Al Carlo Felice il Movimento delle Agende Rosse incontra gli studenti

Il Movimento delle Agende Rosse incontra gli studenti genovesi

Condividi su
Tempo di lettura: < 1 minuto

Ritorna il consueto appuntamento sul tema del contrasto alle mafie nel quotidiano: lunedì 4 marzo 2024 il movimento delle Agende Rosse incontrerà al Teatro Carlo Felice di Genova gli studenti della Città metropolitana.

Si prospetta anche quest’anno una mattinata intensa e ricca di contenuti. In questa occasione, il Movimento delle Agende Rosse organizza una serie di appuntamenti e incontri con le studentesse e gli studenti della Città Metropolitana di Genova (2.000 giovani coinvolti) per parlare di sicurezza e cultura della legalità, insieme a ospiti e testimonianze autorevoli.

Nel corso dell’evento, moderato da Giuseppe Carbone – Presidente del Movimento delle Agende Rosse Liguria, gruppo “Falcone Borsellino” – e dai Vicepresidenti Simone Botta e Antonino Carbone, si alterneranno interventi, presentazione e letture di libri, oltre che intrattenimento musicale, per un racconto dell’antimafia coniugato all’arte, alle parole, alla cultura e alla musica.

Un racconto capace di rinnovarsi, in quell’esigenza di presidio continuo del valore della memoria e della legalità, da trasmettere alle nuove generazioni

I saluti istituzionali saranno a cura di Mario Mascia Assessore con deleghe all’urbanistica, Demanio Marittimo, Sviluppo economico, Lavoro e rapporti Sindacali, delegato dal Sindaco di Genova e Città Metroplitana Marco Bucci. Parteciperanno anche Gianmarco Medusei, Presidente del Consiglio Regionale; Claudio Orazi, sovrintendente del Teatro Carlo Felice; Alessandro Clavarino, Dirigente USR Liguria e del Magnifico Rettore dell’Università di Genova Federico Delfino.

Gli ospiti previsti nell’incontro tra il Movimento delle Agende Rosse e gli studenti genovesi

  • Salvatore Borsellino, fondatore e Presidente del Movimento delle Agende Rosse;
  • Antonino Di Matteo, sostituto Procuratore Nazionale Antimafia;
  • Aaron Pettinari, Caporedattore Antimafia2000;
  • Roberto Centi, Presidente della Commissione Antimafia della Regione Liguria;
  • Angelo Garavaglia Fragetta, cofondatore del Movimento delle Agende Rosse.

Nel corso dell’evento si terrà anche la presentazione dei libri “Il Colpo di Spugna” e “Il Patto sporco e il silenzio” di Nino Di Matteo e Saverio Lodato e “La ‘ndrangheta stragista” di Aaron Pettinari. Alcuni passaggi ed estratti significativi saranno letti dall’attrice teatrale Silvia Navone.

L’intrattenimento musicale sarà a cura dei C.Road e ci sarà un intermezzo curato dalle sorelle Galimi (Elisa al violino e Sabina al violoncello). Alberto Farnatale, maestro della Banda Musicale “Nostra Signora della Guardia” di Genova Pontedecimo, con la sua tromba, renderà gli onori dovuti ai caduti nella lotta a tutte le mafie.  

«Incontrare gli studenti è parte della missione del Movimento delle Agende Rosse»

«Ringrazio il Teatro Carlo Felice, il Comune di Genova, il Consiglio Regionale, la Città Metropolitana e le istituzioni tutte che credono nella nostra missione, le studentesse e gli studenti con i loro Docenti e Dirigenti», commenta Giuseppe Carbone, Presidente del Movimento Agende Rosse della Liguria. «Missione che è anche e soprattutto quella di andare nelle scuole e trasmettere il messaggio dei servitori dello Stato come i giudici Paolo Borsellino e Giovanni Falcone».

Attraverso giornate come questa, il Movimento delle Agende Rosse tenta di sollecitare lo spirito critico dei giovani, affinché il senso di verità e giustizia sia loro comunicato con le testimonianze di chi sta dedicando la propria vita a questi valori. Che si tratti di Magistrati, Forze dell’Ordine, sopravvissuti, parenti delle vittime cadute nelle terribili stragi o semplici cittadini, la loro esperienza preziosa rende reale e concreto il problema anche alle giovani generazioni.

Una questione che spesso si considera un problema solo del Meridione, ma che esperti e associazioni ricordano essere una battaglia su tutto il piano nazionale, compresa la Liguria, come i recenti report di Libera hanno evidenziato.

Il Movimento delle Agende Rosse continua la lotta di Giovanni Falcone e Paolo Borsellino

Giunto al 15° anno di attività, questo movimento è nato per volontà di Salvatore Borsellino, che sarà presente lunedì prossimo a Genova, chiedendo non solo di continuare il contrasto a tutte le mafie, ma ricordando il mistero dell’agenda del fratello Paolo, scomparsa dalla scena della strage di Via d’Amelio.

«Il “silenzio” non ci appartiene, il fare memoria e la caparbietà nella continua ricerca della verità, anche a distanza di ben 32 anni dalle stragi del 1992, ci aiutano ad andare avanti per dare e ricevere informazione, anche quando alcune sentenze, che rispettiamo ma civilmente discutiamo, ci demoralizzano lasciandoci basiti», continua Carbone. «Crediamo fermamente nell’alto valore della giustizia, anche se in Italia, a volte, la bilancia di Temi (Thémis) non risulta essere sempre equilibrata e la spada a doppio taglio a volte non rappresenta quella dualità che dovrebbe punire i rei e proteggere i giusti e chi subisce ingiustizie». 

Anche a questo scopo iniziative come quella del prossimo 4 marzo per la diffusione della cultura della legalità sono preziosissime.

C.S.

Ti potrebbe interessare anche:

Il Linguaggio della Musica: Tra Trap e Impegno Sociale

Condividi su
MeRcomm.it | posizionamento _ strategie di brand posizionamento SEO realizzazione siti web e-commerce mercomm social media marketing produzione contenuti pianificazione contenuti gestione e sponsorizzazione contenuti mercomm visibilità _ sponsorizzazioni google ADS affissioni, maxischermi e giornali ufficio stampa mercomm contenuti aziendali produzione contenuti blog shooting foto e video graphic e motion design 2D e 3D Liguria-Day-icona-500x500 LiguriaDay _ quotidiano online di mercomm progetti editoriali

Info La Redazione

La redazione di LiguriaToday
La Redazione di LiguriaDay è formata da persone di ogni dove, genere e età, e diversa provenienza culturale e professionale. Un gruppo eterogeneo e colorato di professionisti che, per passione e con passione, ogni giorno rendono LiguriaDay, il Vostro quotidiano online.

Articoli simili

È estate, fa caldo, niente ansia climatica. State all'ombra

È estate, fa caldo, niente eco-ansia. Basta stare all’ombra

#estate, #caldo, #ansiaclimatica, #hikikomori, #ombrello, #storiaombrello, #innovazione, #antichità, Ah, l’estate! Il periodo dell’anno in cui …

LiguriaDay