un altro ballo ancora, il romanzo a 56 mani

“Un altro ballo ancora”, presentazione del romanzo collettivo alla Feltrinelli di Genova

Condividi su
Tempo di lettura: < 1 minuto

Martedì 11 luglio alle 18:00 presso la Feltrinelli di Genova per incontrare una parte delle 56 mani autrici di questo libro

Lavorare in gruppo non è proprio per tutti, anzi, per molti rimane l’incubo peggiore del liceo o del periodo universitario. Anche se ormai è prassi scrivere “capacità di teamworking” nelle soft skills del proprio curriculum vitae, che sia o vero meno, il confronto e la capacità di mettere le proprie idee a disposizione di altri, o di vederle scartare dagli altri, è spesso fonte di stress professionale.

Per questo il nuovo titolo in uscita per Garzanti, Un altro ballo ancora, è un libro che lascerà molti di stucco

Frutto di una collaborazione non a quattro, ma a ben cinquantasei mani, questo romanzo è il lavoro corale di un gruppo di autori emergenti che hanno seguito un laboratorio di scrittura narrativa sotto la guida e la supervisione di Barbara Fiorio.

Autrice genovese di diversi libri per adulti e ragazzi (il suo titolo più recente è La banda degli Dei, uscito per Rizzoli nel 2021, una rivisitazione per ragazzi dei miti greci), Fiorio da diversi anni cura anche il Gruppo di Supporto Scrittori Pigri, questo il nome del laboratorio. Un percorso di tre mesi online durante il quale i partecipanti lavorano ai propri testi, che siano esercitazioni, racconti brevi o veri e propri romanzi.

E da questa esperienza un gruppo di ventisei autori hanno deciso di cimentarsi in un progetto apparentemente impossibile: scrivere un romanzo tutti insieme, condividendo la storia e le decisioni e affinando il proprio stile personale in modo da trasformarsi in una sola voce. Con la guida di Barbara – o la Capobranco – e il supporto di Alice Basso, autrice torinese di romanzi gialli legati all’editoria (Le aquile della notte, il quarto volume della serie ambientata negli anni ‘30, è uscito a maggio per Garzanti), i ventisei esordienti hanno affrontato un complesso brainstorming per definire i personaggi, l’ambientazione e la trama generale. La particolarità dell’esperienza è stata anche scrivere tutti in contemporanea, in modo da non potersi influenzare a vicenda.

Ma come è stato possibile arrivare a un romanzo finito e coerente?

Perché non chiederlo direttamente ai protagonisti? Il romanzo sarà presentato per la prima volta in assoluto domani, martedì 11 luglio, alla Feltrinelli di Genova (via Ceccardi) alle ore 18:00.

Un altro ballo ancora è dedicato alla memoria dell’autrice genovese Daniela Quartu, scomparsa nel 2019. Inoltre, i diritti d’autore del libro saranno devoluti al Centro Antiviolenza Mascherona.

i volti degli scrittori pigri, i 26 autori emergenti che hanno scritto Un altro ballo ancora con Barbara Fiorio e Alice Basso

Ma chi sono gli Scrittori Pigri?

I partecipanti al progetto sono un gruppo eterogeneo di persone accomunate dalla passione per la scrittura. Hanno varie età, provengono da tutta Italia e svolgono nella vita quotidiana i mestieri più disparati: possono essere artisti e correttori di bozze, impiegati e traduttori, farmacisti e assicuratori, vivaisti e artigiani, commercianti e sindacalisti, ricercatori e fotografi.

Dormono parecchio, mangiano tantissimo, bevono di più e hanno moltissime passioni, specie quelle che si possono seguire stando sul divano (come guardare serie tv, fare l’uncinetto, leggere libri, ascoltare musica, assaggiare vini e liquori pregiati e, se non si è troppo pigri, anche altre cose, ma chiudete la porta).

La trama di Un altro ballo ancora:

Gli italiani sono innamorati del mare cristallino della Sardegna e delle sue pinete odorose. Tra loro, anche i veronesi Zanetto che, ogni anno, raggiungono il Camping Village La Baia a bordo di un mastodontico camper attrezzato per succulente grigliate. Sarebbe tutto perfetto, se non avessero come vicini quei rompiscatole dei Castelli, milanesi ossessionati dal becchime che chiamano pasto e con la fissa per la differenziata. Le due famiglie non perdono occasione per bisticciare e farsi dispetti. Ma quest’anno c’è qualcosa di diverso. Perché, con i Castelli, c’è anche Renzo, e Lena, la nonna della famiglia Zanetto, lo riconosce subito.

Nonostante il viso segnato dalle rughe e i capelli ormai bianchi sotto il panama, non ha dubbi: si tratta proprio del suo Fiorenzo, il primo amore che ha stretto forte ballando sulle note di una canzone di Modugno. Anche Renzo, quando la vede, rimane folgorato. Sono sessant’anni che ripensano a quell’amore che non è sbocciato, perché ostacolato dalla famiglia di Lena. E, ora che si sono ritrovati, sanno di non aver tempo da perdere. Ma, ancora una volta, le famiglie non sono d’accordo: sono troppo diversi, troppo attempati, che idee alla loro età! Ma si sa, l’amore vince su tutto. E poi, in fondo, ogni famiglia è strana a modo suo. Non c’è nulla di perfetto. Tranne, forse, un ballo guancia a guancia al chiaro di luna…  

Condividi su
MeRcomm.it | posizionamento _ strategie di brand posizionamento SEO realizzazione siti web e-commerce mercomm social media marketing produzione contenuti pianificazione contenuti gestione e sponsorizzazione contenuti mercomm visibilità _ sponsorizzazioni google ADS affissioni, maxischermi e giornali ufficio stampa mercomm contenuti aziendali produzione contenuti blog shooting foto e video graphic e motion design 2D e 3D Liguria-Day-icona-500x500 LiguriaDay _ quotidiano online di mercomm progetti editoriali

Info Pubblicato da la Redazione

Icona per Giornalisti Pubblicato da la Redazione
La Redazione di LiguriaDay è formata da persone di ogni dove, genere e età, e diversa provenienza culturale e professionale. Un gruppo eterogeneo di professionisti che, per passione e con passione, ogni giorno rendono LiguriaDay, il Vostro quotidiano online.

Articoli simili

‘L’Ultima Cena’ di Orazio De Ferrari, torna a splendere un capolavoro del Barocco genovese

Dopo mesi di attento e minuzioso lavoro di restauro torna a splendere la grande tela …

LiguriaDay