Pozzolo sullo sparo alla festa di Capodanno: “La pistola era mia, ma non ho sparato io”

Pozzolo sullo sparo alla festa di Capodanno: “La pistola era mia, ma non ho sparato io”

Condividi su
Tempo di lettura: < 1 minuto

Pozzolo, deputato di FdI (Fratelli d’Italia) sullo sparo partito alla festa di Capodanno: “La pistola era mia, ma non ho sparato io.” Polemica l’opposizione, che richiede a gran voce un intervento della premier Meloni. Fratelli d’Italia: “Assurdo il tentativo di trasformare quanto accaduto in un caso politico per attaccare Fratelli d’Italia.”

Il giallo del colpo partito dalla mini-pistola

Una serata di festeggiamenti in occasione del Capodanno che ha rischiato di finire in tragedia. È successo a Biella, quando il deputato di Fratelli d’Italia Emanuele Pozzolo si è recato alla festa organizzata dal sottosegretario alla giustizia Andrea Delmastro delle Vedove in occasione dell’ultimo dell’anno.

Il deputato sarebbe arrivato alla festa portando con sé una mini-pistola, una North american arms LR22, carica. Di lì a poco, dalla pistola, sarebbe partito un colpo, ferendo il genero di uno degli uomini della scorta di Delmastro. L’uomo, portato subito in ambulanza all’ospedale di Ponderano, è adesso ricoverato con una decina di giorni di prognosi, e pare non aver subito danni gravi. “Confermo che il colpo è partito accidentalmente, ma non sono stato io a sparare”, ha dichiarato Pozzolo.

“Non ero presente”, commenta invece il sottosegretario Delmastro, “Perché ero fuori, nel piazzale, a ritirare alcune borse con dei prodotti alimentari che ci eravamo divisi. Al rientro mi hanno raccontato tutto. Mi sono sincerato che fossero stati chiamati i soccorsi. La mia scorta mi ha consigliato di andare, ma non correvo alcun pericolo e sono rimasto. Per fortuna il ragazzo se l’è cavata con una decina di giorni di prognosi. Ma la vicenda poteva avere un altro risvolto.”

La ricostruzione degli agenti

Secondo le prime ricostruzioni degli agenti, la sindaca di Biella Francesca Dalmastro ha affittato i locali della Pro Loco per lo svolgimento della serata. Il deputato Pozzoli si sarebbe recato alla festa, dove era presente anche il sottosegretario Dalmastro (fratello di Francesca), verso l’1:30.

Giunto alla festa, avrebbe mostrato ai presenti la mini-pistola, che deteneva regolarmente, e di lì a poco sarebbe partito il colpo. Ancora da ricostruire la dinamica di come sia partito lo sparo, definito accidentale, e soprattutto chi abbia sparato.

Gli agenti hanno interrogato subito dopo l’accaduto il deputato, che si è però avvalso dell’immunità parlamentare rispetto al test dello stub, volto a verificare sui suoi vestiti fosse presente della polvere da sparo.

I commenti dell’opposizione, si difende Fratelli d’Italia

Avviati gli accertamenti per stabilire chi abbia sparato il colpo, la procura di Biella dovrà adesso ricostruire l’accaduto. L’opposizione richiede a gran voce un intervento della premier Giorgia Meloni, affinché vengano adottate delle misure contro il deputato, accusato in primis di essersi recato sul luogo di una festa con una pistola carica.

“Questi incapaci sono un pericolo per la sicurezza di quelli che hanno intorno, figurarsi per quella nazionale”, commenta la segretaria del Pd Elly Schlein. “Giorgia Meloni chiarisca subito quali provvedimenti intende prendere nei confronti del deputato Pozzolo di Fratelli d’Italia che va alle feste con la pistola carica in tasca, che finisce per ferire una persona.”

“Ci mancava pure il parlamentare pistolero”, commenta invece il M5S. “Si faccia subito chiarezza su quanto accaduto a Rosazza e sul ferimento di una persona con un colpo partito dalla pistola di un deputato di FdI”. Polemico anche Matteo Renzi, che commenta ironico: “Mentre gli italiani giocano a Risiko il gruppo dirigente di Fratelli d’Italia spara! Ma che ci fanno gli agenti della scorta al cenone? E i parenti degli agenti della scorta? E soprattutto: ma perché portare le pistole alla festa di Capodanno, in presenza di deputati e di membri del governo?”

Si difende Fratelli d’Italia, che con una nota dell’ufficio stampa sottolinea che l’episodio “Non ha alcuna rilevanza politica”. Secondo il partito, l’episodio sarebbe un mero caso di cronaca, a cui unicamente le autorità competenti dovrebbero rispondere. Sempre nella stessa nota, si legge inoltre che sarebbe “Assurdo il tentativo di trasformare quanto accaduto in un caso politico per attaccare Fratelli d’Italia.”

Ti potrebbe interessare anche:

Condividi su
MeRcomm.it | posizionamento _ strategie di brand posizionamento SEO realizzazione siti web e-commerce mercomm social media marketing produzione contenuti pianificazione contenuti gestione e sponsorizzazione contenuti mercomm visibilità _ sponsorizzazioni google ADS affissioni, maxischermi e giornali ufficio stampa mercomm contenuti aziendali produzione contenuti blog shooting foto e video graphic e motion design 2D e 3D Liguria-Day-icona-500x500 LiguriaDay _ quotidiano online di mercomm progetti editoriali

Info Pubblicato da la Redazione

Icona per Giornalisti Pubblicato da la Redazione
La Redazione di LiguriaDay è formata da persone di ogni dove, genere e età, e diversa provenienza culturale e professionale. Un gruppo eterogeneo di professionisti che, per passione e con passione, ogni giorno rendono LiguriaDay, il Vostro quotidiano online.

Articoli simili

Attentato Trump: la direttrice dei servizi segreti sulla graticola (video)

#DonaldTrump, #attentatoButler, #sicurezza, #SecretService, #FBI, Chi era Thomas Crooks «Il mio nome è Thomas Matthew …

LiguriaDay