Film Roberto Zanda
Roberzo Zanda, con la moglie e Walter Pilloni

La storia di Roberto Zanda in un film. L’iron man sardo torna a correre

Condividi su
Tempo di lettura: < 1 minuto
Mesi fa, raccontavo proprio qui su Liguria.Today l’incredibile storia di Roberto Zanda, l’ultra maratoneta sardo che tre anni fa ha rischiato la vita in un gravissimo incidente in Canada che gli è costato entrambe le gambe e un braccio.

Una storia che non ha toccato nel profondo solo me, ma tutti quelli che ne sono venuti a conoscenza tanto che, prossimamente, la storia di Roberto Zanda diventerà un film.

Ho conosciuto Roberto Zanda nel corso del mio programma Riambientiamoci su TeleGenova.

La sua storia mi ha immediatamente catturato grazie anche alla lettura del suo libro “La vita oltre“, rimasto tra i 10 più venduti in rete fin dal momento della sua pubblicazione.

Qui Zanda racconta la sua (dis)avventura durante la Yukon Arctic Ultra, un percorso estremo in solitaria di 480 km che si svolge tra le foreste del Canada, dove ci si trova a sfidare temperature diurne e notturne estremamente rigide.

Una storia incredibile di coraggio e voglia di vivere pagata un prezzo molto alto. Ma anche una storia di fede, che si intreccia con esperienze extracorporee che fanno davvero riflettere.

Nel corso della nostra conoscenza, Zanda mi aveva esternato più volte il suo desiderio di riprendere le competizioni avvalendosi del supporto di nuove e speciali protesi al posto delle gambe.

Ho quindi dato vita ad una raccolta fondi intitolata “Aiutiamo Zanda”, a cui hanno partecipato numerosi amici.

Tra questi anche il sindaco di Genova Marco Bucci che, colpito dalla storia dell’ultra maratoneta sardo, ha deciso di aderire all’iniziativa sollecitando tutti gli Ambasciatori di Genova nel mondo a contribuire alla raccolta fondi.

In ulteriore soccorso è giunto anche il centro protesi di Budrio che si è offerta di realizzare le protesi agonistiche di cui Zanda ha bisogno per partecipare alla prossima maratona di ottobre nel deserto dell’Iran.

Come ringraziamento per l’aiuto e il sostegno ricevuto da Genova e da tutti coloro che hanno creduto in lui, durante la prossima gara di triathlon estremo, Roberto porterà con sé, oltre alla bandiera sarda simbolo della sua terra d’origine, anche la bandiera genovese.

Un film su Roberto Zanda.

L’incredibile storia di questo iron man coraggioso non poteva di certo passare inosservata. A breve, infatti, ne uscirà il film che racchiuderà tutti i passaggi di quella terribile esperienza di tre anni fa, del durissimo periodo di riabilitazione e la nuova vita da atleta durante la nuova prova di ottobre in Iran.

Condividi su
MeRcomm.it | posizionamento _ strategie di brand posizionamento SEO realizzazione siti web e-commerce mercomm social media marketing produzione contenuti pianificazione contenuti gestione e sponsorizzazione contenuti mercomm visibilità _ sponsorizzazioni google ADS affissioni, maxischermi e giornali ufficio stampa mercomm contenuti aziendali produzione contenuti blog shooting foto e video graphic e motion design 2D e 3D Liguria-Day-icona-500x500 LiguriaDay _ quotidiano online di mercomm progetti editoriali

Info Walter Pilloni

Avatar photo
Affermato Imprenditore, da anni porta avanti la missione di divulgatore ambientale. Laureato in Giurisprudenza, ha pubblicato centinaia di articoli su clima e ambiente, realizzato 3 libri e un programma tv. Per le sue frequentazioni dei mercati asiatici, è stato nominato Ambasciatore di Genova nel mondo. E' consigliere comunale di VINCE GENOVA.

Articoli simili

Celebrazione della Festa Giapponese di “Midori no hi” nel Parco di Villetta Di Negro: Un’Esperienza Unica tra Natura e Cultura

Una passeggiata insieme, per celebrare la festa giapponese di “Midori no hi” (緑の日, il giorno …

LiguriaDay