AI - Intelligenza-artificiale-i-10-lavori-che-verranno-sostituiti-per-primi-1280x720 - www.digitalic.it

INTELLIGENZA ARTIFICIALE IN AZIENDA: ANRA ESAMINA RISCHI ED OPPORTUNITÀ.

Condividi su
Tempo di lettura: 2 minuti

Benvenuti alla nostra rubrica di Comunicazione e Imprese, dove approfondiamo le tendenze e le innovazioni che stanno trasformando il mondo dell’industria e delle organizzazioni aziendali. Oggi condivideremo un comunicato stampa essenziale dalla ANRA (Associazione dei Risk Manager e Responsabili Assicurazioni Aziendali) relativo all’intelligenza artificiale (IA) nel contesto industriale.

Questa analisi, coordinata dalla Dr.ssa Federica Maria Livelli, esamina le molteplici opportunità offerte da questa potente tecnologia, insieme ai rischi e alle sfide che le imprese devono affrontare per gestirla in modo efficace.

Mentre l’IA promette di rivoluzionare i processi produttivi e organizzativi, è indispensabile comprendere il panorama completo di questo campo in rapida evoluzione

www.mercomm.it/servizi

C.S./

Pubblichiamo a seguire la disamina coordinata dalla Dr.ssa Federica Maria Livelli, su luci  e ombre dell’utilizzo dell’intelligenza artificiale in ambito di processi industriali e organizzazioni aziendali.

L’Industria 4.0 si basa sull’automazione, sulla digitalizzazione e sulla connessione in tempo reale dei sistemi di produzione con crescente utilizzo di algoritmi di Intelligenza Artificiale (IA) molteplici sono le sfide ed i rischi da gestire.

IA & Industria 4.0 – OPPORTUNITÀ

Qualità migliore – Le aziende utilizzano modelli di apprendimento automatico per individuare deviazioni dai criteri di progettazione, difetti o problemi di coerenza che una persona normale potrebbe non rilevare. Le tecniche di ML migliorano la qualità del prodotto, riducendo i costi e il tempo dedicato alla garanzia della qualità.

Rapido processo decisionale – Le organizzazioni, grazie ai dispositivi IIoT collegati al cloud computing e alla realtà virtuale o aumentata, possono: fornire informazioni sulle attività industriali; condividere simulazioni e inviare informazioni vitali o rilevanti in tempo reale, indipendentemente dalla posizione. I dati dei sensori aiutano le organizzazioni a: stimare la domanda futura; prendere decisioni di produzione rapide; velocizzare la comunicazione tra produttori e fornitori; aiutare a comprendere il comportamento dei clienti.

Costi operativi inferiori – Molte organizzazioni sono ancora caute nell’investire in IA a causa del notevole impegno di capitale richiesto, pur traendo sempre più vantaggio da spese operative inferiori. Inoltre, la manutenzione predittiva contribuirà a ridurre i tempi di fermo macchina.

Sicurezza – In fabbrica e in qualsiasi edificio o ambiente di lavorazione, si verificano errori e incidenti, ma l’IA e i robot possono quasi eliminare questa propensione e contribuire, in generale, ad aumentare la sicurezza.

Produzione 24 ore su 24, 7 giorni su 7 – I robot possono operare sulla linea di produzione 24 ore su 24, consentendo di aumentare la capacità produttiva e di soddisfare le esigenze dei clienti e rivelarsi più efficaci in molte aree (i.e. catena di montaggio, reparti di prelievo e imballaggio ecc.), riducendo significativamente i tempi di consegna.

Adattamento più rapido ai cambiamenti del mercato – Le applicazioni AI possono: ottimizzare il controllo dell’inventario, la forza lavoro, la disponibilità di materie prime e il consumo di energia; intercettare i cambiamenti del mercato; migliorare le catene di approvvigionamento della produzione. Un’azienda manifatturiera può, quindi, passare da un atteggiamento reattivo a una mentalità strategica e aumentare il proprio vantaggio competitivo.

IA & Industria 4.0 – RISCHI

Elevati costi di implementazione – L’implementazione dell’IA nel settore industriale può essere costosa, specialmente quando si tratta di startup e di piccole imprese, considerando che si dovranno includere anche i costi di manutenzione continua e gli investimenti in termini di cybersecurity.

