Il Genoa si arrende al Torino al 95'. 1-0 all'Olimpico
Foto: Paola Generali

Il Genoa si arrende al Torino al 95′. 1-0 all’Olimpico

Condividi su
Tempo di lettura: 2 minuti

Il lungo recupero del secondo tempo beffa il Genoa e regala la prima vittoria in campionato al Torino. Grande calore tra le due tifoserie gemellate

Partita dal ritmo lento all’Olimpico tra Genoa e Torino. Il Toro è in cerca della prima gioia in un campionato partito con un pareggio e una sconfitta; sulla panchina una vecchia conoscenza per i tifosi rossoblù, Juric. Il Grifone dal canto suo cerca conferma dopo la vittoria sulla Lazio. 

Prima della partita viene rinnovato il gemellaggio tra le due tifoserie, grazie alla massiccia presenza genoana a Torino. Il settore ospiti omaggia i granata con un coro “Torino è stata e resterà granata”. In risposta, lo stadio intero ha applaudito e ha gridato “Genoa è solo rossoblù” e ha intonato “finché vivrò odierò il blucerchiato perché io l’ho sempre odiato e per sempre l’odierò” sulla musica di Bandiera gialla.

Torino-Genoa, le formazioni

Juric sceglie un 3-4-2-1: la difesa è affidata a Schuurs, Buongiorno e Rodriguez. A centrocampo Bellanova, Tameze, Linetty e Vojvoda. Sulle fasce in attacco Ricci e Vlašić, con Zapata al centro. In porta Milinković-Savić.

Dal canto suo, Gilardino riconferma la formazione schierata anche contro la Lazio, in 4-3-2-1, invertendo soltanto le posizioni di Fredrup e Strootman a centrocampo. Quindi Martinez, poi a difendere Vasquez, Drăgușin, Bani e Sabelli. Davanti Frendrup-Badelj e Strootman, poi in attacco Gudmundsson, Malinovs’kyi e Retegui avanzato al centro.

Fonte: Genoa CFC 

Al fischio d’inizio è il Genoa che prova subito a inventare qualcosa

Dopo i primi minuti di vivacità rossoblù, però, la squadra di Gilardino si chiude in difesa e cerca di sfruttare ogni occasione per ripartire aggressivo. Al 19′ arriva un giallo per Badelj, a cui segue a breve un cartellino anche per Malinovs’kyj pochi minuti dopo. Mentre al 25′ si verifica in area un duro scontro tra Martinez e Zapata: il portiere genoano ha la peggio, intervento dello staff medico.

Gudmundsson prova a sfruttare le verticalizzazioni, ma anche il Torino chiude bene gli spazi e non gli lascia modo di trovare la giocata vincente. Al 42′ Martinez viene di nuovo travolta, da questa volta da Bellanova. Malgrado i duri scontri, il portiere però blocca con facilità un tiro rasoterra di Ricci. Sul finale di primo tempo ammonito anche Zapata. 

Dura più di un quarto d’ora la fase di studio nella prima frazione. Il Torino prova a fare la partita senza trovare un’accelerazione per cambiare ritmo, frenato dall’intelligente occupazione degli spazi con cui oscuriamo le linee di passaggio, nella stessa formazione della vittoria con la Lazio. Giostriamo senza patemi anche la fase di possesso, faticando a innescare il potenziale offensivo e accendere nei sedici metri Retegui e Albert. Siamo compatti in ogni zona e ci muoviamo con i sincronismi dettati da Badelj alla 100ma in rossoblù. Le palle gol rimangono su entrambe le sponde un miraggio per gli attaccanti. Nella retroguardia la linea a 4 funziona da assicurazione sulla vita. Martinez deve intervenire su innocui traversoni e tiri dalla distanza, protetto dalla fisicità dei difensori specializzati nelle respinte. L’incontro resta bloccato fino all’intervallo, nessuno possiede le chiavi per aprirlo.

Fonte: Genoa CFC 

Nella ripresa il Torino prova a imporsi sul Genoa

Già dai primi minuti del secondo tempo, Bellanova e Zapata cercano di rendersi pericolosi, senza però riuscire a concretizzare. I ritmi di gioco si alzano da entrambi i lati. 

Al 58′ iniziano le sostituzioni: per il Genoa entra Thorsby al posto di Strootman e Kutlu – esordio in rossoblù – per Malinovs’kyi. In risposta al 64′ Juric manda in campo Seck (che dopo qualche minuto si becca un’ammonizione per entrata in ritardo su Bani) e Radonjić a sostituire Tameze e Vlašić. 

La situazione rimane comunque in un’equilibrata parità, nel risultato come nel possesso palla. Al ’75 ancora sostituzioni: dentro Ilič per Linetty in granata, Ekuban per Retegui per il Grifone. Il nuovo entrato prova l’azione personale dalla lunga distanza, ma manca lo specchio della porta in maniera eclatante. Sul finale hanno modo di scendere in campo Martín e Hefti per il Genoa mentre il Torino prova ancora a farsi a vedere con Pellegrini. 

Sul lungo recupero però è Radonjić che trova il gol al 95′: il fantasista parte sulla sinistra, batte Hefti e trova la conclusione di potenza che spiazza Martinez. La partita dunque si chiude al 99′ con il Torino che vince 1-0 sul Genoa.

Arrabbiato Gilardino: «Abbiamo perso una gara equilibrata»

«Sono arrabbiato come tutti i ragazzi perché perdiamo una partita dopo aver giocato una buona gara in difesa e creato qualche occasione da rete. Non si può gettare via un punto così nel recupero e questo mi amareggia parecchio», ha dichiarato a fine partita l’allenatore del Genoa ai microfoni di Dazn. «Dovevamo essere più lucidi e concreti nelle ripartenze ma nel complesso questa è stata una gara di grande equilibrio. Ci serve tempo per amalgamare il gruppo e le due settimana di stop ci servono per ricaricarci in vista del prossimo match a Marassi contro il Napoli che cercheremo di affrontare nel migliore dei modi».

Ti potrebbe interessare anche:

Cremonese – Sampdoria 1 a 1, pareggio in rimonta dei blucerchiati

Condividi su
MeRcomm.it | posizionamento _ strategie di brand posizionamento SEO realizzazione siti web e-commerce mercomm social media marketing produzione contenuti pianificazione contenuti gestione e sponsorizzazione contenuti mercomm visibilità _ sponsorizzazioni google ADS affissioni, maxischermi e giornali ufficio stampa mercomm contenuti aziendali produzione contenuti blog shooting foto e video graphic e motion design 2D e 3D Liguria-Day-icona-500x500 LiguriaDay _ quotidiano online di mercomm progetti editoriali

Info Pubblicato da la Redazione

Icona per Giornalisti Pubblicato da la Redazione
La Redazione di LiguriaDay è formata da persone di ogni dove, genere e età, e diversa provenienza culturale e professionale. Un gruppo eterogeneo di professionisti che, per passione e con passione, ogni giorno rendono LiguriaDay, il Vostro quotidiano online.

Articoli simili

28enne muore annegato a Lerici

Annega 28enne, ipotesi malore

Si è appena concluso un weekend drammatico per la Liguria. Dopo la tragica morte del …

LiguriaDay