I Twins_Porta
I Twins_Porta

I Twins_Porta: bellezza e talento di due super gemelli alla conquista del mondo

Condividi su
Tempo di lettura: 3 minuti

Successo in costante crescita per Niccolò e Matteo Porta

I Twins Porta virali su Tik Tok: con i loro video così ben fatti, accattivanti e mai volgari continuano a conquistare sempre più follower.

Belli sono belli: giovani, alti, biondi, faccia pulita. E poi, sono due gemelli, per di più monozigoti e quindi praticamente identici.

Si sa, il fascino dei gemelli è universalmente riconosciuto, così come molte credenze che li riguardano.

“La cosa più divertente – racconta Niccolò – è che da quando siamo nati la domanda che ci sentiamo rivolgere più di frequente è proprio: ‘Ma voi siete gemelli’?”

Ecco, direi che non c’è nessun dubbio in proposito e vi garantisco che oltre ad essere fisicamente uguali, anche la loro voce è praticamente identica.

E’ stata davvero una bella chiacchierata quella con i Twins_Porta – il loro nome social – e ci tengo a dire che confrontarsi con due ragazzi così giovani e già ben orientati verso il loro futuro, fa ben sperare e smentisce chi condanna senza appello i giovani d’oggi e l’utilizzo dei social.

Niccolò e Matteo oltre a sfilare studiano: quest’anno sono entrambi prossimi alla laurea in Giurisprudenza e in Design della Moda.

Residenti a Reggio Emilia si spostano su Milano per i servizi fotografici e le campagne pubblicitarie.

Ma lasciamo che siano loro a presentarsi e a raccontarci un po’ di più della loro vita.

La domanda è unica, la risposta, nell’ordine, di Niccolò e Matteo, oppure insieme, ok ragazzi? 

Come si svolge una vostra giornata tipo, quando non siete impegnati negli studi fotografici? 

Niccolò: mi sveglio intorno alle otto, poi faccio colazione e mi preparo per andare in palestra.

Tre volte alla settimana mi dedico a stretching e yoga.

Penso poi allo studio: tutti i giorni almeno tre ore, al mattino e riprendo subito dopo pranzo.

E poi, naturalmente, vado a farmi un giro per negozi.

Appuntamento fisso ogni sera con Matteo per guardarci un film: siamo veri e propri cinefili.

Matteo: Io devo svegliarmi prima per prendere il treno: studio all’Università di Bologna e quattro giorni alla settimana faccio avanti e indietro. Quando non ho lezioni giro con i miei amici: Bologna è una città veramente fantastica.

Torno a casa la sera verso le sette, in tempo per dedicarmi alla mia skin care quotidiana e per fare serata con Niccolò con un bel film.

I Twins_Porta
I Twins_Porta

Dato che siete cinefili avrete senza dubbio un cult movie, quale?

Niccolò: senza dubbio Morte a Venezia di Luchino Visconti consigliatomi da mio nonno Fabio che sottolineava sempre la nostra somiglianza con Björn Andrésen. 

L’ho visto per la prima volta a 15 anni: è un film drammatico ed intenso che non smette mai di appassionarmi. 

Matteo: il mio cult movie è Solo i diamanti sopravvivono con Tilda Swinton. Un film filosofico sulla vita eterna che affronta i temi della noia e della ripetizione quotidiana dell’esistenza.

Un film senza dubbio particolare che narra le peripezie esistenziali dei protagonisti, due vampiri.

Oltre al cinema, anche la musica è una vostra grande passione: quali sono i vostri pezzi preferiti?

Niccolò: c’è da dire che io vivo ascoltando musica tutto il giorno e di fatto non ho una canzone preferita anche perchè i miei gusti cambiano davvero molto rapidamente.

Matteo: per me invece nessun dubbio: il mio top è Kurt Cobain, ma non ho un pezzo in particolare.

Come avete esordito nel mondo della moda?

Abbiamo iniziato, quasi per caso, a 22 anni nel 2021: ci siamo presentati a Milano per la campagna pubblicitaria del marchio The Attico.

E’ venuto fuori un servizio fotografico pazzesco per una campagna pubblicitaria di livello mondiale.

E’ stato davvero un successo strepitoso che ci ha lanciati al meglio e dopo il quale ci hanno cercato marchi famosi come Marni, Gucci ed altri.

Poi sono arrivati i social: quanto tempo dedicate alla vostra promozione? 