Mancanza di esperti qualificati – Gli esperti in grado di garantire una programmazione sofisticata di queste tecnologie sono difficili da reperire sul mercato. Pertanto, la mancanza di competenze o di talento può impattare negativamente sul processo di digitalizzazione ed innovazione.

Attacchi informatici e sicurezza dati – I cyber criminali continuano a sviluppare nuove tecniche di attacco. Inoltre, i sistemi che utilizzano l’IA possono essere soggetti ad una maggiore vulnerabilità e la maggiore connessione a sensori IIoT e attuatori ha aumentato la superficie di attacco. Pertanto, le organizzazioni devono essere in grado di proteggere i dati e implementare solide misure di cybersecurity.

Pregiudizio e Discriminazione – I Sistemi di IA vengono addestrati su set di data lake. Ne consegue che, se tali set contengono informazioni distorte o discriminatorie –  Paradigma Garbage In –  Garbage Out (GIGO) – gli algoritmi di IA possono apprendere e perpetuare tali pregiudizi. Pertanto, si tratta di garantire la qualità dei dati utilizzati per ridurre al minimo bias.

Mancanza di trasparenza – Gli algoritmi IA, in particolare quelli basati sul deep learning e sulle reti neurali, possono essere complessi e difficili da interpretare. Si tratta di garantire modelli di IA trasparenti e spiegabili per creare fiducia e garantire un uso etico dell’IA nell’Industria 4.0.

Nuovi modelli di business -Le aziende che adottano l’Industria 4.0, spesso, devono gestire la mancanza di allineamento interno in termini di strategie perseguire. Le tecnologie digitali comportano, inevitabilmente considerare nuovi modelli di business. Pertanto, senza un consenso sulla strategia aziendale, o le persone giuste per guidarla, può essere difficile superare queste sfide interne.

Change Management – Gestire il cambiamento culturale è fondamentale per il successo dell’Industria 4.0, pur rappresentando un potenziale ostacolo. I lavoratori, spesso, sono restii ai cambiamenti e possono essere riluttanti o incapaci di adattarsi. Pertanto, l’organizzazione deve essere in grado di attuare il cambiamento tecnologico e ottenere il buy-in dei dipendenti per il successo del progetto digitale e la leadership dovrà dimostrare il proprio commitment necessario per la trasformazione digitale, anche attraverso una formazione e comunicazione ad hoc.

Conclusioni di Federica Maria Rita Livelli ANRA Board Member/FERMA Digital Committee Member – Business Continuity & Risk Management Consultant – Clusit Scientific Committee Member -BCI Italy Chapter Leader

L’intelligenza artificiale  è destinata a proliferare e le organizzazioni proseguiranno il percorso di conoscenza e consapevolezza delle potenzialità e delle sfide che questa tecnologia comporta, oltre a adoperarsi a gestirne i rischi.

Le autorità di regolamentazione, in primis quelle europee, completeranno la definizione del quadro legislativo – che adotta un approccio basato su sicurezza e resilienza- per affrontare le implicazioni legali ed etiche scaturite da un uso improprio o non corretto dell’ intelligenza artificiale  e che influenzerà il modo con cui le nuove tecnologie saranno costruite, vendute e utilizzate ed inserite nel contesto organizzativo.

Urge garantire una “triangolazione perfetta”, i.e. la calibrata sintesi dell’impiego di Big Data, intelligenza artificiale e  gestione dei rischi quale leva preziosa per garantire un futuro resiliente e sostenibile, facilitando il processo di digitalizzazione ed innovazione in atto.

Si tratta, ancora una volta, di partire dalla conoscenza dei contesti organizzativi per acquisire la consapevolezza dei vantaggi, delle sfide e dei rischi che l’adozione dell’intelligenza artificiale  comporta. Pertanto, oggi più che mai, le organizzazioni non possono prescindere dall’implementazione dei principi di risk management, business continuity e cybersecurity”.

Big Data Technology for Business Finance Analytic Concept. Modern graphic interface shows massive information of business sale report, profit chart and stock market trends analysis on screen monitor.

