, poeta di Roma

Condividi su
MeRcomm.it | posizionamento _ strategie di brand posizionamento SEO realizzazione siti web e-commerce mercomm social media marketing produzione contenuti pianificazione contenuti gestione e sponsorizzazione contenuti mercomm visibilità _ sponsorizzazioni google ADS affissioni, maxischermi e giornali ufficio stampa mercomm contenuti aziendali produzione contenuti blog shooting foto e video graphic e motion design 2D e 3D Liguria-Day-icona-500x500 LiguriaDay _ quotidiano online di mercomm progetti editoriali

Info Sabrina Rinaldi

Avatar photo
Sono nata a Roma, la mia base formativa è in ambito storico-culturale, diplomata in Arti Applicative con diploma di Maestro d’Arte. In seguito alla mia formazione e ad un corso su marketing, organizzazione e sviluppo turistico, ho potuto collaborare con associazioni culturali del territorio. Scrivo sul blog esploraromablog.com. Realizzo percorsi sia a Roma che in altre realtà locali. La mia grande curiosità verso ciò che mi circonda mi ha dato sempre lo spunto di promuovere e raccontare la crescita del territorio e delle aziende, valorizzando le diverse realtà storico-culturali che esprimono la vera essenza della territorialità, indicando: percorsi artistici, culturali, enogastronomici e strutture turistico recettive. Ho anche collaborato con uno Studio d’Arte fino al 2022 per 6 anni, come Esperta in fotografia diagnostica per i Beni Culturali, e come referente Social Media Manager, Web Marketing con gestione e costruzione del sito e dei diversi canali social.

Articoli simili

Appassionati di true crime segnate : Canti di guerra, di Stefano Nazzi

Delle loro storie racconta il giornalista del Post, come solo lui sa fare. Ci riporta …

LiguriaDay