Israele si ritira da Gaza Sud. Quali sono i possibili nuovi scenari?
©ANSA

Israele si ritira da Gaza Sud. Quali sono i possibili nuovi scenari?

Condividi su
Tempo di lettura: < 1 minuto

Dopo circa 6 mesi di tensioni e massacri, le truppe di Israele hanno lasciato Gaza Sud dopo averla dichiarata “libera dalle forze di Hamas”. Nello specifico, i quindicimila soldati della 98esima divisione suddivisi nelle brigate Commando, Givati e la Settima, si sono ritirate dall’area meridionale di Wadi Gaza, lasciando sul posto solo la brigata Nahal per sorvegliare il corridoio Netzarim.

Secondo ciò che trapela dai principali esperti di geopolitica internazionale, Israele starebbe così riorganizzando le proprie forze in vista di una drammatica offensiva a Rafah, roccaforte di 4 degli ultimi 6 battaglioni di Hamas. Come già avvertito da esperti e potenti di tutto il mondo, un attacco diretto al confine con l’Egitto porterebbe ad un massacro ancor peggiore di civili che vivono in condizioni disastrose e disumane.

Secondo altri, la ritirata ordinata dai vertici di Tel Aviv sarebbe dovuta ad un serio e imminente rischio di attacco dall’Iran. Il conflitto a Gaza ha infatti provato le truppe israeliane che, in caso di invasione iraniana, si troverebbero a fronteggiare un nemico ben più preparato, equipaggiato e numeroso  dei miliziani di Hamas.

Le altre ipotesi, da una possibile tregua a nuove operazioni militari

E mentre il generale Herzi Halevi continua a ribadire categoricamente che “la guerra non è ancora finita”, sottolineando la determinazione dei suoi uomini nel portare a termine il piano al momento giusto, sembrano diminuire anche le speranze di un cessate il fuoco temporaneo per la giornata di domani, festa di fine Ramadan, e per i tre giorni successivi all’Eid el- Fitr.

Un altro scenario vedrebbe invece la decisione di Israele come un tentativo di ricucire lo strappo con il potente alleato statunitense, dislocando forze fresche anche al confine con il Libano per potenziare le operazioni speciali contro i miliziani di Hezbollah. Nel frattempo, mentre i venti di guerra soffiano sempre più forte sulla Palestina e e sul mondo intero, fonti egiziane rivelano “importanti passi in avanti” in trattative tanto cruciali quanto fragili. Da non sottovalutare è infatti il possibile nuovo ruolo di Hamas nelle trattative in seguito all’aperta minaccia iraniana verso Tel Aviv: in molti hanno infatti paventato il rischio di un dietrofront palestinese per impedire a Israele di ottenere nuovamente il pieno sostegno degli USA.

Ad ogni modo, tutto lascia presagire che i prossimi giorni saranno decisivi non solo per gli equilibri in Medio Oriente ma per l’intero pianeta, con un nuovo incontro previsto al Cairo tra qualche giorno per concordare un eventuale accordo per il rilascio degli ostaggi e una lenta ed estremamente complessa de-escalation tra le parti.

Condividi su
MeRcomm.it | posizionamento _ strategie di brand posizionamento SEO realizzazione siti web e-commerce mercomm social media marketing produzione contenuti pianificazione contenuti gestione e sponsorizzazione contenuti mercomm visibilità _ sponsorizzazioni google ADS affissioni, maxischermi e giornali ufficio stampa mercomm contenuti aziendali produzione contenuti blog shooting foto e video graphic e motion design 2D e 3D Liguria-Day-icona-500x500 LiguriaDay _ quotidiano online di mercomm progetti editoriali

Info Alessandro Gargiulo

Avatar photo
Anacaprese trapiantato prima ad Udine e poi a Genova, coltivo la passione per la scrittura e il giornalismo fin da piccolo. Come un vero e proprio girovago, sono giunto in città per frequentare il corso di Informazione ed Editoria ed inseguire il mio sogno. Autentico malato di calcio, ho la fortuna di poter raccontare lo sport su LiguriaDay. Mix vincente tra Cannavacciuolo e Adani, spero in una carriera in cui potermi occupare soprattutto di calcio femminile.

Articoli simili

A scuola con gli animali

“A Scuola con gli Animali”, il nuovo progetto per le scuole liguri

Regione Liguria e Alisa, in collaborazione con l’Associazione Buoncanile ODV, introducono un progetto di zooantropologia …

LiguriaDay