Sinner si arrende ad Alcaraz in cinque set Djokovic si ritira, Sinner diventa automaticamente primo del mondo ATP Roland Garros, Sinner rimonta Moutet e va ai quarti di finale

Sinner si arrende ad Alcaraz in cinque set

Condividi su
Tempo di lettura: < 1 minuto

A sorpresa, dopo un’estenuante partita di oltre 4 ore, il sogno azzurro di 4 finali al Roland Garros si ferma quando Jannik Sinner deve cedere il passo a Carlos Alcaraz. Un avversario di tutto rispetto lo spagnolo attualmente numero 3 del ranking mondiale (e il più giovane a diventare per un breve periodo il primatista ATP, nel 2022, a soli 19 anni).

Una partita lunga e sofferta, sotto il sole parigino, chiusa alla fine per 3 set a 2 per Alcaraz. Eppure l’inizio era promettente, con il primo set portato a casa da Sinner abbastanza in scioltezza (addirittura un brillante 4-0 a favore dell’altoatesino, prima chiudere sul 6-2). Tra i numeri della partita notevoli, il servizio più veloce di Sinner ha raggiunto i 219 chilometri orari (e in media la sua prima palla ha tenuto i 198 km/h).

Alcaraz ribatte e prova a variare il gioco, pasticcia un po’ e va sotto sotto break anche nel secondo set, ma ritrova la lucidità e pareggia nel secondo parziale per 3-6. Jannik ha problemi in campo, continua a scivolare sulla terra rossa, in particolare cercando di rispondere al servizio infuocato dello spagnolo.

A più di un’ora e mezza dall’inizio della partita, Sinner comincia a soffrire il caldo e la stanchezza nel terzo set. Comincia a commettere errori, concede dei doppi falli, tuttavia si ritrova e chiude in 55 minuti il terzo set sul 6-3.

Sinner non riesce a conquistare il quarto set e perde lucidità contro Alcaraz

Fatale, per il tennista altoatesino, è il quarto set: dopo tre ore di gioco, il caldo si fa sentire anche sugli spalti, quando sul 4-4 uno spettatore si sente male, interrompendo il gioco per qualche minuto.

Anche in campo qualcosa non va: Sinner, che nel parziale precedente aveva accusato dei crampi alle dita, non riesce a tenere il ritmo dello spagnolo. Alcaraz sa che deve vincere il quarto set per riportarsi in partita e giocarsi il tutto per tutto, e fa vedere il meglio del suo tennis. Veloce, talentoso e reattivo, l’atleta della Murcia incanta in campo e chiude il set per 4-6.

Jannik Sinner ci prova fino all’ultimo anche nel quinto set, ma si arrende in circa quaranta minuti di gioco, esausto e stremato dalla partita. Alcaraz ne approfitta e sigilla il risultato con un 3-6 pulito.

«Se guardiamo il lato positivo, ho compiuto un passo avanti su questa superficie», dice Sinner, che nonostante la sconfitta di oggi da lunedì 10 giugno sarà ufficialmente il primo del mondo. «Ora vediamo le Olimpiadi che per me sono molto importanti. Vediamo come va».

Non solo Sinner: tutti gli azzurri in finale al Roland Garros

Se ai tifosi del tennis italiano più o meno sfegatati di certo dispiace di non vedere l’altoatesino a contendersi il titolo a Parigi, ci sono ben 3 finali in cui si può sperare di ascoltare l’inno di Mameli.

Il calendario delle partite conclusive degli Open di Parigi da non perdere:

  • Sabato 8 giugno alle ore 15:00 Jasmine Paolini prova a ripetere l’impresa di Francesca Schiavone, sfidando la numero 1 del mondo WTA Iga Swiatek.
  • Sempre domani 8 giugno alle 16:15 Simone Bolelli e Andrea Vavassori entreranno in campo contro la coppia Croazia/El Salvador composta da Mate Pavic e Marcelo Arevalo
  • La finale del doppio femminile si disputerà invece domenica 9 giugno, orario ancora da definire: di nuovo Jasmine Paolini insieme a Sara Errani giocheranno con la statunitense Coco Gauff e Katerina Siniakova, della Repubblica Ceca.

Ti potrebbe interessare anche:

Non solo Sinner, il miglior Roland Garros di sempre per l’Italia

Condividi su
MeRcomm.it | posizionamento _ strategie di brand posizionamento SEO realizzazione siti web e-commerce mercomm social media marketing produzione contenuti pianificazione contenuti gestione e sponsorizzazione contenuti mercomm visibilità _ sponsorizzazioni google ADS affissioni, maxischermi e giornali ufficio stampa mercomm contenuti aziendali produzione contenuti blog shooting foto e video graphic e motion design 2D e 3D Liguria-Day-icona-500x500 LiguriaDay _ quotidiano online di mercomm progetti editoriali

Info Laura Casale

Laureata in Comunicazione professionale e multimediale all'Università di Pavia, Laura Casale (34 anni) scrive su giornali locali genovesi dal 2018. Lettrice accanita e appassionata di sport, ama scrivere del contesto ligure e genovese tenendo d'occhio lo scenario europeo e internazionale.

Articoli simili

Agroalimentare Liguria Fiera New York

Agroalimentare, la Liguria presente alla fiera a New York

Fino al 25 giugno le eccellenze della regione alla più grande fiera del comparto agroalimentare …

LiguriaDay