terzo valico espropri
foto di Commissario Terzo Valico

Terzo Valico, cominciano gli espropri dei residenti: venti famiglie hanno accettato il trasferimento

Condividi su
Tempo di lettura: < 1 minuto

Le prime 20 famiglie proprietarie degli appartamenti tra il torrente Polcevera, il viadotto stradale e il ponte ferroviario di Rivarolo hanno firmato l’accordo bonario per lasciare le proprie abitazioni e trovare una nuova sistemazione, ricevendo in cambio l’erogazione del primo acconto, pari all’80%, dell’indennizzo dovuto loro.

Calogero Mauceri, commissario straordinario del Terzo Valico ha spiegato: “Non si tratta soltanto di eliminare degli edifici che interferiscono con un tracciato di grande rilevanza. Ma qui, oltre a parlare di un’opera importante, parliamo di riqualificazione di linee ferroviarie dismesse, di
trasformazione dell’assetto urbano attraverso la realizzazione di servizi, aree verdi e piste ciclabili
“.

Parole leggermente contrastanti da parte del vice sindaco Pietro Piciocchi. Il primo marzo ha infatti affermato: “Non è ancora possibile avere un progetto completo di Rigenerazione Urbana poiché risulta ancora in fase di discussione e definizione“.

Terzo Valico, via agli espropri dei residenti

Ciò che è certo è che 20 famiglie si sono impegnate ad abbandonare le case di via Ponte Polcevera (civici 3 e 6), via Francesco Campora (civici 1, 1-A e 1-C), via Vicenza 11 e via dei Rubecchi 15. Data massima il 30 giugno 2023.

Questi appartamenti sono all’interno di un raggio di 10 metri dal ponte in ferro che verrà demolito e sostituito da una nuova linea ferroviaria che possa reggere transiti ad alta velocità e capacità. Un viadotto che ogni 24 ore dovrà supportare il transito di 42 treni lunghi fino a 750.

Terzo Valico, il risarcimento per le famiglie espropriate

L’accordo bonario tra RFI e Cociv (Consorzio Collegamenti Integrati Veloci) da una parte e gli abitanti dall’altra, prevede un risarcimento proporzionale alle condizioni degli immobili. Per le abitazioni ristrutturate sono riconosciuti i valori massimi di mercato, per quelli in condizioni peggiori, invece, il rimborso sarà minore.

Qualche proprietario sicuramente con il denaro acquisito potrà comprare una casa più bella e in una zona migliore. Altri invece vivono questa situazione come un vero e proprio sfratto.

E’ la situazione di Dotto, ex ferroviere proveniente da una famiglia di macellai: “Ormai non possiamo più lamentarci: quando cercavamo aiuto, nessuno ci ha risposto. Dall’oggi al domani ci hanno detto di andare via. La casa dove abito, una palazzina a 4 piani, che un tempo era unifamiliare, è stata costruita dal mio quadrisavolo che aveva comprato i terreni dal marchese Pallavicini. Adesso ad 80 anni di età, mi tocca andarmene“.

Il Terzo Valico è un progetto importante per la Regione, ed è un bene che sia stato possibile trovare un accordo con la maggior parte delle famiglie. Restano però ancora alcuni residenti intenzionati a restare nelle proprie abitazioni.

Ti può interessare leggere anche

Traffico container: Italia in crescita del 2,4%, dati in calo nel resto del mondo

Condividi su
MeRcomm.it | posizionamento _ strategie di brand posizionamento SEO realizzazione siti web e-commerce mercomm social media marketing produzione contenuti pianificazione contenuti gestione e sponsorizzazione contenuti mercomm visibilità _ sponsorizzazioni google ADS affissioni, maxischermi e giornali ufficio stampa mercomm contenuti aziendali produzione contenuti blog shooting foto e video graphic e motion design 2D e 3D Liguria-Day-icona-500x500 LiguriaDay _ quotidiano online di mercomm progetti editoriali

Info Pubblicato da la Redazione

Icona per Giornalisti Pubblicato da la Redazione
La Redazione di LiguriaDay è formata da persone di ogni dove, genere e età, e diversa provenienza culturale e professionale. Un gruppo eterogeneo di professionisti che, per passione e con passione, ogni giorno rendono LiguriaDay, il Vostro quotidiano online.

Articoli simili

A scuola con gli animali

“A Scuola con gli Animali”, il nuovo progetto per le scuole liguri

Regione Liguria e Alisa, in collaborazione con l’Associazione Buoncanile ODV, introducono un progetto di zooantropologia …

LiguriaDay