Watefront Mall

Waterfront Mall svelato il progetto, scoppia la polemica dei commercianti “una nuova Fiumara”

Condividi su
Tempo di lettura: < 1 minuto

Polemiche dopo aver svelato i dettagli del progetto del futuro centro commerciale inglobato nel Waterfront di Levante: “un’altra Fiumara” dicono i commercianti che temono per il futuro economico delle proprie attività. La replica di Bucci “sarà un luogo di sport e di vendita di articoli sportivi”.

Monta la rabbia dei commercianti in vista del nuovo centro commerciale che sarà inglobato nella rigenerazione urbana del Waterfront di Levante e i cui dettagli del progetto sono stati svelati proprio negli scorsi giorni.

Una rabbia dettata da paure e preoccupazioni per il futuro economico dei negozi del centro cittadino: un nuovo colosso commerciale potrebbe infatti mettere in seria difficoltà i piccoli commercianti, senza contare che la zona della Foce è già stata mutilata dalla chiusura di numerose attività.

Sul progetto ci sono sempre state però le rassicurazioni del sindaco Bucci, che tendeva a descrivere il futuro centro come un distretto tematico dello sport e della nautica. Tuttavia i numeri delle società Nhood, Realia e Master Retail – che gestiranno la struttura – sembrano preannunciare ben altro con 121 negozi, 674 posti auto, 19 bar e ristoranti, supermercati e tre medie superfici, per quanto riguarda lo sport invece resterà confinato al centro del palazzetto che potrà contenere fino a 5 mila spettatori.

Waterfront Mall: la rabbia di Ascom Confcommercio

Da qui i dubbi dei commercianti:

Questo centro commerciale sottrarrà flussi al centro tradizione di Genova, cioè via XX Settembre e San Vincenzo. Auspicavamo si creasse qualcosa di un certo livello. Non siamo contro a prescindere – dice il vicepresidente vicario di Ascom Confcommercio Oscar Cattaneo – ma non vogliamo che questo progetto vada a scapito delle nostre aziende. Una città per essere sostenibile e inclusiva deve mantenere un equilibrio ma mi sembra che ci stiamo sbilanciando fortemente verso un certo tipo di commercio. Ci era stata rappresentata un’operazione – continua Cattaneo – che avrebbe creato attrazione per eventi e concerti, invece l’impressione è che sia un centro commerciale tipo la Fiumara. Ci sarà anche la possibilità di parcheggio, ulteriore fattore di attrazione. Questi centri di aggregazione diventano anche luoghi in cui passarsi le domeniche e appesantiscono il traffico. Così chiudono i negozi sotto casa e i cittadini diventano anche più dipendenti dalle auto. Noi riteniamo che si debba seguire un diverso modello di riqualificazione” ha concluso Cattaneo.

Waterfront Mall: il sindaco Bucci risponde alle accuse

Pronta la replica del sindaco Bucci che ha invitato gli scettici a ricredersi sulla natura del progetto:

“Non bisogna confondere la superficie totale con quella commerciale. Bisogna imparare a leggere i numeri, che sono esattamente quelli che abbiamo sempre detto e poi non si tratta di un centro commerciale ma di negozi specifici per chi fa attività sportiva. Il Palasport farà sport e i negozi serviranno per poter acquistare articoli sportivi. Mi sembra tutta una polemica gratuita, gli argomenti devono essere costruttivi, infangare le cose belle non serve a nulla“.

Restano però i dubbi e le paure dei commercianti

Tuttavia persistono i dubbi degli oppositori, anche nei confronti di un Palasport che dovrebbe portare ad un innalzamento di livello di qualità ma che invece non potrà accogliere più di 5 mila persone:

Siamo tutti in subbuglio – ha detto Umberto Solferino presidente del Civ di Corso Sardegna non ci aspettavamo questa operazione quando è nata, poi ci è apparso chiaro che sarebbe finita così. Per ogni spazio che si sviluppa in città segue lo stesso fil rouge. Speravamo che il Palasport si potesse recuperare a livello sportivo invece non avrà i requisiti adatti per ospitare eventi di livello. Sarà una seconda Fiumara e la storia si ripete“.

Foto di copertina: Nhood

Ti può interessare anche:

Liguria Pride, festa finale a Genova questo sabato con la grande parata arcobaleno

Condividi su
MeRcomm.it | posizionamento _ strategie di brand posizionamento SEO realizzazione siti web e-commerce mercomm social media marketing produzione contenuti pianificazione contenuti gestione e sponsorizzazione contenuti mercomm visibilità _ sponsorizzazioni google ADS affissioni, maxischermi e giornali ufficio stampa mercomm contenuti aziendali produzione contenuti blog shooting foto e video graphic e motion design 2D e 3D Liguria-Day-icona-500x500 LiguriaDay _ quotidiano online di mercomm progetti editoriali

Info Francesca Galleano

Avatar photo
Francesca Galleano, 25 anni, laureata in Lettere e in Informazione ed Editoria. Appassionata di calcio, cultura, viaggi e fotografia. Caparbia, determinata e responsabile ma anche sognatrice e capace di stare contemporaneamente con i piedi per terra ma la testa tra le nuvole.

Articoli simili

Un Oroscopo da stra’pazzo alle olimpiadi

L’OROSCOPO DA STRA’PAZZO del mese di LUGLIO 2024Amici lettori di Liguria day che seguite le …

LiguriaDay