riqualificazione di begato, appaltata la rigenerazione della diga bianca Riqualificazione Begato, a dicembre partono nuovi cantieri
Rendering di come diventerà l'ex Diga Bianca. Fonte: Studio Zerodieci Architettura

Riqualificazione Begato, a dicembre i nuovi cantieri

Condividi su
Tempo di lettura: < 1 minuto

Partiranno a inizio dicembre i lavori di recupero e riqualificazione energetica degli alloggi di via Cechov 11, che facevano parte dell’ex diga Bianca di Begato, già demolita in larga parte. Ad aggiudicarsi i lavori la ditta C.E.M.A. (Costruzioni Edili Marittime Autostradali) di Chiavari, che ha vinto il bando scaduto l’8 agosto scorso. Questo intervento nello specifico prevede che i 37 alloggi rimasti vengano trasformati in 55 alloggi ad alta efficienza energetica, per un valore complessivo di 4 milioni e 270 mila euro suddiviso in due lotti. Si prevede un cantiere di due anni per questa parte della riqualificazione.

«A questo punto dopo un lungo percorso iniziato ormai diversi anni fa, si comincia a vedere all’orizzonte la conclusione dell’ambizioso progetto della rigenerazione di Begato», commenta il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti. «Entro la fine del 2025 la parte restante della diga bianca cambierà completamente volto e sarà conclusa anche l’altra parte del progetto che riguarda questa area di Genova troppo a lungo dimenticata dalle istituzioni, cioè quello del quartiere Diamante».

La riqualificazione del quartiere di Begato prevede tra le altre cose la costruzione di tre nuove palazzine ad alta efficienza energetica, per un totale di 60 nuovi appartamenti

L’aggiudicazione della gara pubblicata lo scorso 6 ottobre – un finanziamento di 15 milioni di euro stanziati da Regione Liguria tramite il “Programma innovativo nazionale sulla qualità dell’abitare” (Pinqua) – dovrebbe invece avvenire entro gennaio.

Cinque offerte pervenute, con le buste aperte già due settimane fa. Al momento è al lavoro la commissione giudicatrice nominata dalla stazione appaltante di ARTE Genova, che dovrà
valutare la componente tecnica delle varie proposte. A seguire, nel corso del mese di dicembre verrà individuato l’aggiudicatario per l’affidamento della progettazione esecutiva e la realizzazione dell’intervento.

«Un altro grandissimo passo verso una totale riqualificazione di Begato», afferma l’assessore regionale all’Urbanistica Marco Scajola. «Come amministrazione regionale abbiamo creduto fin da subito in un’operazione complessiva coraggiosa, unica a livello nazionale e ogni risultato raggiunto non può che essere fonte di enorme soddisfazione. Diamo avvio al cantiere che trasformerà i 37 alloggi vetusti rimasti in via Cechov in 55 nuovi appartamenti ad alta efficienza energetica. A questo progetto si affiancherà presto quello legato al Pinqua con tre palazzine all’avanguardia per un investimento da 15 milioni di euro. L’obiettivo concreto è quello di terminare questi due maxi interventi entro fine 2025 per avere così, finalmente, un nuovo Begato, moderno, sicuro e senza isolamento sociale».

Dei 60 appartamenti da 60 mq previsti nel progetto di rigenerazione e riqualificazione di Begato, un terzo saranno dedicati all’edilizia residenziale e i rimanenti 40 all’edilizia residenziale pubblica. 

I lavori comprenderanno anche la ristrutturazione della casetta ambientale, luogo di aggregazione sociale nel quartiere, e la creazione di nuovi percorsi nel verde. Si realizzeranno anche un’area di sosta panoramica, un teatro all’aperto sul basamento della vecchia ‘diga rossa’, una nuova casa della Cultura, un centro per le associazioni del quartiere e, infine, una piazza e una nuova stazione dei Carabinieri.

«Quello sulle Dighe di Begato è uno degli interventi di cui siamo più orgogliosi, un’operazione urbanistica di grandissimo valore urbanistico, sviluppato in forte sinergia con Regione Liguria e Arte, ed il cui impatto ambientale e sociale è già diventato un esempio assoluto non solo in Italia», dichiara Pietro Piciocchi, vicesindaco ed assessore a Bilancio e Lavori pubblici con delega all’Edilizia residenziale pubblica del Comune di Genova. «È quindi con estrema soddisfazione che accogliamo l’imminente avvio dei lavori di recupero e riqualificazione energetica degli alloggi di via Cechov 11 che facevano parte dell’ex diga Bianca di Begato. Il loro completamento rappresenterà un premio per i nostri importanti investimenti di risorse, energie e progettualità ma anche un simbolo tangibile l’ennesima sfida vinta dalla nostra città ancora una volta capace di trasformare un quartiere degradato in un modello virtuoso di vivibilità e di rigenerazione urbana».

«Nel complesso», conclude Giovanni Toti, «si tratta di un progetto di rigenerazione urbana unico nel suo genere a livello nazionale, nato da un’idea coraggiosa: abbattere le ‘dighe’ e lasciarsi alle spalle un modello di residenzialità che aveva mostrato molti limiti. In questo modo rendiamo realtà un progetto dall’elevato valore non solo urbanistico, ma anche sociale e ambientale».

C.S.

Ti potrebbe interessare anche:

Lighting for Genoa, s’illuminano due piazze del centro storico

Condividi su
MeRcomm.it | posizionamento _ strategie di brand posizionamento SEO realizzazione siti web e-commerce mercomm social media marketing produzione contenuti pianificazione contenuti gestione e sponsorizzazione contenuti mercomm visibilità _ sponsorizzazioni google ADS affissioni, maxischermi e giornali ufficio stampa mercomm contenuti aziendali produzione contenuti blog shooting foto e video graphic e motion design 2D e 3D Liguria-Day-icona-500x500 LiguriaDay _ quotidiano online di mercomm progetti editoriali

Info La Redazione

La redazione di LiguriaToday
La Redazione di LiguriaDay è formata da persone di ogni dove, genere e età, e diversa provenienza culturale e professionale. Un gruppo eterogeneo e colorato di professionisti che, per passione e con passione, ogni giorno rendono LiguriaDay, il Vostro quotidiano online.

Articoli simili

A fuoco il palazzo della Fondazione Renzo Piano

A fuoco il palazzo della Fondazione Renzo Piano

Nella notte si è sviluppato un incendio nello stabile che ospita anche la Fondazione Renzo Piano …

LiguriaDay