Festival di Maiolica

Al via il Festival della Maiolica: quattro giorni di arte e tradizione

Condividi su
Tempo di lettura: 3 minuti

MONDIAL TORNIANTI, PERFORMANCE, MOSTRE E WORKSHOP NELLA BAIA DELLA CERAMICA DALL’1 AL 4 GIUGNO

Comunicato stampa

Savona, 30 maggio 2023 – Quattro giorni di performance dal vivo, mostre, workshop, laboratori per adulti e bambini, visite guidate, musica, degustazioni e l’attesissimo Mondial Tornianti, sfida al tornio tra maestri ceramisti in arrivo da tutto il mondo impegnati nella realizzazione di opere istantanee che verranno messe all’asta per devolvere il ricavato a Faenza, una delle città dell’Emilia-Romagna colpite dalla disastrosa alluvione di poche settimane fa.

Il calendario del Festival della Maiolica, evento che andrà in scena dall’1 al 4 giugno nei quattro Comuni della Baia della Ceramica, è stato presentato questa mattina nel corso di una conferenza stampa in Comune a Savona, alla quale hanno partecipato tutti i promotori della manifestazione: i Comuni di Savona, Albissola Marina, Albisola Superiore e Celle Ligure, Camera di Commercio Riviere di Liguria – Imperia La Spezia Savona, Confartigianato Savona, Mondial Tornianti Gino Geminiani APS, Regione Liguria e Fondazione De Mari.

Oggi presentiamo un evento di grande qualità – ha detto il Sindaco di Savona, Marco Russo un evento di respiro comprensoriale che ha unito ancora di più i Comuni della Baia della Ceramica e che ha messo insieme un gran numero di soggetti, istituzioni e realtà del mondo economico, che hanno collaborato con l’obiettivo unico di fare dell’arte ceramica un elemento capace di animare le nostre città, anche a beneficio di una proposta turistica sempre più di stampo culturale. Questo Festival è la conferma del nostro obiettivo di creare, o comunque portare, nel nostro territorio eventi di alto livello e sarà un ulteriore tassello nel percorso che Savona sta facendo verso la candidatura a Capitale Italiana della Cultura”.

Parole di orgoglio e sostegno anche da Regione Liguria. “Questo grande evento, grazie al sostegno di Regione Liguria e allo sforzo organizzativo della Baia della Ceramica, deve essere il trampolino di lancio per confermare Albisola al centro del mondo della ceramica, restituendole il posto che si è conquistata e merita a livello mondiale – ha affermato il Consigliere Regionale, Alessandro Bozzano – appena il sindaco Maurizio Garbarini mi ha presentato l’ambizioso progetto di portare alla Baia il Mondial Tornianti 2023, ho compreso l’enorme potenziale di questo evento che avrà un eco internazionale, puntando i riflettori sul nostro territorio. La proposta del sindaco Garbarini scaturisce da un disegno complessivo, che comprende la Baia della Ceramica e il Presepe degli Abissi, legato alla valorizzazione del territorio attraverso le sue peculiarità. Un progetto che ho subito portato all’attenzione del presidente Toti che ha compreso bene e quindi sposato”.

Intervenuto in collegamento, l’Assessore Regionale allo Sviluppo economico Andrea Benveduti ha aggiunto: “La maestria dei nostri artigiani, custodi della storia e delle tradizioni regionali, è un valore che abbiamo fortemente sostenuto in questi anni e che continuiamo a sostenere, non solo attraverso strumenti dedicati come Garanzia Artigianato Liguria, che rappresenta un unicum in Italia nella portata e nell’utilizzo delle risorse comunitarie, ma anche contribuendo alla realizzazione di manifestazioni, come Stile Artigiano, che sono vetrina del saper fare ligure. Il Festival della Maiolica ben interpreta questo spirito che coniuga manualità ed estro artistico“.

Importante occasione per valorizzare un patrimonio inestimabile e dare nuova linfa al tessuto artigianale, artistico, commerciale e turistico del territorio, il Festival della Maiolica vanta appuntamenti dal richiamo internazionale, primo fra tutti il Mondial Tornianti, che si terrà il 3 giugno in piazza Sisto a Savona.

