Serie A: giornata nera per le genovesi. Un punto per lo Spezia a Cagliari
Risultati della prima giornata di Serie A delle squadre liguri

Serie A: giornata nera per le genovesi. Un punto per lo Spezia a Cagliari

Condividi su
Tempo di lettura: 2 minuti

Falsa partenza per le due squadre genovesi in questa prima giornata della Serie A 21/22. Il Grifone di mister Ballardini crolla sotto i colpi dell’Inter a San Siro al termine di una partita complicatissima e sofferta. Il vantaggio nerazzurro arriva dopo 5 minuti e 29 secondi di gioco grazie all’incornata vincente di Milan Škriniar sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Genoa in completa confusione salvato all’11esimo dal nuovo arrivato Sirigu su un tiro insidioso da fuori area di Brozović.

Il raddoppio avversario, però, non si fa attendere. Due minuti più tardi, infatti, Çalhanoğlu scaraventa in buca d’angolo un destro micidiale dalla distanza. E’ 2 a 0 e i genoani non sembrano in grado di tenere il campo. A poco servono le volenterose ma sporadiche incursioni del giovane Kallon disinnescate prontamente da Handanovič. I rossoblù accennano una reazione nel secondo tempo ma l’Inter, dopo diversi miracoli di Sirigu, trova il tris al 73esimo con Arturo Vidal.

L’incubo sembra finito ma, a quattro minuti dalla fine dei tempi regolamentari, Edin Džeko insacca di testa il goal del 4 – 0 capitalizzando al meglio un cross delizioso del cileno autore della terza rete nerazzurra. Il poker del Biscione sancisce la fine dell’incontro ed il Grifone lascia il terreno del Meazza a testa bassa e con tanta delusione.

Mister Ballardini, ad appena la prima giornata di questa Serie A, è già chiamato a compiere un mezzo miracolo. Non c’è infatti tempo per leccarsi le ferite, bensì bisognerà lavorare sodo per preparare la seconda grande sfida del Ferraris contro il Napoli domenica prossima alle 18:30. Rialzare la testa proprio contro i partenopei, in una sfida estremamente sentita in città, non sarà facile ma una nuova sconfitta renderebbe ancora più complicata la stagione del Genoa.

Mancò la fortuna, non l’onore!

Stecca l’esordio in Serie A anche la nuova Sampdoria di Roberto D’Aversa. Nella serata di ieri, lunedì 23 agosto, i blucerchiati hanno sfidato il Milan perdendo 1 – 0 dopo una brutta disattenzione del portiere Audero. Partita subito giocata ad alta intensità dei rossoneri che al 4 minuto provano a sbloccarla con il sinistro ravvicinato di Rafael Leão deviato magistralmente dal portiere doriano.

La parità dura poco ed il vantaggio dei milanisti arriva all’8′ con Brahim Diaz che raccoglie il cross di Calabria e batte a rete approfittando di un pasticcio dell’estremo difensore su un tiro non imparabile. La Sampdoria, però, cerca subito di rimediare guidata da uno scatenato Damsgaard che, al 12esimo, manca di poco il pallone dell’1 – 1 sugli sviluppi di un’azione di Candreva.

L’attacco blucerchiato continua e al sedicesimo Gabbiadini trova la porta su punizione da distanza siderale. Attento però il portiere rossonero che devia in angolo. Sugli sviluppi del corner il pallone arriva sui piedi del gioiello danese che al volo serve Colley con un tiro-passaggio basso. Il gambiano prova a sorprendere l’estremo difensore avversario di tacco ma Maignan si fa trovare pronto con un grandissimo riflesso.

Tante occasioni in una serata storta

La partita si infiamma e al 25′ Krunić divora il raddoppio del Milan da pochi passi dopo una respinta di Audero sul missile dalla distanza di Theo Hernández. Nella ripresa la Samp continua ad inseguire il pareggio sfiorando la rete con Gabbiadini al 52esimo. Un altro miracolo del portiere francese, però, salva i rossoneri. Al minuto 86, Verre vanifica una chiara occasione lisciando il trio-cross di Candreva sugli sviluppi di un’azione confusa guidata dall’asse Damsgaard – Murru sulla sinistra.

Nel terzo dei quattro minuti di recupero assegnati dall’arbitro, la formazione ospite va vicinissima al 2 – 0 con il gran destro a giro di Ante Rebić che finisce di poco al lato della porta della Sampdoria. Il tiro del croato è, di fatto, l’ultima occasione della partita e la squadra di Pioli conquista 3 punti fondamentali e sudati su un campo difficile come il Ferraris contro una grande ma sfortunata Sampdoria.

