Gruppo Melpignano
Gruppo Melpignano

Corso di Pizzica e Tamburello del Salento: un medico e la moglie osteopata portano a Savona la cultura pugliese

Condividi su
Tempo di lettura: 2 minuti

A Savona un week end all’insegna della Pizzica

Che cosa succede se Marco Siccardi, medico ginecologo, con la moglie osteopata Cristina Valle vanno in vacanza in Puglia con figlia e cane annessi?

Fanno le vacanze, verrebbe da dire. Certo, ma poichè trattasi di persone molto curiose, non si limitano a visitare luoghi e ad assaggiare specialità culinarie.

Certo che no! Loro desiderano conoscere cultura e tradizioni del luogo, assaporare gusti, suoni e colori.

Soprattutto, desiderano imparare a ballare la pizzica e a suonare il tamburello.

Si mettono così a cercare e per caso, ma loro credono che il caso non esista, trovano il Centro di Cultura Popolare CCP a Melpignano, in provincia di Lecce, nel cuore del Salento.

Ed è proprio in questa cittadina che ogni anno si svolge la Notte della Taranta, il famoso festival di musica popolare che ama contaminarsi con altri linguaggi musicali.

Il Centro propone corsi di musica, danza e canto che nel periodo vacanziero dei nostri amici savonesi non erano però più disponibili.

E allora che cosa fa il Centro? Propone alla famiglia l’esperienza davvero unica di una giornata interamente dedicata a loro e li fa entrare dritti nella storia, nella mitologia e nella ritualità di questa meravigliosa terra.

Pizzica, tarantella, tamburello a cornice: una cultura che si tramanda da generazioni

Salvatore Gervasi – regista, attore ed etnomusicologo – e Mariella Salierno – scenografa – sono due persone generose ed empatiche che li conducono per mano attraverso un viaggio gioioso ed affascinante: la pizzica, la tarantella, il tamburello a cornice.

I “turisti” scoprono in questo modo che non si tratta di semplice spettacolo o folclore, ma di una forma vera e propria di cultura popolare.

Una cultura che si tramanda attraverso le generazioni e che può avere anche una funzione terapeutica poiché permette uno stretto contatto con la natura.

La pizzica valorizza inoltre il femminile, la sensualità e l’amore.

Può essere ballata da soli oppure in coppia – donna-uomo, donna-donna, uomo-uomo- e rappresenta un meraviglioso messaggio di gioia, positività, energia e forza.

La danza della Pizzica
La Pizzica

Ma che cosa è successo una volta terminata la vacanza? E’ successo che il medico e l’osteopata hanno fondato un’associazione di promozione sociale chiamata APS DEHA che si occupa del femminile, e della salute e della prevenzione nelle diverse fasi della vita di una donna.

L’Associazione APS DEHA ospita il corso a Savona

Grazie all’associazione hanno deciso di far venire a Savona Salvatore e Mariella che saranno qui Sabato 2 e Domenica 3 Marzo per condividere questa magnifica esperienza.

Tre gli eventi: Corso di Pizzica e Tamburello del Salento diretto da Salvatore Gervasi e Mariella Salierno; Cerchio Corale, Canti e Ritmi della Terra che Danza; la Pizzica Pizzica.

L’idea-base del Corso è la scoperta delle valenze comunicative del movimento e della memoria gestuale collettiva peraltro ancora viva e presente nelle regioni del Sud Italia.

Si parte dal gioco motorio, che ridona gioia e riequilibra le energie del corpo, offre eutonia e pensieri positivi per arrivare alla danza popolare che avvicina il corpo alle vibrazioni e al ritmo prodotto dagli strumenti musicali.

Il Sud ha un grande patrimonio ancora presente nella cultura e nella memoria gestuale: il Tamburello e la Tarantella, le danze popolari e uno strumento musicale, con tutte le sue piccole ed importanti varianti costruttive.

Non tutti i popoli conservano un patrimonio simile!

Le attività del Laboratorio valorizzeranno la “Pizzica salentina” in tutte le sue varianti: Pizzica Tarantata, Pizzica-Pizzica (Pizzica te festa, Pizzica te core), Pizzica Scherma.

Poi La Pizzica Tarantata metterà i partecipanti a contatto con quel mondo antico in cui il suono e la danza avevano una funzione terapeutica.

La Pizzica-Pizzica per esplorare la ‘festa’ nella sua dimensione collettiva, nelle feste cicliche e stagionali, nelle feste religiose e in quelle private organizzate in casa o in campagna.

