Costa Azzurra
Principato di Monaco

Oltreconfine, gita di un giorno in Costa Azzurra

Condividi su
Tempo di lettura: < 1 minuto

Facciamo un salto in Francia? Niente di più facile, perché a pochi chilometri dalla nostra riviera Ligure ecco estendersi la Costa Azzurra, meta ideale per una gita.

Vi proponiamo quindi una gita da fare con i bambini più grandicelli a un’oretta di distanza di auto da Sanremo.

La prima tappa della nostra gita in Costa Azzurra sarà Saint Paul del Vence, poi raggiungeremo il borgo medievale di Ezé Village e infine il super mondano Principato di Monaco.

Saint-Paul-de-Vence
Saint Paul de Vence

Prima tappa: Saint Paul de Vence, il paese degli artisti

Saint Paul de Vence si trova a nord di Nizza, e più precisamente alle spalle di Cagnes su Mer. Ci piace perché è un villaggio fortificato amato da artisti e intellettuali e all’interno del quale, tra stradine lastricate e piazzette, ci sono addirittura 60 tra gallerie d’arte e botteghe artigiane.

Da non perdere, soprattutto se siete amanti dell’arte, la Fondation Maeght, un grandissimo spazio espositivo che accoglie opere di arte moderna e contemporanea di artisti del calibro di ChagallGiacomettiBraqueMiròMatisse.

Il labirinto di Mirò è uno degli spazi esterni, progettato dall’artista catalano: tra la vegetazione lussureggiante ci si addentra in un luogo magico popolato di sculture dai materiali più diversi (marmo, bronzo, ceramica…).

Saint Paul de Vence non si può entrare con l’auto (bisogna parcheggiarla fuori, per questo è meglio cercare di arrivare presto).

Questo la rende una meta super sicura per i bambini che possono girarla tranquillamente.

Un consiglio?

Non lasciate Saint Paul de Vence senza prima aver assaggiato il Gelato alla Lavanda!

Èze-Village
Èze Village

Seconda tappa: Èze Village, il borgo super romantico

La seconda località verso cui ci dirigiamo è un altro suggestivo borgo medievale, Èze Village.

Siamo tra Nizza e Montecarlo a 400 metri di altitudine. Da qui si apre un panorama davvero mozzafiato sulla costa. Non per niente Eze è considerato il borgo più romantico della Costa Azzurra. Anche qui le auto non possono entrare ma bisogna lasciarle nei parcheggi fuori dalle mura. Il fatto che sia chiuso al traffico lo rende perfetto per girarlo con i bambini.

Cosa amiamo di più di Èze Village?

Oltre alla sua atmosfera tranquilla in cui il tempo sembra si sia fermato, alle sue casette di pietra e al panorama incredibile, sono 2 le cose che abbiamo amato di più e che vi stra-consigliamo di non perdere:

  • Il Giardino Esotico, che sorge nel punto più panoramico, il cosiddetto Balcon sur l’Azur”. A rendere suggestiva la passeggiata non sono solo le maestose piante grasse provenienti da tutto il mondo, ma anche la vista pazzesca che va dai monti dell’Estérel fino al golfo di Saint-Tropez.
  • Il Sentiero di Nietzsche, che si inerpica nella macchia mediterranea, unendo Èze Village a Èze-Bord-de-Mer.

È un sentiero impegnativo, soprattutto da affrontare in salita nella stagione calda perché ha un dislivello di 600mt, però esplorarlo ci fa capire perché Nietzsche lo avesse percorso molte volte per ritrovare l’armonia con se stesso e con la natura.

Monaco-Jardin-Japonais
Monaco Jardin Japonais

Terza tappa: un inedito Principato di Monaco, tra storia e relax

Eccoci alla volta della terza e ultima tappa della nostra gita in Costa Azzurra: il Principato di Monaco.

A differenza dei paesini che abbiamo visto precedentemente, il Principato di Monaco stona un po’ con i suoi grattacieli e palazzoni costruiti in pochi chilometri quadrati e con il lusso sfacciatamente esibito soprattutto nella zona di Montecarlo.

Infatti non è lì che vogliamo portarvi, ma a scoprire la zona più autentica del principato: La Rocher, ossia la parte vecchia.

Fuori dalla mondanità caotica della zona del porto e arroccata in alto in posizione dominante, vi stupirà regalando un centro pedonale ricco di scorci affascinanti e storia e potrete assistere anche al cambio della guardia al Palazzo Reale.

Aprite bene le orecchie perché potrete anche ascoltare il dialetto monegasco, simile ai nostri dialetti liguri. 

Vi consigliamo di non perdere il mercato delle erbe che si tiene ogni mattina in Places Saint Nicolas e di visitare il quartiere dei Moneghetti, tra meravigliose ville storiche e parco giochi per i bambini.

Una curiosità da non perdere?

Le Jardin Japonais, ossia il giardino giapponese. Un meraviglioso giardino pubblico in pieno stile zen con ponti rossi e giochi d’acqua, ninfee e laghetti con le carpe Koï. Un inaspettato angolo di paradiso per un momento di totale relax.

È tempo di tornare indietro e finalmente domani ci si potrà riposare ma credo che le immagini della gita in Costa Azzurra vi accompagneranno per molto tempo.

Delia _di Riviera dei Bambini

Ti può interessare anche > Mountain bike a Finale Ligure e non solo: tutte le attività da fare nella capitale ligure dell’outdoor

Condividi su
MeRcomm.it | posizionamento _ strategie di brand posizionamento SEO realizzazione siti web e-commerce mercomm social media marketing produzione contenuti pianificazione contenuti gestione e sponsorizzazione contenuti mercomm visibilità _ sponsorizzazioni google ADS affissioni, maxischermi e giornali ufficio stampa mercomm contenuti aziendali produzione contenuti blog shooting foto e video graphic e motion design 2D e 3D Liguria-Day-icona-500x500 LiguriaDay _ quotidiano online di mercomm progetti editoriali

Info Delia | Riviera dei Bambini

Avatar photo
Riviera dei Bambini è un club di strutture turistiche e ricettive della Liguria specializzate nell’ospitalità delle famiglie. Avere dei figli rappresenta un cambio radicale nella vita, da Liguri e genitori abbiamo voluto mettere a servizio degli altri la nostra esperienza.

Articoli simili

Trekking notturni nel Medioevo

Le ‘Giude del Golfo’ & Maria Rosa Marsilio presentano il trekking teatralizzato da Spotorno a …

LiguriaDay