Maturità 2024: il punto su date e prove di quest’anno

Maturità 2024: il punto su date e prove di quest’anno

Condividi su
Tempo di lettura: 2 minuti

Come ogni anno, migliaia di studenti italiani si preparano ad affrontare l’ultimo grande scoglio prima della vita da adulti: l’esame di maturità. Secondo le stime, nel 2024 saranno oltre 526mila i ragazzi chiamati questa settimana a sostenere le tre prove finali, di cui circa 266.057 dai Licei, 172.504 da Istituti Tecnici e 87.756 da Istituti Professionali.

La sessione d’esame partirà ufficialmente mercoledì 19 giugno alle 8.30 con la prova scritta di italiano, per poi continuare giovedì 20 giugno con una prova che riguarda una o più discipline caratterizzanti di ciascun indirizzo di studio. Dulcis in fundo, la terza prova (solo per specifici corsi) e il colloquio orale saranno le ultime sfide per tutti gli studenti che in questi giorni d’attesa passeranno le notti sulle noti di Venditti.

Maturità 2024: le prove nel dettaglio

Come detto poco fa, la prima prova scritta in lingua italiana (o nella diversa lingua in cui avviene l’insegnamento) avrà luogo a partire dalle ore 8.30 di mercoledì 19 giugno e avrà una durata massima di 6 ore. Le tracce messe a disposizione dal Ministero per tutti gli indirizzi sono 7 e fanno riferimento ai seguenti ambiti: artistico, letterario, storico, filosofico, scientifico, tecnologico, economico, sociale. L’obiettivo principale di questo elaborato è verificare la capacità di comprensione degli aspetti linguistici, espressivi e logico-argomentativi e la qualità della riflessione critica dei candidati.

Giovedì 20 giugno toccherà invece alla seconda prova, diversa a seconda del corso di studi. Gli studenti del liceo classico, ad esempio, dovranno vedersela con il temutissimo greco, mentre quelli dello Scientifico dovranno sostenere una prova di matematica. Per quanto riguarda invece gli istituti professionali di nuovo ordinamento, la seconda seduta non prenderà in esame singole discipline ma le competenze e i temi fondamentali dell’indirizzo.

In quali casi è prevista la terza prova? 

Il terzo step degli esami di maturità 2024 è fissato per martedì 25 giugno e riguarda gli studenti delle sezioni ESABAC, ESABAC techno, sezioni con opzione internazionale, per le scuole della Regione autonoma Valle d’Aosta e della Provincia autonoma di Bolzano, per le scuole con lingua d’insegnamento slovena e con insegnamento bilingue sloveno/italiano del Friuli Venezia Giulia.

Maturità 2024: la temutissima prova orale

Al termine dei test scritti, studenti e studentesse di tutt’Italia dovranno affrontare l’interrogazione più attesa e temuta dell’anno: la prova orale. La commissione, composta da un presidente esterno, da 3 commissari interni e 3 esterni, valuterà la preparazione e la capacità espositiva dei maturandi in chiave interdisciplinare. In parole povere, i candidati dovranno dimostrare di saper collegare le conoscenze acquisite nel corso del percorso di studio, dando prova del proprio profilo educativo, culturale e professionale.

Come da tradizione, il colloquio inizierà da una domanda iniziale della Commissione d’esame sui temi principali delle diverse discipline indicati nel documento del Consiglio di classe. Durante la prova orale, il maturando esporrà anche la sua esperienza PCTO (percorsi per le competenze trasversali e per l’orientamento) attraverso una relazione breve o una presentazione digitale. In questa fase, fondamentale per l’eventuale proseguimento della formazione di ciascun studente, il candidato avrà l’opportunità di raccontare la propria esperienza in chiave orientativa, collegandola alle proprie scelte future ed evidenziando le discipline e i temi a lui più congeniali.

Curriculum e “capolavoro”

Questa fase cruciale della prova orale e dell’intero esame di maturità 2024 sarà arricchita dall’analisi del Curriculum dello studente, un documento che raccoglie ed espone le attività svolte, le informazioni e le certificazioni conseguite nel corso del percorso di studi. Tale documento, realizzato a partire dall’E-Portfolio orientativo personale introdotto dalle “Linee guida per l’orientamento” potrà poi giocare un ruolo fondamentale nella fase post-diploma, fornendo un quadro dettagliato del profilo di ciascun neodiplomato.

Altro elemento fondamentale, che non dovrebbe però essere oggetto della prova orale, è il cosiddetto “Capolavoro“. Questa particolare sezione dell’E-portfolio, la cui elaborazione è obbligatoria negli ultimi tre anni delle superiori, aiuta gli studenti a conservare i lavori di maggior rilievo realizzati durante ogni anno scolastico. La selezione avviene sotto la supervisione di un docente tutor o di riferimento che supporta i ragazzi nel fondamentale processo di autovalutazione e riflessione critica.

I criteri di valutazione

Dulcis in fundo, il Consiglio di classe valuterà il percorso e le prove d’esame di ogni maturando, procedendo all’assegnazione del punteggio per il credito maturato nell’ultimo triennio di studio. La graduatoria tiene conto anche al comportamento dello studente e prevede un massimo di 40 punti suddivisi in: 12 punti per il terzo anno, 13 per il quarto e 15 per il quinto.

Per quanto riguarda invece il voto finale della Maturità 2024, il valore sarà dunque espresso in centesimi secondo il seguente criterio: un massimo di 40 punti per il credito scolastico, fino a 20 punti per la prima prova scritta, fino a 20 punti per la seconda prova e fino a 20 punti per il colloquio orale. La commissione potrà inoltre attribuire agli studenti fino a 5 punti bonus per merito, con possibilità di lode per chi totalizzerà il punteggio massimo di 100. Il minimo per superare l’esame sarà invece 60/100.

Condividi su
MeRcomm.it | posizionamento _ strategie di brand posizionamento SEO realizzazione siti web e-commerce mercomm social media marketing produzione contenuti pianificazione contenuti gestione e sponsorizzazione contenuti mercomm visibilità _ sponsorizzazioni google ADS affissioni, maxischermi e giornali ufficio stampa mercomm contenuti aziendali produzione contenuti blog shooting foto e video graphic e motion design 2D e 3D Liguria-Day-icona-500x500 LiguriaDay _ quotidiano online di mercomm progetti editoriali

Info Alessandro Gargiulo

Avatar photo
Anacaprese trapiantato prima ad Udine e poi a Genova, coltivo la passione per la scrittura e il giornalismo fin da piccolo. Come un vero e proprio girovago, sono giunto in città per frequentare il corso di Informazione ed Editoria ed inseguire il mio sogno. Autentico malato di calcio, ho la fortuna di poter raccontare lo sport su LiguriaDay. Mix vincente tra Cannavacciuolo e Adani, spero in una carriera in cui potermi occupare soprattutto di calcio femminile.

Articoli simili

Operazione antidroga Savona

Spacciatore in scooter senza casco: il crimine non paga

GENOVA – Un giovane di 25 anni, pensando forse di dare meno nell’occhio, ha scelto …

LiguriaDay