sfruttamento lavoratori nautica diporto
Foto di Hands off my tags! Michael Gaida da Pixabay

La Spezia, partiti i servizi contro lo sfruttamento dei lavoratori nella nautica da diporto

Condividi su
Tempo di lettura: < 1 minuto

LA SPEZIA – Avviati i servizi contro lo sfruttamento lavorativo nella nautica da diporto.

Con la comunicazione da parte della Prefettura della Spezia, è stato ufficializzato l’avvio dei servizi per i lavoratori conseguenti il “Protocollo d’intesa per il contrasto a fenomeni di sfruttamento lavorativo e intermediazione illecita di manodopera nel settore della nautica da diporto“.

L’Accordo di attuazione di questo “Protocollo” sottoscritto il 28 aprile da Prefettura della Spezia, Confindustria La Spezia, Autorità di Sistema Portuale del Mar ligure Orientale, Ispettorato Territoriale del Lavoro, Asl n. 5 Spezzino, Inps e Inail territoriali e Organizzazioni Sindacali, entra nella fase operativa con l’avvio di attività formative ritenute strategiche per supportare i lavoratori che operano quotidianamente tra una miriade di adempimenti e un complesso dedalo di disposizioni normative.

Destinatari di tali attività sono sia i dipendenti che all’interno delle aziende appaltanti e appaltatrici si occupano della gestione degli appalti e delle relative attività di verifica, che i dipendenti stranieri delle aziende della filiera, quali soggetti più esposti a potenziali fenomeni di sfruttamento.

Con questo obiettivo, il 12 luglio Confindustria La Spezia e la Direzione Inps avevano organizzato un primo incontro sul Mocoa, la procedura Inps di Monitoraggio di Congruità Occupazionale negli Appalti.

Il 27 ottobre, inoltre, prenderà avvio un ciclo di webinar gratuiti di approfondimento sulle tematiche dell’appalto organizzati da Autorità di Sistema Portuale del Mar Ligure Orientale e Confindustria La Spezia.

I seminari analizzeranno le seguenti tematiche: “L’appalto genuino e le verifiche a cura di Autorità di Sistema Portuale”, “L’appalto illecito” e “Ipotesi di esternalizzazione dell’attività” che saranno affrontate, in qualità di Relatori, dal Dott. Tiziano Rigato di ADSP Mar Ligure Orientale e dall’Avvocato Giuslavorista Maurizio Bachini.

A novembre, invece, verrà avviato un percorso formativo della durata di 4 ore volto a fornire ai lavoratori stranieri operanti all’interno della filiera della nautica da diporto specifiche competenze in tema di “Diritti e doveri dei Lavoratori” e “sicurezza sul lavoro”.

I moduli formativi, al fine di favorire la comprensione dei temi trattati, verranno erogati alla presenza di un mediatore culturale la cui attività sarà finanziata dal Fondo Fami (Fondo Asilo Migrazione e Integrazione) 2014 – 2020 del Ministero dell’Interno.

Tutte le attività formative saranno gestite e certificate da Scuola Edile Spezzina, ente formativo accreditato da Regione Liguria.

Infine – chiosano dalla Prefettura – è di particolare rilievo evidenziare che, nell’ambito degli strumenti concreti volti a favorire un percorso di integrazione dei lavoratori stranieri sul territorio, in provincia della Spezia parte una prima importante sperimentazione di collaborazione pubblico- privato“.

All’interno dei cantieri Baglietto e Sanlorenzo saranno attivati degli sportelli di mediazione culturale rivolti al personale straniero operante nelle ditte della filiera realizzati allo scopo di agevolare la comunicazione tra persone di lingue e culture differenti, fornire assistenza e orientamento ai servizi territoriali, favorire la fruizione dei servizi pubblici.

Le attività saranno finanziate a valere sulle risorse del Progetto “RE.T.I – Rete Territoriale per l’integrazione” che vede come capofila Prefettura della Spezia e come coordinatore delle attività la Cooperativa sociale spezzina Mondo Aperto.

Le attività, coordinate dalla Prefettura della Spezia, “si inseriscono nell’ambito delle iniziative di sensibilizzazione in occasione della Settimana europea della Salute e Sicurezza sul Lavoro”

.