Siamo davvero orgogliosi che la storica competizione della città di Faenza giunga a Savona per la prima volta, configurandosi come una manifestazione di richiamo internazionale che accende i riflettori sulla provincia che storicamente rappresenta la culla della ceramica in Liguria – ha sottolineato Enrico Lupi, Presidente della Camera di Commercio Riviere di Liguria – Imperia La Spezia Savona – l’arte della ceramica è il fiore all’occhiello di una tradizione artigiana profondamente radicata nelle proprie origini, ma che rivolge il suo sguardo anche al futuro, alle nuove generazioni, nella speranza che i giovani vogliano intraprendere questo affascinante percorso, stimolati dall’esempio e dalla perizia dei più famosi maestri vasai ceramisti che arriveranno a Savona da altre regioni italiane e anche da altre parti del mondo per sfidarsi al tornio e dar vita alle proprie creazioni artistiche. Il sistema camerale ligure è da tempo impegnato, in collaborazione con la Regione e le associazioni artigiane del territorio, in un’azione sinergica di promozione della produzione ceramica e di certificazione sia delle manifatture che intendono acquisire il marchio geografico Artigiani in Liguria sia degli imprenditori del comparto ceramico che possiedono i requisiti necessari per fregiarsi della qualifica di Maestro Artigiano”.

È Carla Benedetti, Presidente dell’Associazione Mondial Tornianti Gino Geminiani Faenza e dell’Associazione Gemellaggi Faenza, in collegamento dalla città romagnola, a sottolineare il valore della gara e del Festival. “Il Modial Tornianti nasce negli anni ’80 dall’Ente di Ceramica Faenza con l’obiettivo di valorizzare una professione importantissima – ha spiegato – il lavoro dei tornianti è infatti la fase numero uno della lavorazione della ceramica, sia come opera artistica che come oggetto d‘uso. Parliamo di una figura che negli anni si è persa, purtroppo, ma che è fondamentale e va celebrata. In rappresentanza della città e dei cittadini, posso dire con certezza che Faenza è onorata e felice di essere presente, con la quarta edizione della competizione, all’interno del Festival della Maiolica, manifestazione innovativa e di esempio per tutto il Made in Italy. Colgo l’occasione per ringraziare Nicoletta Negro e i colleghi delle amministrazioni liguri ideatori del Festival ma soprattutto del progetto Baia della Ceramica, unica realtà nella quale quattro comuni si sono fusi insieme per valorizzare la ceramica e il meraviglioso artigianato artistico. Sono certa che la Baia, orgoglio italiano, sarà d’esempio per altre regioni”.

Destinata alla promozione turistica e culturale delle attività del comprensorio, la Baia della Ceramica, brand riconosciuto dall’Associazione Italiana Città della Ceramica (AiCC), si presenta ufficialmente su scala nazionale proprio con il Festival della Maiolica. Ricco e variegato sarà il programma: tanti gli eventi in continua alternanza durante le giornate, con le quattro località affacciate sul mare a fare da palcoscenico, presentati proprio dagli amministratori oggi accompagnati da alcuni protagonisti della kermesse.

“È un onore e una grande responsabilità avere nel nostro territorio il Mondial Tornianti, che ha fatto grande il nome di Faenza – ha sottolineato Nicoletta Negro, Assessore alla Cultura del Comune di Savona e vicepresidente dell’Associazione Italiana Città della Ceramica, in compagnia di Beppe Bertero, curatore della Mostra della Ceramica di Castellamonte quest’anno, proprio a sottolineare la grande amicizia con la città, le opere che verranno realizzate durante la gara sanno cotte nella Scuola Comunale di Ceramica di Albisola Superiore per poi venduti a un’asta benefica: i proventi andranno agli amici ceramisti di Faenza. La città di Savona, sempre nella giornata di sabato 3 giugno, accoglierà inoltre l’Assemblea dei Territori con più di venti Sindaci provenienti da tutta Italia in rappresentanza delle città di antica tradizione ceramica di AiCC, di cui la Baia fa parte. E ancora, all’interno della Campanassa, si potrà ammirare una grande mostra con le meravigliose opere dei ceramisti provenienti da Castellamonte, città di antica tradizione ceramica più vicina a noi. Il sindaco e gli artisti di Castellamonte stringeranno, in questa occasione, un patto di amicizia con Savona”.

A seguire, gli interventi degli Amministratori degli altri Comuni ideatori del Festival della Maiolica.

