Animali domestici e prevenzione della Leishmaniosi
Fonte: freepik

Animali domestici e prevenzione della Leishmaniosi

Condividi su
Tempo di lettura: < 1 minuto

Negli articoli precedenti abbiamo affrontato il tema della Leishmaniosi e di come riconoscere e trattare questo insidioso problema per i nostri amici animali; l’arma più efficace anche in questo campo è la prevenzione, a partire dalla protezione dell’animale che vive con noi.

«Troppo spesso però», ha evidenziato Marco Melosi, vicepresidente dell’Associazione nazionale medici veterinari italiani (Anmvi), «ci si trova di fronte a casi in cui i proprietari si affidano a metodi ’fai-da-te’ che, il più delle volte, sono inefficaci».

L’uso di collari antipulci o di presìdi non specifici, infatti, non è in grado di garantire al cane un’adeguata protezione, specie nelle zone in cui la diffusione dell’agente patogeno è più ampia, come le località costiere nelle stagioni più calde. «A questo proposito», conclude Melosi, «come rappresentante della categoria, invito tutti i proprietari a rivolgersi con fiducia al veterinario, per poter attuare un’efficace e sicura prevenzione nei confronti di questa infestazione che sta assumendo in Italia un’importanza sempre maggiore».

Premesso questo, le misure di prevenzione sono:

  1. Protezione individuale:
    • Utilizzare repellenti per insetti sulla pelle esposta.
    • Indossare vestitini, specialmente al tramonto e all’alba quando le zanzare sono più attive.
    • Installare zanzariere alle finestre e alle porte, e utilizzare letti a zanzariera per dormire.
  2. Controllo ambientale:
    • Ridurre i luoghi di riproduzione delle zanzare, come stagni d’acqua stagnante, svuotando recipienti che possono raccogliere acqua.
    • Utilizzare insetticidi per eliminare le zanzare nelle aree endemiche.
  3. Protezione degli animali domestici:
    • Utilizzare collari antiparassitari o repellenti specifici per proteggere gli animali domestici dalle zanzare.
    • Evitare che gli animali dormano all’aperto, specialmente nelle zone a rischio.
  4. Esami veterinari regolari:
    • Sottoporre gli animali domestici a controlli regolari per individuare tempestivamente eventuali infezioni da Leishmania, almeno annuali, seguiti dalla vaccinazione.
  5. Educazione sanitaria:
    • Informare la popolazione locale sulle pratiche di prevenzione, sintomi e cure disponibili per la Leishmaniosi.
    • Informare la popolazione locale sulle pratiche di prevenzione, sintomi e cure disponibili per la Leishmaniosi.
    • Promuovere la collaborazione tra comunità, autorità sanitarie e veterinari per implementare misure preventive efficaci.

Per domande, consigli o approfondimenti scrivete a veterinarioscarzi@liguriaday.it 

di Dott. Massimo Scarzi


Ti può interessare leggere anche

Leishmaniosi, come combattere la malattia

Condividi su
MeRcomm.it | posizionamento _ strategie di brand posizionamento SEO realizzazione siti web e-commerce mercomm social media marketing produzione contenuti pianificazione contenuti gestione e sponsorizzazione contenuti mercomm visibilità _ sponsorizzazioni google ADS affissioni, maxischermi e giornali ufficio stampa mercomm contenuti aziendali produzione contenuti blog shooting foto e video graphic e motion design 2D e 3D Liguria-Day-icona-500x500 LiguriaDay _ quotidiano online di mercomm progetti editoriali

Info Pubblicato da la Redazione

Icona per Giornalisti Pubblicato da la Redazione
La Redazione di LiguriaDay è formata da persone di ogni dove, genere e età, e diversa provenienza culturale e professionale. Un gruppo eterogeneo di professionisti che, per passione e con passione, ogni giorno rendono LiguriaDay, il Vostro quotidiano online.

Articoli simili

28enne muore annegato a Lerici

Annega 28enne, ipotesi malore

Si è appena concluso un weekend drammatico per la Liguria. Dopo la tragica morte del …

LiguriaDay