Corteo Friday For Future

Genova, giovani in piazza per il Friday For Future

Condividi su
Tempo di lettura: 2 minuti

Corteo Friday For Future: i giovani scendono in piazza per il clima. L’invito a partecipare per tutti coloro che vogliono cambiare il proprio futuro.

Giovani in piazza per la manifestazione Friday For Future: un appuntamento ormai fisso a livello internazionale per sensibilizzare società e politica sulla delicata questione del riscaldamento globale.

Una mattinata in corteo per il proprio futuro. Una mattinata in cui si lasciano da parte i libri e i banchi di scuola per evidenziare, sottolineare l’urgenza di una risposta a un problema che affligge tutto il pianeta.

“Per un giorno niente compiti, in ballo c’è il futuro” è il coro dei giovani ecologisti che invitano i loro stessi insegnanti a partecipare alla causa.

L’invito è aperto a tutti coloro che abbiano a cuore la tematica, senza bandiere e totalmente apartitico è ciò che fa sapere l’organizzazione Friday For Future (nata nel 2019 e divampata in tutto il mondo con grandi folle nelle piazze)

Corteo Friday For Future: le tematiche

sciopero dei lavoratori delle dogane a genova

Un corteo pacifico partito alle 9 di questa mattina presso via Bersaglieri d’Italia tra la stazione della metro di Principe e la stazione marittima.

Presenti alla manifestazione tutti gli enti ecologisti compresa Extinction Rebellion ma anche associazioni e sindacati, su tutti la Cgil che chiede unità alla politica per contrastare i cambiamenti climatici.

Tante le battaglie portate avanti dal movimento: dall’incentivo dei trasporti pubblici sostenibili all’abbassamento dei costi dell’elettricità, dallo sviluppo delle tecnologie rinnovabili alla riduzione dei consumi energetici e delle emissioni e molto altro si evince dal comunicato lanciato sulla pagina Facebook del Friday For Future genovese:

“E’ necessario quanto prima che i profitti delle grandi aziende del fossile vadano a sostenere i servizi pubblici delle città, i trasporti rinnovabili, sostenibili e capillari. L’obiettivo con politiche adeguate è arrivare all’abbassamento dei costi dell’elettricità, la creazione di posti di lavoro, lo sviluppo delle tecnologie rinnovabili, la promozione di comunità resilienti, il rafforzamento del tessuto sociale, la riduzione dei consumi energetici e delle emissioni”.

Forte la posizione sui trasporti pubblici: Genova ha già strutturato una serie di mezzi pubblici elettrici ed è proprio di questa settimana la firma dell’ordinanza del decreto antismog – entrato in vigore il 1 marzo – che bandisce di fatto i veicoli più inquinanti dalla circolazione in città.

“Intendiamo un potenziamento del trasporto rapido di massa su tutto il territorio nazionale – dicono gli ambientalisti nel comunicato – Si può stimare un fabbisogno aggiuntivo rispetto agli investimenti già previsti, di almeno 650 treni regionali, 180 treni metropolitani e 320 tram. Inoltre andrebbero realizzati o finanziati più di 500 km tra tram e metro.”

Battaglia rivolta anche agli extra profitti delle aziende del fossile che sempre secondo gli ambientalisti:

“dovrebbero essere tassati ed i Sad (sussidi ambientalmente dannosi), cioè i fondi destinati a sovvenzionare le grandi aziende del fossile, devono essere spostati per sopperire ai costi dei servizi pubblici. Nessun nuovo progetto di combustibili fossili dovrebbe essere avviato, invece sono proposte delle vere bombe climatiche: progetti di esplorazione ed estrazione di combustibili fossili capaci di emettere in atmosfera almeno un miliardo di tonnellate di CO2 nell’arco del loro intero ciclo di vita”.

La mattinata:

Circa 300 persone hanno partecipato al corteo, aperto dagli studenti della prima media dell’Istituto comprensivo di Rapallo. Prima tappa di fronte all’Università di Genova in cui alcuni studenti hanno ribadito le motivazioni dello sciopero.

Manifestazione che arriva quindi a piazza della Nunziata e prosegue in via Garibaldi, luogo in cui i manifestanti hanno deciso di sdraiarsi di fronte alla sede del Comune per simulare le conseguenze della crisi climatica.

“Siamo qui per far capire quanto la giustizia climatica sia giustizia sociale perché le scelte climatiche impattano sulle persone, in particolare sui più deboli” dice Alice Maia Corso.

“Siamo di nuovo in piazza a scioperare per il clima – gli fa eco Andrea Cavalleroni di Cittadini Sostenibili – perché le emissioni a livello globale continuano a salire e il sussidio ai combustibili fossili ha raggiunto soglia record. “

Corteo Friday For Future: il battibecco tra Toti e l’associazione

Destinazione del corteo piazza de Ferrari dove si tengono i comizi conclusivi e si compie un’azione dimostrativa colorando l’acqua della fontana di verde. Un’azione che non è piaciuta al governatore Toti che ha scritto sul suo profilo Facebook commentando l’accaduto:

“Cari ragazzi imbrattare la fontana di piazza De Ferrari con 50 litri di vernice aiuta davvero l’ambiente? grazie agli uomini di Aster che sono già al lavoro per ripulire”.

Immediata la risposta dei giovani in piazza che replicano:

“Non erano 50 litri di vernice ma un chilo di sostanza biodegradabile” e aggiungono: “era meno di un kg di fluoresceina sodica che si sarebbe degradata autonomamente nel giro di qualche ora senza bisogno di interventi e di ulteriore spreco d’acqua. Aggiungere ammoniaca come ha fatto Aster non è stata una buona idea”.

Foto di copertina: Friday For Future Genova

Ti può interessare anche:

Wall of Dolls e gli eventi in occasione dell’8 marzo

Condividi su
MeRcomm.it | posizionamento _ strategie di brand posizionamento SEO realizzazione siti web e-commerce mercomm social media marketing produzione contenuti pianificazione contenuti gestione e sponsorizzazione contenuti mercomm visibilità _ sponsorizzazioni google ADS affissioni, maxischermi e giornali ufficio stampa mercomm contenuti aziendali produzione contenuti blog shooting foto e video graphic e motion design 2D e 3D Liguria-Day-icona-500x500 LiguriaDay _ quotidiano online di mercomm progetti editoriali

Info Francesca Galleano

Avatar photo
Francesca Galleano, 25 anni, laureata in Lettere e in Informazione ed Editoria. Appassionata di calcio, cultura, viaggi e fotografia. Caparbia, determinata e responsabile ma anche sognatrice e capace di stare contemporaneamente con i piedi per terra ma la testa tra le nuvole.

Articoli simili

28enne muore annegato a Lerici

Annega 28enne, ipotesi malore

Si è appena concluso un weekend drammatico per la Liguria. Dopo la tragica morte del …

LiguriaDay