I blucerchiati dovranno riprendersi in fretta da questa delusione per prepararsi al meglio alla sfida di domenica, sempre alle 18:30, contro il Sassuolo in trasferta. Mister D’Aversa dovrà correggere gli errori visti durante la partita di ieri sera ma potrà partire sicuramente dai tanti spunti positivi visti specialmente dal giovane talento Mikkel Damsgaard e da veterani come Antonio Candreva.

Sfiora l’impresa lo Spezia nella prima di Serie A

Inizia nel migliore dei modi la partita dello Spezia a Cagliari con il goal, al sesto minuto di gioco, di Emmanuel Gyasi. Il talento italo-ghanese insacca alle spalle di Cragno un rasoterra imparabile da fuori area. I sardi, però, reagiscono con orgoglio e al 23′ Walukiewicz sbaglia clamorosamente il goal del pareggio da distanza ravvicinata dopo la disattenzione di Zoet. I padroni di casa incalzano ed in varie occasioni il portiere degli aquilotti si fa trovare pronto e salva il risultato.

L’olandese, infatti, al 42esimo respinge in corner un destro a giro insidioso di João Pedro da fuori area con un grande colpo di reni. Il secondo tempo, però, vede gli spezzini di mister Motta portarsi sul 2 – 0 grazie al blitz in area di Bastoni che ribadisce in rete l’assist preciso del nuovo arrivato Kelvin Amian. Quattro minuti più tardi, però, il bomber brasiliano del Cagliari trascina i suoi accorciando le distanze con un gran destro dalla distanza.

Sono minuti di pura follia calcistica che vedono i Sardi guadagnare un calcio di rigore al sessantacinquesimo e rimontare i liguri sempre con João Pedro. Per il capitano del Casteddu si tratta della prima doppietta in questa Serie A. L’attaccante di Ipatinga è inarrestabile e sfiora una tripletta pazzesca al minuto 75. Il portiere spezzino, però, è attento e compie un vero e proprio miracolo che tiene a galla i compagni di squadra.

Il prossimo avversario sarà la Lazio di Sarri

Nei minuti di recupero lo Spezia si riaffaccia nuovamente nell’area avversaria non riuscendo però a finalizzare al meglio. La sfida dell’Unipol Domus termina dunque sul 2 – 2. Entrambe le squadre tornano negli spogliatoi con la consapevolezza di aver dato spettacolo durante i due tempi regolamentari. Per gli aquilotti il tempo per recuperare prima dell’incontro di sabato contro la Lazio all’Olimpico è poco ma molti aspetti visti oggi in campo lasciano ben sperare ed accendono le speranze dei tifosi.

Maggiore compattezza e bravura nel gestire il risultato gioverebbe alla squadra di Thiago Motta che, al secondo anno in Serie A, spera di continuare a sorprendere. La partita contro i biancocelesti non sarà semplice, specialmente a Roma, ma il gruppo è unito e pronto per ribaltare tutti i pronostici. La magia del campionato è tornata e non resta che aspettare il prossimo fine settimana per nuove entusiasmanti appuntamenti di grande calcio.

Alessandro Gargiulo

Condividi su
MeRcomm.it | posizionamento _ strategie di brand posizionamento SEO realizzazione siti web e-commerce mercomm social media marketing produzione contenuti pianificazione contenuti gestione e sponsorizzazione contenuti mercomm visibilità _ sponsorizzazioni google ADS affissioni, maxischermi e giornali ufficio stampa mercomm contenuti aziendali produzione contenuti blog shooting foto e video graphic e motion design 2D e 3D Liguria-Day-icona-500x500 LiguriaDay _ quotidiano online di mercomm progetti editoriali

Info Alessandro Gargiulo

Avatar photo
Anacaprese trapiantato prima ad Udine e poi a Genova, coltivo la passione per la scrittura e il giornalismo fin da piccolo. Come un vero e proprio girovago, sono giunto in città per frequentare il corso di Informazione ed Editoria ed inseguire il mio sogno. Autentico malato di calcio, ho la fortuna di poter raccontare lo sport su LiguriaDay. Mix vincente tra Cannavacciuolo e Adani, spero in una carriera in cui potermi occupare soprattutto di calcio femminile.

Articoli simili

Attentato Trump: la direttrice dei servizi segreti sulla graticola (video)

#DonaldTrump, #attentatoButler, #sicurezza, #SecretService, #FBI, Chi era Thomas Crooks «Il mio nome è Thomas Matthew …

LiguriaDay