NUNZIO FESTA

Può interessarti leggere anche

La Spezia: le opportunità della transizione energetica in un convegno di Confindustria

Condividi su
MeRcomm.it | posizionamento _ strategie di brand posizionamento SEO realizzazione siti web e-commerce mercomm social media marketing produzione contenuti pianificazione contenuti gestione e sponsorizzazione contenuti mercomm visibilità _ sponsorizzazioni google ADS affissioni, maxischermi e giornali ufficio stampa mercomm contenuti aziendali produzione contenuti blog shooting foto e video graphic e motion design 2D e 3D Liguria-Day-icona-500x500 LiguriaDay _ quotidiano online di mercomm progetti editoriali

Info Nunzio Festa

Avatar photo
Nato a Matera, ha vissuto in Lucania, a Pomarico, poi in Lunigiana e Liguria, adesso vive in Romagna. Giornalista, poeta, scrittore. Collabora con LiguriaDay, L'Eco della Lunigiana, Città della Spezia, La Voce Apuana e d'altri spazi cartacei e telematici, tra i quali Books and other sorrows di Francesca Mazzucato, RadioA, RadioPoetanza e il Bollettino del Centro Lunigianese di Studi Danteschi; tra le altre cose, ha pubblicato articoli, poesie e racconti su diverse giornali, riviste e in varie antologie fra le quali: Focus-In, Liberazione, Mondo Basilicata, Civiltà Appennino, Il Quotidiano del Sud, Il Resto. Per i Quaderni del Bardo ha pubblicato “Matera dei margini. Capitale Europea della Cultura 2019” e “Lucania senza santi. Poesia e narrativa dalla Basilicata”, oltre agli e-book su Scotellaro, Infantino e Mazzarone e sulle origini lucane di Lucio Antonio Vivaldi; più la raccolta poetica “Spariamo ai mandanti”, contenenti note di lettura d'Alessandra Peluso, Giovanna Giolla e Daìta Martinez e la raccolta poetica “Anatomia dello strazzo. D'inciampi e altri sospiri”, prefazione di Francesco Forlani, postfazione di Gisella Blanco e nota di Chiara Evangelista. Ha dato alle stampe per Historica Edizioni “Matera. Vite scavate nella roccia” e “Matera Capitale. Vite scavate nella roccia”; come il saggio pubblicato prima per Malatempora e poi per Terra d'Ulivi “Basilicata. Lucania: terra dei boschi bruciati. Guida critica.”. Più i romanzi brevi, per esempio, “Farina di sole” (Senzapatria) e “Frutta, verdura e anime bollite” (Besa), con prefazione di Marino Magliani e “Il crepuscolo degli idioti (Besa). Per le edizioni Il Foglio letterario, i racconti “Sempre dipingo e mi dipingo” e l'antologia poetica “Biamonti. La felicità dei margini. Dalla Lunigiana più grande del mondo”. Per Arduino Sacco Editore “L'amore ai tempi dell'alta velocità”. Per LietoColle, “Dieci brevissime apparizioni (brevi prose poetiche)”. Tra le altre cose, la poesia per Altrimedia Edizioni del libro “Quello che non vedo” (con note critiche di Franco Arminio, Plinio Perilli, Francesco Forlani, Ivan Fedeli, Giuseppe Panella e Massimo Consoli) e il saggio breve “Dalla terra di Pomarico alla Rivoluzione. Vita di Niccola Fiorentino”. Per Edizioni Efesto, “Chiarimenti della gioia”, libro di poesie con illustrazioni di Pietro Gurrado, note critiche di Gisella Blanco e Davide Pugnana. Per WritersEditor, la biografia romanzata “Le strade della lingua. Vita e mente di Nunzio Gregorio Corso”. Per le Edizioni Ensemble, il libro di poesie “L'impianto stellare dei paesi solari”, con prefazione di Gisella Blanco, postfazione di Davide Pugnana e fotografie di Maria Montano. nunziofesta81@gmail.com.

Articoli simili

28enne muore annegato a Lerici

Annega 28enne, ipotesi malore

Si è appena concluso un weekend drammatico per la Liguria. Dopo la tragica morte del …

LiguriaDay