ANRA | Dal 1972 raggruppa i Risk Manager e i Responsabili delle Assicurazioni Aziendali.

ANRA è l’Associazione dei Risk Manager e Responsabili Assicurazioni Aziendali, si pone come obiettivi:

  • promuovere lo scambio tra i Soci di esperienze e informazioni in materia di gestione di rischi aziendali, management d’impresa, politiche assicurative, definizione e gestione dei contratti di assicurazione;
  • contribuire al progresso ed alla divulgazione delle tecniche di gestione dei rischi, mediante l’organizzazione di corsi di formazione, di aggiornamento professionale e di ogni altra iniziativa appropriata operando anche con Associazioni del settore, sia italiane sia estere, Istituti Assicuratori, Enti, Università, Autorità Pubbliche competenti, brokers e periti, assicuratori e riassicuratori.

ANRA è consapevole delle sfide e delle opportunità che il mercato impone e sa che per affrontarle occorrono decisioni rapide e vincenti. Perseguire l’efficacia e l’efficienza aziendale significa superare le sfide ed individuare le opportunità. È in quest’ottica che l’Associazione ha deciso l’istituzione prima, il conseguimento ed il mantenimento poi di un sistema qualità conforme agli standard internazionali ISO 9001 che permetta di garantire una maggior efficienza interna ed una migliore predisposizione a dimostrare la propria capacità di fornire prodotti che soddisfano i requisiti del cliente e i requisiti cogenti applicabili, ad accrescere la soddisfazione del cliente, affrontare rischi e opportunità associati al suo contesto e ai suoi obiettivi. Il documento Politica della Qualità è disponibile in allegato.

Le attività tramite cui ANRA persegue i propri obiettivi sono:

FORMAZIONE Per contribuire al progresso e alla divulgazione della cultura del Risk e Insurance Management, ANRA organizza corsi di formazione e aggiornamento professionale finalizzati alla preparazione di figure aziendali specifiche. Tutta la formazione ANRA è certificata ISO 9001 e Ferma Rimap, è riconosciuta dall’Ivass e dall’Ordine degli Attuari.

INFORMAZIONE E CULTURA Attraverso il portale www.anra.it e la rivista bimestrale RM News, ANRA garantisce informazione aggiornata, costante e qualificata, per contribuire alla diffusione della cultura d’impresa attraverso la gestione del rischio e delle assicurazioni.

NETWORKING ANRA può contare sul supporto di enti universitari, società di consulenza, analisi e ricerca, compagnie assicurative, broker, società di servizi nell’ambito del rischio d’impresa. Con le loro competenze specifiche, tutti questi attori portano valore aggiunto ai membri dell’Associazione e alle loro imprese.

VITA ASSOCIATIVA I Soci ANRA possono contare su un ricco calendario di convegni e workshop, corsi di formazione, supporto e consulenza, ricerche e contenuti esclusivi, convenzioni e servizi professionali.

Per conoscere tutte le iniziative ed essere aggiornati in tempo reale: anra.it    

Il Presidente ANRA

Carlo Cosimi

Ufficio Stampa:

Tel. 02 58103300 | ufficiostampa@anra.it

Condividi su
MeRcomm.it | posizionamento _ strategie di brand posizionamento SEO realizzazione siti web e-commerce mercomm social media marketing produzione contenuti pianificazione contenuti gestione e sponsorizzazione contenuti mercomm visibilità _ sponsorizzazioni google ADS affissioni, maxischermi e giornali ufficio stampa mercomm contenuti aziendali produzione contenuti blog shooting foto e video graphic e motion design 2D e 3D Liguria-Day-icona-500x500 LiguriaDay _ quotidiano online di mercomm progetti editoriali

Info Staff MeRcomm

MeRcomm Strumenti e Strategie di Comunicazione d'Impresa www.mercomm.it
MeRcomm Strumenti e Strategie di Comunicazione d'Impresa www.mercomm.it

Articoli simili

Rapina in centro storico, arrestati i presunti colpevoli

#rapina, #centrostorico, #genova, #polizziadistato, #criminalità La Polizia di Stato ha arrestato tre giovani, di cui …

LiguriaDay