Laicità di Stato e anticlericalismo

Laicità di Stato e anticlericalismo

Condividi su
Tempo di lettura: < 1 minuto

Parliamo seriamente della questione e iniziamo a trattarla da un presupposto basilare: la laicità dello Stato è un dovere istituzionale ed è un conto, mentre l’anticlericalismo, che è un’ideologia, tutto un altro. 

Giusto è allora garantire e salvaguardare il primo, quanto similmente ma ancora di più snidare il secondo atteggiamento, mettendolo sotto la luce del sole.

La religione non ha nulla a che fare e vedere con la politica e con le ideologie perchè attiene al trascendente e al nutrimento dello spirito.

Ma sono in molti purtroppo anche tra i religiosi ad aver confuso il Cielo con la Terra. Occorre perciò ricordare a tutti che come diceva ai farisei Gesù Cristo: 

“Bisogna dare a Dio quel che è di Dio e a Cesare quel che è di Cesare”

Quanta saggezza e quanta verità? E quanta opera di prevenzione dal caos e dai conflitti si cela in questa parola del Vangelo? 

Si tratta di un chiaro concetto inserito nel contesto di una naturale suddivisione dei due distinti poteri che erroneamente qualcuno in passato e ancora oggi vorrebbe unire in uno solo per appiattirci e schiavizzarci.

Mentre per noi cattolici romani, il Vangelo, così come afferma Papa Francesco: “…Non è di destra o di sinistra: è il Vangelo!È la “lieta novella” che Dio ci ama e ci ha perdonati con il sacrificio di Suo Figlio sulla croce. 

Oltre all’annuncio del compimento delle promesse di Dio ad Abramo nel Primo Testamento che nel Vangelo le conferma, affermando nel contempo che Dio è nostro comune padre e madre e ci ama incondizionatamente, al punto tale da aver dato la vita del Suo “dilettissimo Figlio” per noi, prima ancora di rendercene consapevoli per riavvicinarci a Lui in Terra e per insegnarci a raggiungerlo in Cielo.

Il tutto per consentirci di poter liberamente arrivare a beneficiare alla vita eterna, avendo amato nella vita terrena sia Dio che tutti gli altri fratelli e sorelle nostre indistintamente così come amiamo noi stessi.

“Nessuno ha un amore più grande di questo, dare la propria vita per i suoi amici”

Ed è questo punto il testamento morale, etico e divino lasciato agli Apostoli e per loro tramite a tutti noi di oggi e di sempre dal Cristo, dal Figlio di Davide, dal “Salvatore” e “Redentore” dell’intera umanità, prima di farsi massacrare su quella croce per tutti noi indistintamente, non prima di affermare: 

“Padre, perdona loro perché non lo sanno quello che fanno”

Era o non era questo il messaggio più rivoluzionario tra tutti gli altri già al tempo quanto ancora di più lo è oggigiorno? Un messaggio che se applicassimo nella nostra vita di tutti i giorni ci farebbe vivere in pace senza odi, rancori e timore alcuno. O no? 

Un messaggio molto spesso travisato che è bene ricordare, meditare e contemplare ogni santo giorno se non ci si vuole allontanare fino a smarrirla del tutto dalla conoscenza del senso pieno dell’esistenza umana alla quale il Vangelo ci schiude.

Del resto, sant’Agostino, dottore della Chiesa e illustre filosofo diceva, insegnava: “Ama e fai quel che vuoi”. Mi sembra tutto chiaro, anzi credo che più chiaro di cosi…

Ti può interessare leggere anche

L’individualismo e il narcisismo ci impediscono di progredire

Condividi su
MeRcomm.it | posizionamento _ strategie di brand posizionamento SEO realizzazione siti web e-commerce mercomm social media marketing produzione contenuti pianificazione contenuti gestione e sponsorizzazione contenuti mercomm visibilità _ sponsorizzazioni google ADS affissioni, maxischermi e giornali ufficio stampa mercomm contenuti aziendali produzione contenuti blog shooting foto e video graphic e motion design 2D e 3D Liguria-Day-icona-500x500 LiguriaDay _ quotidiano online di mercomm progetti editoriali

Info Stefano Lesti

Avatar photo
Stefano Lesti, classe 1970, vive e lavora a Roma. Scrittore, giornalista, saggista, poeta e divulgatore storico; dirige giornali e la comunicazione di importanti società sportive nazionali.

Articoli simili

Incidente in elicottero: muore il presidente dell’Iran Raisi

Il presidente iraniano Ebrahim Raisi e il ministro degli Esteri Hossein Amir-Abdollahian sono deceduti in …

LiguriaDay