14 giugno 2024, giornata mondiale del Donatore di sangue

14 giugno 2024, giornata mondiale del Donatore di sangue

Condividi su
Tempo di lettura: < 1 minuto

Donare il sangue è un piccolo gesto che può salvare una vita: per questo motivo il 14 giugno si celebra in tutto il mondo la Giornata mondiale del Donatore di sangue, nell’anniversario della nascita di Karl Landsteiner, scopritore dei gruppi sanguigni e co-scopritore del fattore Rh.

Per l’occasione Fidas Genova organizza una manifestazione che si svolgerà per l’intera giornata di venerdì 14 giugno 2024 in Piazza De Ferrari, davanti il Palazzo della Regione. L’evento ha un doppio obiettivo: ringraziare i donatori che quotidianamente assicurano il fabbisogno trasfusionale e contemporaneamente sensibilizzare chi non ha mai donato ma che è idoneo per poterlo fare.

A sostegno dell’evento di Fidas, inoltre, in serata la fontana di Piazza De Ferrari si colorerà di rosso e giallo, i colori che simboleggiano rispettivamente la donazione sangue e quella di plasma.

La donazione di sangue richiede un impegno di circa un’ora tra gli accertamenti dell’anamnesi e il prelievo vero e proprio. È un tipo di solidarietà prezioso tutto l’anno, ma che in estate diventa fondamentale, visto l’aumentare di incidenti sulle strade (+12% rispetto ai mesi freddi, stando ai dati del 2022).

Chi può diventare donatore di sangue

In generale, tutte le persone in buona salute di età compresa fra 18 e 65 anni, possono donare il sangue e il plasma. Chi è già donatore può proseguire la carriera donazione fino a 70 anni, dopo valutazione medica. Indicativamente le donne possono donare due volte l’anno, mentre gli uomini quattro.

Presentandosi a un punto di raccolta come quello che sarà approntato in Piazza De Ferrari venerdì 14 giugno, il personale Fidas verificherà l’identità e lo stato di salute con un questionario che serve a verificare i requisiti, con particolare attenzione a cambiamenti recenti nella vita quotidiana che potrebbero pregiudicare la donazione (es. operazioni odontoiatriche o chirurgiche, tatuaggi e piercing fatti di recente, viaggi all’estero in zone dove sono presenti particolari malattie infettive, assunzione di antibiotici o farmaci, nuovi partner sessuali ecc).

Saranno controllate anche la pressione e l’emoglobina da un medico, in un colloquio per valutare le condizioni di salute del donatore, prima di procedere al prelievo.

Chi decide di donare il sangue, riceverà le analisi svolte sia per controllare lo stato di salute del donatore sia per ricercare eventuali malattie. Con un gesto di solidarietà quindi si riceveranno i principali esami generali (come la glicemia e il controllo dei trigliceridi e del colesterolo, sia totale che HDL) e alcuni specifici per malattie come il virus dell’epatite C, l’HIV e altre malattie infettive.

Ciò permetterà sia di scartare eventuali sacche dall’iter trasfusionale, sia di allertare il donatore delle sue condizioni di salute, qualora non ne fosse informato prima della donazione.

Per maggiori informazioni sulla donazione di sangue, rimandiamo al sito di Fidas Genova.

Ti potrebbe interessare anche:

Centro trasfusioni: tra allarmismi, smentite e reali disagi

Condividi su
MeRcomm.it | posizionamento _ strategie di brand posizionamento SEO realizzazione siti web e-commerce mercomm social media marketing produzione contenuti pianificazione contenuti gestione e sponsorizzazione contenuti mercomm visibilità _ sponsorizzazioni google ADS affissioni, maxischermi e giornali ufficio stampa mercomm contenuti aziendali produzione contenuti blog shooting foto e video graphic e motion design 2D e 3D Liguria-Day-icona-500x500 LiguriaDay _ quotidiano online di mercomm progetti editoriali

Info Laura Casale

Laureata in Comunicazione professionale e multimediale all'Università di Pavia, Laura Casale (34 anni) scrive su giornali locali genovesi dal 2018. Lettrice accanita e appassionata di sport, ama scrivere del contesto ligure e genovese tenendo d'occhio lo scenario europeo e internazionale.

Articoli simili

Agroalimentare Liguria Fiera New York

Agroalimentare, la Liguria presente alla fiera a New York

Fino al 25 giugno le eccellenze della regione alla più grande fiera del comparto agroalimentare …

LiguriaDay