Il legame di Albissola Marina con la ceramica è unico e indissolubile, a volte inspiegabile, spesso magico – ha affermato Gianluca Nasuti, Sindaco di Albissola Marina, accompagnato oggi da Tullio Mazzotti e Giovanni Rossello – la ceramica è nel nostro DNA, ha scritto pagine straordinarie della nostra storia facendoci conoscere nel mondo per la bravura degli artigiani locali. Non poteva mancare una manifestazione per celebrare tutto questo. Il Festival della Ceramica sarà anche l’occasione per festeggiare i 120 anni delle Ceramiche Mazzotti, la storia che più rappresenta lo spirito imprenditoriale di Albissola, il suo saper essere al contempo tradizione ed innovazione: dagli oggetti della vecchia Savona al futurismo, dal design moderno alle immagini sacre, dal decò agli oggetti d’arredo. Celebrare i 120 della Mazzotti significa soprattutto celebrare la modernità perché la Mazzotti è soprattutto questo: modernità, innovazione, ricerca, coraggio spirito imprenditoriale e follia artistica. Viva Albissola, viva la Baia della Ceramica!“.

Alle parole del Sindaco Nasuti fanno eco quelle di Luca Ottonello, Assessore al Turismo di Albisola Superiore e Simona Poggi, Assessore alla Cultura di Albisola Superiore. Per questa nuova edizione del Festival della Maiolica, completamente rigenerata, abbiamo immaginato una grande kermesse nata per valorizzare l’eccellenza artigianale locale: quattro giorni di eventi, manifestazioni, performances e mostre di respiro nazionale ed internazionale con la ceramica al centro. Teatro, musica, giochi per bambini, cibo e street art tutto declinato e dedicato alla Ceramica come filo conduttore” ha raccontato l’Assessore Ottonello.

L’Assessore Poggi ha poi aggiunto: “Albisola si prepara a vivere una vera art experience che andrà a modificare alcuni aspetti di una parte della passeggiata E. Montale. Una live performance di una settimana che avrà come protagonisti due street artists di fama nazionale, 750ML, oggi qui noi, e EricsONE, che parleranno il linguaggio dei giovani, quello che identifica le grandi metropoli. Il progetto, inserito nel rinnovato Festival della Maiolica, è stato ideato dall’Assessorato alla Cultura di Albisola Superiore e curato da Francesco Caputo, qui presente. La struttura piramidale asettica in cemento armato verrà trasformata in un’opera d’arte con una forte valenza psicologica e potrà essere osservata da due diversi punti: camminando sul lungomare si apprezzerà l’esterno, realizzato da EricsONE con elementi che richiamano la tradizione della ceramica locale e simboli di matrice matissiana, mentre dalla spiaggia si potrà ammirare l’interno, ad opera di 750ML, che richiama la bellezza del mare che unita al blu del cielo crea una potente illusione ottica. Un intervento di urban art unico nel suo genere che andrà a impreziosire la piramide attraverso l’arte per creare bellezza e stupore. Albisola, patria della ceramica, abbraccia anche nuovi linguaggi espressivi e si apre a un sentire attuale che ci proietta verso nuovi orizzonti”.

A concludere il focus della Baia è Caterina Mordeglia, Sindaco di Celle Ligure, insieme a Giorgio Siri, Assessore alla Cultura e agli artisti Marcello Mannuzza e Carlo Pizzichini, che ha commentato: “Celle Ligure entra a far parte dell’Associazione Italiana Città della Ceramica nel 2020. Nel 2022 insieme ai Comuni di Savona, Albissola Marina e Albisola Superiore costituiamo la Baia della Ceramica e nel 2023 la Baia si presenta a livello nazionale ed internazionale con il Festival della Maiolica, un festival diffuso sui 4 Comuni, ospitando per la prima volta il Mondial Tornianti: alla città di Faenza ed al suo Sindaco Massimo Isola, la vicinanza mia e del Comune di Celle. Nell’ambito del Festival, a Celle ospitiamo due eventi di rilievo: la “Sfida” fra colui che sarà designato, il 3 giugno, nuovo campione del Mondial Tornianti ed il nostro ceramista cellese Marcello Mannuzza, attuale campione in carica per la categoria estetica. La sfida si terrà domenica 4 giugno alle ore 11.00 in Piazzetta Arecco sul lungomare. E poi, giovedì 1 giugno alle ore 16.00 presso la Sala Espositiva della Biblioteca Comunale sul Lungomare Carlo Russo, inauguriamo la rassegna Biennale della Ceramica, alla settima edizione, la prima edizione dall’ingresso di Celle nell’AICC: in mostra opere contemporanee di ceramica italiana ed internazionale di elevata qualità e creatività grazie alla direzione artistica di Marcello Mannuzza e Carlo Pizzichini. Per il Comune di Celle, per le nostre botteghe, i nostri ceramisti e per noi, amministrazione eletta nel 2019, una continua progressione di valore nella cultura dell’artigianato e dell’arte ceramica. Aspettiamo tutti Celle! Buon Festival della Maiolica a tutti!”