Troviamo poi la Pizzica Scherma, una danza tradizionale del Salento nella quale si mima un combattimento con i coltelli usando semplicemente le dita della mano nuda.

Si tratta di un tipo particolare di pizzica eseguito esclusivamente fra uomini che sostituisce il tema ludico con quello della sfida e del combattimento.

Il contatto sarà con l’accompagnamento esclusivo di uno o più tamburelli con o senza sonagli.

L’arte del Tamburello, uno dei più antichi strumenti musicali

I Tamburi a cornice provengono da tante parti del mondo. Sono i confratelli del tamburello – Tamburreddhu – salentino.

Nella sua forma e sulla sua pelle battente si cela la storia di uno dei più antichi

strumenti musicali.

Le esecuzioni ritmiche e sonore offrono a tutti una esperienza unica, in grado di mettere ognuno in contatto con questo patrimonio eccezionale presente nel Salento, nelle regioni del Sud d’Italia, in differenti comunità del Bacino del Mediterraneo e del mondo.

Tutte quelle comunità che lo hanno saputo conservare e valorizzare.

Si parte da qui per conoscere e approfondire la Pizzica del Salento, il mondo

della tarantella. In questo mondo il tamburello è l’artefice delle esecuzioni ritmiche, nel canto, nella musica e nella danza.

Si arriva a studiare le funzionalità, le tipologie, le differenti esecuzioni ritmiche, la storia, la mitologia, le ritualità che i tamburi a cornice hanno accompagnato.

Il corso esalta il valore culturale e didattico di questo antico strumento, si apre

ad un programma di iniziative – corsi, stage, incontri, vacanze studio – di valorizzazione della cultura popolare e di approfondimento dell’entità materiale ed immateriale che il patrimonio musicale e coreutico rappresenta nel Salento.

Corso di Pizzica e Tamburello del Salento
Corso di Pizzica e Tamburello del Salento

Programma del Corso

A cura di Salvatore Gervasi, Regista, Autore, Etnomusicologo e Mariella Salierno, Cantante e Coreografa.

Per info e prenotazioni: chiamare o scrivere su whattsapp a Cristina 3496050431

Sabato 2 marzo – Canti e Ritmi della Terra che Danza

Dalle ore 10 alle ore 13 e dalle ore 14 alle ore 18 Corso di Pizzica e Tamburello del Salento diretto da Salvatore Gervasi, Mariella Salierno e con Letizia Gervasi “Canti e Ritmi della Terra che Danza” contributo 30 euro

Cena presso il Ristorante Bella Recco – Corso Vittorio Veneto 73r – Savona

20 euro, con concerto dopo cena (aperto a tutti e a offerta libera)

Domenica 3 marzo – Danze e Ritmi del Femminile

Dalle ore 10 alle ore 13 Danze e Ritmi del Femminile, corso per sole donne. Contributo 15 euro.

Dove

Il Corso si svolgerà presso i locali di Semplicemente Danza

Galleria F.Pivano 4 Piano Terra centro Polifunzionale Le Officine Savona

Rosella Schiesaro©

Condividi su
MeRcomm.it | posizionamento _ strategie di brand posizionamento SEO realizzazione siti web e-commerce mercomm social media marketing produzione contenuti pianificazione contenuti gestione e sponsorizzazione contenuti mercomm visibilità _ sponsorizzazioni google ADS affissioni, maxischermi e giornali ufficio stampa mercomm contenuti aziendali produzione contenuti blog shooting foto e video graphic e motion design 2D e 3D Liguria-Day-icona-500x500 LiguriaDay _ quotidiano online di mercomm progetti editoriali

Info Rosella Schiesaro

Avatar photo
Nata a Savona, di origini toscane, Rosella Schiesaro ha svolto per più di vent'anni attività di ufficio stampa e relazioni esterne per televisioni, aziende e privati. Cura per LiguriaDay la rubrica Il diario di Tourette dove affronta argomenti di attualità e realizza interviste sotto un personalissimo punto di vista e con uno stile molto diretto e libero. Da sempre appassionata studiosa di Giorgio Caproni, si è laureata con il massimo dei voti con la tesi “Giorgio Caproni: dalla percezione sensoriale del mondo all’estrema solitudine interiore”. In occasione dei centodieci anni dalla nascita del poeta, ci accompagna In viaggio con Giorgio Caproni alla scoperta delle sue poesie più significative attraverso un percorso di lettura assolutamente inedito e coinvolgente.

Articoli simili

Interrogatorio Toti, otto ore per la sua versione dei fatti

Otto ore di interrogatorio, 167 sintetizzate in un verbale di 27 pagine: in questi numeri …

LiguriaDay