Niccolò: per le campagne pubblicitarie ovviamente abbiamo la nostra agenzia – Riot Management – che ci segue e ci promuove.

Per quanto riguarda i social possiamo calcolare una media di due o tre ore al giorno, ma di fatto cerchiamo di concentrare il tutto in due giornate la settimana.

Abbiamo anche da studiare e da andare a Milano: i tempi vanno ottimizzati.

Riuscite a fare tutto da soli? Riprese, montaggio, pubblicazione?

Niccolò: in linea generale sì. Talvolta ci facciamo dare una mano per i video. Siamo content creator: è praticamente tutta opera nostra.

Per il montaggio ci bastano un Iphone e Cup Cut.

Per il lavoro che fate sarete particolarmente attenti alla cura del vostro aspetto: come vi regolate?

Entrambi ci dedichiamo alla nostra skin care quotidiana. Poi cerchiamo di mangiare sano e di mantenerci in forma con yoga e ginnastica.

Oltre a sentirvi chiedere se siete gemelli, di solito chi vi incontra per la prima volta quali curiosità cerca di soddisfare?

Niccolò: ci chiedono sempre se sia vera la storia dell’empatia tra gemelli.

La verità è che sì, siamo intimamente connessi e ci basta un accenno di sguardo o un minimo movimento del viso o del corpo per capire quello che l’altro sta pensando.

Abbiamo un codice di comunicazione solo nostro, un legame molto profondo.

Per esempio quando io ero a Parigi e mi mancava mio fratello, non facevo in tempo a pensare “Ora chiamo Matteo” che mi chiamava lui.

Oppure, quando eravamo a Parigi insieme ci incontravamo nello stesso vagone della metro.

D’altronde noi gemelli impariamo per imitazione l’uno dall’altro. E anche precocemente perché è come se ci vedessimo sempre allo specchio.

La nostra immagine è associata a quella dell’altro, quindi la performance è esponenziale, anche per i successi ed i traguardi.

Immagino che un’altra curiosità classica sia se vi siete mai scambiati di persona…

Niccolò: sì, ed è successo quando eravamo alle elementari. Di mezzo c’era la compagna di classe più bella.

Io e Matteo eravamo in classi diverse: ad una festa di Carnevale ci siamo incontrati in bagno e ci siamo scambiati i vestiti.

Ovviamente gli altri trattavano me come se fossi Matteo, ma in realtà ero Niccolò.

Alla fine siamo stati scoperti per un piccolo dettaglio: la mia maestra mi ha mandato a sedere, ma ho sbagliato posto.

Oltre alla somiglianza fisica, avete anche gli stessi gusti?

Niccolò: Possiamo dire molto simili per quanto riguarda l’abbigliamento, anche se io prediligo il look slim e Matteo il look over.

Abbiamo però un nostro stile: adoriamo il vintage e ci piace creare pezzi unici molto particolari.

Spesso ci chiedono il nome dello stilista, ma gli stilisti siamo noi!

Il mondo della moda vi sta regalando molte soddisfazioni, però mi sembrate molto attratti anche dal cinema. Che cosa vi frulla per la testa?

Niccolò e Matteo: assolutamente vero! Amiamo il mondo del cinema. Sono due mondi molto diversi. Nel cinema sono tutti molto rilassati, mentre nella moda c’è sempre quell’allure di intoccabilità.

Adoriamo tantissimo anche il mondo della moda e ci piace davvero molto sfilare. E’ un  mondo serio dove c’è molto da imparare e dove si creano legami bellissimi con le persone con le quali lavori.

Grazie alla moda possiamo mantenerci, essere autonomi e pensare al nostro futuro.

@twins_porta

#vlog Giornata da modelli gemelli, per il nuovo singolo di #emmamarrone #apnea #sanremo2024

♬ suono originale – Twins Porta
I Twins_Park per il nuovo singolo di Emma

Come vivete la dittatura estetica dei social? 

Niccolò e Matteo: pensiamo sia inammissibile proporre una sola forma di estetica, tra l’altro spesso irraggiungibile.

Molte modelle vivono con l’ossessione di essere perfette. 

La bellezza invece è ovunque e non risponde necessariamente a certi canoni estetici.

Secondo noi l’aspetto più bello di una persona è la sicurezza in sé stessa.

Ci sono persone bellissime, magari al di fuori di certi canoni, ma che sono sicure, riescono a vivere le loro imperfezioni e a girarle a loro vantaggio.

