Genova, nuove regole per un capodanno sicuro

Condividi su
Tempo di lettura: < 1 minuto

Mentre Genova si prepara per salutare il nuovo anno, il Comune ha introdotto importanti misure di sicurezza per garantire che i festeggiamenti si svolgano in un ambiente sicuro e controllato. L’assessore comunale alla Sicurezza, Antonino Gambino, ha annunciato nuove restrizioni che influenzeranno significativamente le tradizioni del Capodanno in città.

Divieto di fuochi d’artificio e mortaretti

La novità più significativa riguarda il divieto totale dell’uso di fuochi d’artificio e mortaretti su tutto il territorio comunale di Genova. Questa misura estesa mira a ridurre i rischi per la sicurezza pubblica e a tutelare l’incolumità dei cittadini. Il provvedimento si applica sia alle aree private che pubbliche, limitando così l’uso di questi materiali tradizionalmente associati ai festeggiamenti del Capodanno.

Limitazioni nell’area del centro

Un’attenzione particolare è stata data all’area del centro, dove si concentreranno i principali festeggiamenti. Per l’evento del Tricapodanno, che attira numerosi partecipanti, saranno introdotte limitazioni specifiche riguardanti non solo il traffico ma anche per quanto riguarda l’uso di vetro e lattine. Queste restrizioni sono finalizzate a prevenire incidenti e a garantire la sicurezza di tutti i partecipanti.

Sanzioni per i trasgressori

Per chi non rispetta queste nuove normative, sono previste sanzioni che possono arrivare fino a 500 euro, oltre al sequestro del materiale vietato. Tuttavia, l’intento del Comune non è solo punitivo ma anche educativo. L’assessore Gambino ha evidenziato una crescente consapevolezza da parte dei cittadini riguardo all’uso responsabile dei fuochi d’artificio, un segnale positivo verso un cambiamento culturale nella comunità.

Altre misure di sicurezza

Oltre al divieto di fuochi d’artificio, il Comune ha implementato altre misure di sicurezza, come l’ordinanza nella zona del luna park a Ponte Parodi, dove sono vietati bottiglie, lattine, spray urticanti e materiali pirotecnici. Queste regole saranno in vigore fino al 14 gennaio 2024. È interessante notare che Genova non è l’unica città ad adottare misure restrittive: anche Sestri Levante, per esempio, ha introdotto un divieto “anti-botti” già dal 23 dicembre.

Un capodanno sicuro e responsabile

Queste misure riflettono l’impegno del Comune di Genova nel garantire un Capodanno sicuro e responsabile per tutti i suoi cittadini e visitatori. Con una combinazione di restrizioni, sanzioni e un approccio educativo, Genova si avvia a festeggiare l’arrivo del nuovo anno in modo rispettoso e consapevole della sicurezza e del benessere di tutti.

Leggi anche: NO ai botti di Capodanno: in dieci anni 3000 feriti e 6 morti, danni a persone, animali e ambiente.

Condividi su
MeRcomm.it | posizionamento _ strategie di brand posizionamento SEO realizzazione siti web e-commerce mercomm social media marketing produzione contenuti pianificazione contenuti gestione e sponsorizzazione contenuti mercomm visibilità _ sponsorizzazioni google ADS affissioni, maxischermi e giornali ufficio stampa mercomm contenuti aziendali produzione contenuti blog shooting foto e video graphic e motion design 2D e 3D Liguria-Day-icona-500x500 LiguriaDay _ quotidiano online di mercomm progetti editoriali

Info Pubblicato da la Redazione

Icona per Giornalisti Pubblicato da la Redazione
La Redazione di LiguriaDay è formata da persone di ogni dove, genere e età, e diversa provenienza culturale e professionale. Un gruppo eterogeneo di professionisti che, per passione e con passione, ogni giorno rendono LiguriaDay, il Vostro quotidiano online.

Articoli simili

28enne muore annegato a Lerici

Annega 28enne, ipotesi malore

Si è appena concluso un weekend drammatico per la Liguria. Dopo la tragica morte del …

LiguriaDay