Antiche vie del sale e strade del mare: il progetto vince il bando di Fondazione San Paolo

Antiche vie del sale e strade del mare: il progetto vince il bando di Fondazione San Paolo

Condividi su
Tempo di lettura: < 1 minuto

La valorizzazione dell’ ambiente e delle tradizioni quando va di pari passo con il potenziamento dell’outdoor e dei servizi (hiking, mountain bike, strutture ricettive certificate, guide, negozi di noleggio attrezzature e itinerari ben veicolati…) crea un indotto importante sul territorio: da qui è partito il progetto di promozione territoriale delle Antiche Vie del Sale, un piano di marketing territoriale sviluppato all’interno del progetto “Valore di fare rete”, promosso da Regione e Agenzia in Liguria, che valorizza l’entroterra come meta di turismo sostenibile ed eco-friendly, che oggi presenta il nuovo progetto “Strade del Mare”. 

Proprio grazie al piano di marketing territoriale “Valore di fare rete”, infatti, l’unione di comuni dell’Associazione Antiche Vie del Sale ha potuto partecipare al bando “Territori in luce”, promosso dalla Fondazione Compagnia di San Paolo, vincendolo con il progetto di valorizzazione pluriennale “Strade del Mare”. Il progetto è stato largamente apprezzato, al punto da classificarsi primo assoluto tra le proposte del bando.

Strade del Mare, il nuovo progetto dell’Associazione Antiche Vie del Sale

I comuni partner collaboreranno per sei mesi alla ricostruzione della rete di sentieri storici delle Vie del Sale, creando così non solo una nuova offerta di attività outdoor, ma un’occasione di riscoperta dell’identità e della cultura del territorio. Particolare attenzione sarà rivolta anche all’accessibilità, con la creazione di una sentieristica dedicata alle handbike e con l’organizzazione di incontri di outdoor education.

«Recentemente abbiamo presentato il portale anticheviedelsale.eu che promuove i territori attraversati dalle antiche vie del sale tra l’estremo Ponente e il basso Piemonte ed oggi questo primato tra i bandi di Compagnia di San Paolo non può che renderci orgogliosi», ha spiegato il presidente ad interim Alessandro Piana. «Sono state apprezzate le tracciate opportunità di crescita socio-economiche dei territori, l’implementazione di una vera e propria rete tra realtà delle aree interne e la tematica di collegamento tra i diversi siti ambientali e turistici su un fronte che ha ancora grandi potenzialità di sviluppo».

A ciò si aggiunge anche il target prefissato di utenze che promuove un turismo rispettoso non solo dell’ambiente, ma anche dei sistemi di vita delle comunità. «Ringrazio il presidente delle Antiche Vie del Sale Alessandro Navone, i sindaci dei vari Comuni e Agenzia in Liguria per il grande lavoro da incubatore di DMO (Destination Management Organization)», continua Piana, «sulla promozione territoriale a trecentosessanta gradi delle risorse produttive e ambientali nonché sulle attività messe in campo per favorire una governance integrata che possa essere sempre più autonoma. Questo ulteriore traguardo è la conferma che il marketing territoriale portato avanti con assoluto impegno negli ultimi tre anni sta dando risultati concreti e ricadute economiche reali».

Tra i vincitori liguri anche il brand “Terre del Rossese”, promosso quest’anno da sette comuni, con capofila Dolceacqua

«Il risultato di questa attività, con la vittoria del bando, ci dimostra che siamo sulla strada giusta», dice Alessandro Navone, presidente dell’Associazione Antiche Vie del Sale. «È il segno tangibile del fatto che quando il territorio lavora insieme con lo stesso obiettivo, i successi arrivano e anche in tempi relativamente brevi. Il progetto porta ricchezza sul territorio e permetterà ai trenta comuni dell’associazione di presentarsi sul mercato turistico come destinazione sempre più attraente e competitiva»

«Siamo orgogliosi del fatto che il progetto “Valore di fare rete”, in soli dieci mesi, abbia ricevuto il riconoscimento da parte del bando “Territori di Luce”, a cui hanno partecipato più di 70 comuni italiani», conferma Matteo Garnero, direttore generale di Agenzia in Liguria. «Il trasferimento di competenze in termini di marketing turistico da Agenzia in Liguria ai territori, con un importante lavoro di ascolto e di creazione del prodotto, ha permesso di dare alle aree interessate un valore aggiunto che su cui adesso i comuni interessati potranno lavorare ed investire, all’interno di un circolo virtuoso».

C.S.

Ti potrebbe interessare anche:

I “sentieri a portata di mare”, convenzione con il CAI e Navigazione Golfo dei Poeti

Condividi su
MeRcomm.it | posizionamento _ strategie di brand posizionamento SEO realizzazione siti web e-commerce mercomm social media marketing produzione contenuti pianificazione contenuti gestione e sponsorizzazione contenuti mercomm visibilità _ sponsorizzazioni google ADS affissioni, maxischermi e giornali ufficio stampa mercomm contenuti aziendali produzione contenuti blog shooting foto e video graphic e motion design 2D e 3D Liguria-Day-icona-500x500 LiguriaDay _ quotidiano online di mercomm progetti editoriali

Info La Redazione

La redazione di LiguriaToday
La Redazione di LiguriaDay è formata da persone di ogni dove, genere e età, e diversa provenienza culturale e professionale. Un gruppo eterogeneo e colorato di professionisti che, per passione e con passione, ogni giorno rendono LiguriaDay, il Vostro quotidiano online.

Articoli simili

Turismo balneare a rischio: l’allarme arriva alla Meloni

Dopo la sentenza della Corte di Giustizia UE che ha legittimato gli espropri al termine …

LiguriaDay