Qual è il vostro pensiero in merito ai diritti LGBT+ in Italia?

Niccolò: è un argomento di certo molto attuale ed interessante. Penso che ci voglia rispetto per tutti e che davvero la mia libertà finisce dove comincia la tua.

Noi abbiamo amici di tutti i tipi e troviamo giusto che anche il linguaggio si adegui per non offendere nessuno.

Quello che trovo ingiustificabile è l’odio a prescindere per chi è “diverso”, ma per fortuna la nostra generazione è molto più inclusiva della precedente.

Matteo: ci siamo trovati una strada per fortuna già un po’ tracciata, ma c’è ancora molto lavoro da fare. Credo comunque nella mia generazione, ma bisogna restare uniti per fare davvero la differenza.

Personalmente spero in una società sempre più inclusiva e rispettosa per tutti sotto ogni punto di vista. Bisogna combattere l’omologazione in tutte le sue forme ed evitare di chiudersi in schemi predefiniti dai quali è poi difficile uscire.

Stiamo assistendo all’avvento e alla presa di potere dell’intelligenza artificiale: quale il vostro pensiero e le eventuali paure in proposito?

Niccolò: credo che l’AI possa aiutare il mondo in molteplici ambiti, a cominciare dalla ricerca medica. Bisognerà procedere con cautela. Certo qualche timore quando vedo certi video artefatti mi viene.

Matteo: un cambiamento epocale che potrà aiutare moltissimo il mondo. Una grande risorsa in tutti i campi. Sta avvenendo quello che è successo con i cellulari che hanno completamente rivoluzionato il mercato e le nostre vite.

Niccolò, Matteo, come vi immaginate tra dieci anni?

Niccolò: mi vedo a Parigi nella mia casa a Le Marais intento a creare nuovi progetti. Magari farò l’attore, di certo continuerò a fare il modello.

Matteo: se chiudo gli occhi mi vedo su una spiaggia deserta mentre sorseggio uno Spritz. Mi immagino felice e realizzato e impegnato ad inseguire i miei sogni.

Anch’io vorrei proseguire la mia carriera di modello e creare qualcosa di bello sui social. E’ un percorso da portare avanti e vorrei proprio trovare la nostra cifra.

La chiacchierata è finita, anche se mi sono resa conto che avrei voluto fare qualche altra domanda a Niccolò e Matteo, due ragazzi veramente strepitosi ai quali auguro tutto ilo successo che si meritano.

Alla prossima!

Twins_Porta

Tik Tok>https://www.tiktok.com/@twins_porta?_t=8jhtGtn3Wrp&_r=1

Instagram>https://www.instagram.com/twins_porta

Rosella Schiesaro©

Ti può interessare anche>Nuovo Olimpo di Ferzan Özpetek: la passione fil rouge di un viaggio dell’anima tra amori e segreti

Condividi su
MeRcomm.it | posizionamento _ strategie di brand posizionamento SEO realizzazione siti web e-commerce mercomm social media marketing produzione contenuti pianificazione contenuti gestione e sponsorizzazione contenuti mercomm visibilità _ sponsorizzazioni google ADS affissioni, maxischermi e giornali ufficio stampa mercomm contenuti aziendali produzione contenuti blog shooting foto e video graphic e motion design 2D e 3D Liguria-Day-icona-500x500 LiguriaDay _ quotidiano online di mercomm progetti editoriali

Info Rosella Schiesaro

Avatar photo
Nata a Savona, di origini toscane, Rosella Schiesaro ha svolto per più di vent'anni attività di ufficio stampa e relazioni esterne per televisioni, aziende e privati. Cura per LiguriaDay la rubrica Il diario di Tourette dove affronta argomenti di attualità e realizza interviste sotto un personalissimo punto di vista e con uno stile molto diretto e libero. Da sempre appassionata studiosa di Giorgio Caproni, si è laureata con il massimo dei voti con la tesi “Giorgio Caproni: dalla percezione sensoriale del mondo all’estrema solitudine interiore”. In occasione dei centodieci anni dalla nascita del poeta, ci accompagna In viaggio con Giorgio Caproni alla scoperta delle sue poesie più significative attraverso un percorso di lettura assolutamente inedito e coinvolgente.

Articoli simili

A fuoco il palazzo della Fondazione Renzo Piano

A fuoco il palazzo della Fondazione Renzo Piano

Nella notte si è sviluppato un incendio nello stabile che ospita anche la Fondazione Renzo Piano …

LiguriaDay