Mostra fotografica Dorothea Lange
Dorothea Lange

Mostra fotografica “Dorothea Lange. Racconti di vita e lavoro” alla CAMERA di Torino

Condividi su
Tempo di lettura: < 1 minuto

Mostra fotografica Dorothea Lange: gli scatti della celebre fotografa americana del Novecento sbarcano alla CAMERA di Torino.

E’ cominciata il 19 luglio la mostra Dorothea Lange. Racconti di vita e lavoro, composta da 200 immagini e curata dal direttore artistico di CAMERA Torino (Centro Italiano di Fotografia) Walter Guadagnini insieme alla curatrice Monica Poggi.

Al centro i lavori di Dorothea Lange, protagonista indiscussa della fotografia del Novecento i cui lavori si concentrano principalmente sugli anni Trenta e Quaranta del secolo scorso. Sempre in prima linea per documentare eventi epocali di quegli anni che hanno contribuito a cambiare l’assetto economico e sociale degli Stati Uniti.

Mostra fotografica Dorothea Lange: i temi trattati

Le sue fotografie saranno comunque spunto di riflessione per tematiche si avvenute in passato ma ancora attuali nella società contemporanea. Si potranno visionare anche le immagini relative alla grave siccità che colpì gli stati del Sud degli Usa causando un esodo di agricoltori che si spostarono in cerca di una nuova occupazione nelle grandi piantagioni della Central Valley.

Tra i temi trattati quindi la crisi climatica, le migrazioni e le discriminazioni protagoniste degli scatti e dei racconti della fotografa americana.

La mostra sarà visitabile fino all‘8 ottobre con un biglietto di ingresso che partirà dagli 8 euro per gli under ai 12 euro del ticket intero.

Chi era Dorothea Lange

Dorothea Lange nacque nel 1895 in New Jersey e cominciò ad avvicinarsi alla fotografia a partire dal 1915 quando iniziò ad imparare alcune tecniche grazie ai corsi seguiti alla Columbia University. Nel 1919 aprì il suo studio di ritrattistica a San Francisco, un’attività che poi decise di abbandonare nel 1930 per dedicarsi al racconto fotografico degli effetti della Grande Depressione.

Questo suo nuovo scopo la portò in diversi luoghi d’America per documentare sul campo le vicende: tra cui Utah, Arizona e Nevada. Nel 1940 ottenne anche un prezioso riconoscimento, il Guggenheim Memorial Foundation, consegnato a tutti coloro che hanno dimostrato eccellenti capacità creative nelle arti.

All’inizio degli anni Cinquanta invece entrò a far parte della redazione di “Life” e poi si dedicò all’insegnamento presso l’Art Institute di San Francisco.

La sua dipartita avvenne nel 1965 a pochi mesi da una delle sue mostre più importanti, quella che stava organizzando al MoMA di New York.

Foto di copertina: OUTsiders webzine

Ti può interessare anche:

Sagra della “Paella & Sangria” questo weekend a Pieve Ligure: al via le danze da stasera

Condividi su
MeRcomm.it | posizionamento _ strategie di brand posizionamento SEO realizzazione siti web e-commerce mercomm social media marketing produzione contenuti pianificazione contenuti gestione e sponsorizzazione contenuti mercomm visibilità _ sponsorizzazioni google ADS affissioni, maxischermi e giornali ufficio stampa mercomm contenuti aziendali produzione contenuti blog shooting foto e video graphic e motion design 2D e 3D Liguria-Day-icona-500x500 LiguriaDay _ quotidiano online di mercomm progetti editoriali

Info Francesca Galleano

Avatar photo
Francesca Galleano, 25 anni, laureata in Lettere e in Informazione ed Editoria. Appassionata di calcio, cultura, viaggi e fotografia. Caparbia, determinata e responsabile ma anche sognatrice e capace di stare contemporaneamente con i piedi per terra ma la testa tra le nuvole.

Articoli simili

Operazione antidroga Savona

Spacciatore in scooter senza casco: il crimine non paga

GENOVA – Un giovane di 25 anni, pensando forse di dare meno nell’occhio, ha scelto …

LiguriaDay