Elezioni in Francia

Elezioni in Francia, grande affluenza e vittoria della sinistra

Condividi su
Tempo di lettura: < 1 minuto

Si ferma l’onda nera di Le Pen. A sorpresa la Francia vira a gauche e lo fa con un’affluenza da record. Adesso il rebus del nuovo governo mentre Macron invita alla cautela e vola a Washington per un vertice Nato.

Avanti il centro sinistra con il Nuovo Fronte Popolare con 182 seggi, seconda posizione per Macron con 168 seggi e terzo posto per la destra di Le Pen con Rassemblement National con 143 seggi, ma nessuno dei tre blocchi ha ottenuto la maggioranza assoluta.

“Il Nuovo Fronte Popolare deve governare, i francesi hanno respinto la soluzione peggiore” ha commentato a caldo il leader Mélenchon.

Ottimismo dai centristi di Macron: “Il nostro blocco è vivo” mentre il primo ministro uscente Attal ha ammesso che oggi si sarebbe dimesso. Per la giornata di oggi non è previsto alcun intervento da parte di Macron che domani sarà a Washington per partecipare al vertice della Nato.

Non si scoraggia Le Pen: “la marea cresce, la nostra vittoria è solo rimandata. Ho troppa esperienza per essere delusa da un risultato nel quale noi raddoppiamo il numero di deputati” ha assicurato.

Elezioni in Francia, affluenza da record

Sono state elezioni sentite per i francesi. L’affluenza è stata al 66,7% in aumento rispetto al primo turno che era al 65% ed è il livello più alto per un ballottaggio al secondo turno dal 1997.

Il rebus del nuovo governo

I risultati hanno permesso di aggiudicarsi all’Assemblea Nazionale 182 deputati per Nuovo Fronte Popolare, 168 per la formazione centrista di Macron e 143 per Le Pen (44 in più rispetto all’ultima volta” . Adesso nel mirino la questione se si potrà formare una coalizione coesa per raggiungere i 289 deputati necessari per la maggioranza. Si apre una fase nuova, in cui servirà essere consapevoli e imparare a confrontarsi perché l’Assemblea è divisa. Intanto il primo passo sarà individuare la nuova guida dell’esecutivo e il prossimo appuntamento è fissato per il 18 luglio quando l’Assemblea dovrà riunirsi per votare il nuovo presidente.

Ai risultati delle prime proiezioni moltissimi francesi sono scesi in piazza a festeggiare, tra loro tanti giovani e giovanissimi festosi. A Parigi sono stati in migliaia i manifestanti radunati a Place de la Republique con striscioni di vittoria e contro l’estrema destra. “La Francia è un tessuto di migrazioni”, “Tutti odiano Bardella” “Abbiamo vinto” sono gli slogan che andavano per la maggiore. Soddisfazione e commenti gioiosi anche dai calciatori della Nazionale impegnati all’Europeo tra cui Kounde e Mbappé.

Non sono mancati poi i disordini con la polizia nelle piazze gremite di manifestanti. A Nantes un agente è rimasto ferito al braccio per l’esplosione di una bomba molotov.

Ti può interessare anche:

Sentite le compagne di Spinelli e Signorini sulle fiches di Montecarlo

Condividi su
MeRcomm.it | posizionamento _ strategie di brand posizionamento SEO realizzazione siti web e-commerce mercomm social media marketing produzione contenuti pianificazione contenuti gestione e sponsorizzazione contenuti mercomm visibilità _ sponsorizzazioni google ADS affissioni, maxischermi e giornali ufficio stampa mercomm contenuti aziendali produzione contenuti blog shooting foto e video graphic e motion design 2D e 3D Liguria-Day-icona-500x500 LiguriaDay _ quotidiano online di mercomm progetti editoriali

Info Francesca Galleano

Avatar photo
Francesca Galleano, 25 anni, laureata in Lettere e in Informazione ed Editoria. Appassionata di calcio, cultura, viaggi e fotografia. Caparbia, determinata e responsabile ma anche sognatrice e capace di stare contemporaneamente con i piedi per terra ma la testa tra le nuvole.

Articoli simili

Turismo balneare a rischio: l’allarme arriva alla Meloni

Dopo la sentenza della Corte di Giustizia UE che ha legittimato gli espropri al termine …

LiguriaDay