150 km di piste ciclabili entro il 2025 a Genova

150 km di piste ciclabili entro il 2025 a Genova

Condividi su
Tempo di lettura: < 1 minuto

Farà probabilmente discutere l’annuncio dell’assessore comunale alla Mobilità, Matteo Campora, che commentando «il grande successo registrato dagli 11 bike parking, dalle velostazioni e dai cicloposteggi attivati in punti nevralgici della città» ha promesso di raddoppiare i chilometri di piste ciclabili a Genova entro il 2025.

Un impegno che dovrebbe portare le piste ciclabili nel capoluogo ligure dagli attuali 70 a ben 150 chilometri, con il completamento di diversi progetti già in fase esecutiva. Ne è un esempio la ciclabile in Val Polcevera, che andrà a creare un percorso di 14 chilometri circa per i ciclisti da Pontedecimo fino alla Fiumara e che dovrebbe essere completata entro l’estate. Ma altri progetti sono già in corso d’opera nel Ponente per integrare i tratti già esistenti con la pista ciclabile di via Cornigliano.

Iniziative che devono però essere implementate anche con infrastrutture che permettano ai ciclisti urbani di lasciare in sicurezza e gratuitamente i propri mezzi, come le sei velostazioni create in luoghi strategici e di interscambio della città. Queste strutture in vetro e acciaio si trovano infatti alla stazione Brignole, in piazza Dante, in Darsena, a Pra’, a Cornigliano e a Bolzaneto. Si accede con la tessera di Genova Parcheggi Bicicard (gratuita, lasciando solo 5€ di cauzione).

Alle velostazioni si uniscono le aree di cicloposteggi in tutta la città

La caratteristica che distingue i cicloposteggi è la presenza di stazioni di riparazione. Ciò permette agli utenti di eseguire piccoli lavori di manutenzione sul proprio mezzo, come sistemare la catena, prima di rimettersi in strada.

Recentemente un nuovo cicloposteggio è stato creato in Via Dondero, a pochi metri dal sottopasso che conduce alla stazione ferroviaria di Genova Sampierdarena, che si unisce a quelli già esistenti in Largo Zecca, nel sottopasso di piazza De Ferrari, in vico Boccanegra e in vico Cannone (riservati però ai residenti del centro storico) e quello del Matitone dedicato ai dipendenti degli uffici qui situati.

Anche in questo caso, per l’accesso è necessaria tessera di Genova Parcheggi e l’utilizzo è gratuito; inoltre, la sosta è consentita per 15 giorni. 

La realizzazione di questa rete di locali dedicati al deposito di biciclette è stata possibile anche grazie ai fondi del programma PON Metro 2014-2020 React Eu. In particolare, le due velostazioni di piazza Dante e della Darsena e i bike parking di largo Zecca e De Ferrari rientrano nel Piano Integrato Caruggi per la riqualificazione del centro storico.

«Genova è una città che in questi anni si è proiettata in maniera decisa nella direzione di una nuova forma di mobilità», evidenzia l’assessore Campora, «una mobilità che vuole puntare a forme alternative al trasporto su gomma e che mira a favorire un cambiamento anche culturale»

L’ampliamento delle piste ciclabili a Genova infatti ancora trova molte resistenze nella cittadinanza, soprattutto per alcune situazioni nei tracciati che creano pericolo prima di tutto per gli stessi ciclisti, ma è un cambiamento che potrebbe migliorare in modo sensibile sia il traffico che la qualità dell’aria in città, inducendo sempre più persone a scegliere la mobilità dolce.

Ti potrebbe interessare anche:

Fondi Pnrr: firmato accordo tra l’amministrazione genovese e la Guardia di Finanza

Condividi su
MeRcomm.it | posizionamento _ strategie di brand posizionamento SEO realizzazione siti web e-commerce mercomm social media marketing produzione contenuti pianificazione contenuti gestione e sponsorizzazione contenuti mercomm visibilità _ sponsorizzazioni google ADS affissioni, maxischermi e giornali ufficio stampa mercomm contenuti aziendali produzione contenuti blog shooting foto e video graphic e motion design 2D e 3D Liguria-Day-icona-500x500 LiguriaDay _ quotidiano online di mercomm progetti editoriali

Info Laura Casale

Laureata in Comunicazione professionale e multimediale all'Università di Pavia, Laura Casale (34 anni) scrive su giornali locali genovesi dal 2018. Lettrice accanita e appassionata di sport, ama scrivere del contesto ligure e genovese tenendo d'occhio lo scenario europeo e internazionale.

Articoli simili

Maturità 2024: il punto su date e prove di quest’anno

Maturità 2024: il punto su date e prove di quest’anno

Come ogni anno, migliaia di studenti italiani si preparano ad affrontare l’ultimo grande scoglio prima …

LiguriaDay