Tra gli appuntamenti d’eccellenza spicca la mostra dedicata all’artista Wifredo Lam, promossa dalla Fondazione Museo della Ceramica di Savona e dal Comune di Albissola Marina, con il contributo di Fondazione De Mari.

La ceramica e gli artisti nelle Albisole tra gli anni ’50 e ’70: un momento magico per la nostra terra, nel quale abbiamo svelato capacità e intuizioni insospettabili – ha commentato Anna Cossetta, della Fondazione De Mari e Fondazione Museo della Ceramica di Savona, in rappresentanza del presidente Luciano Pasquale Wifredo

Lam e gli altri “maghi del mare” ci aiutano a riconoscere in quel tempo la virtù dell’arte e della cultura capace di materializzare una coscienza di luogo che dobbiamo continuare a tesorizzare. La mostra Lam et les Magiciens de la Mer, in programma al Museo della Ceramica di Savona e al Centro Esposizioni del MuDA di Albissola Marina, inaugurerà il 2 giugno, proprio durante i giorni del Festival della Maiolica, e sarà visitabile fino al 10 settembre 2023. Il valore artistico e i protagonisti di questa esposizione, conferiscono all’evento una caratura internazionale e contribuiscono in modo determinante a definire i nuovi orizzonti del Museo della Ceramica di Savona”.

Inserita all’interno del Festival anche la storica manifestazione savonese Stile Artigiano, dedicata al food e al design.

La manifestazione di Confartigianato Savona che per il 2023 arriva all’edizione numero 19, si inserisce all’ interno del Festival della Maiolica diventando parte integrante di un’offerta culturale e turistica nuova e di grande caratura. Una festa della ceramica durante la quale Stile Artigiano si propone con workshop destinati al pubblico e a operatori professionali. Per tutti ci sarà l’occasione di scoprire e ammirare la tecnica della cottura Raku. Durante la manifestazione a cura delle imprese savonesi sarà effettuata l’esposizione e la vendita al pubblico delle produzioni – ha spiegato Giancarlo Grasso, Presidente di Confartigianato Savona, accompagnato da Barbara Fresia, titolare della savonese BF Ceramiche – ringrazio gli amministratori della Baia della Ceramica che ci hanno scelto come soggetto operativo per l’organizzazione della manifestazione che accende i riflettori sul territorio e sulle nostre imprese artigiane. Possiamo affermare che con questa edizione del Festival della Maiolica si individua un nuovo percorso di turismo culturale che mette al centro le imprese della ceramica”.

Le aspettative sono alte: la previsione è quella di una forte affluenza nella Baia della Ceramica, realtà unica che è pronta a creare e mostrare arte.

Programma completo su www.festivaldellamaiolica.it

Ti può interessare leggere anche

Festival della Parola: da domani il via all’evento chiavarese per eccellenza

Condividi su
MeRcomm.it | posizionamento _ strategie di brand posizionamento SEO realizzazione siti web e-commerce mercomm social media marketing produzione contenuti pianificazione contenuti gestione e sponsorizzazione contenuti mercomm visibilità _ sponsorizzazioni google ADS affissioni, maxischermi e giornali ufficio stampa mercomm contenuti aziendali produzione contenuti blog shooting foto e video graphic e motion design 2D e 3D Liguria-Day-icona-500x500 LiguriaDay _ quotidiano online di mercomm progetti editoriali

Info La Redazione

La redazione di LiguriaToday
La Redazione di LiguriaDay è formata da persone di ogni dove, genere e età, e diversa provenienza culturale e professionale. Un gruppo eterogeneo e colorato di professionisti che, per passione e con passione, ogni giorno rendono LiguriaDay, il Vostro quotidiano online.

Articoli simili

Attentato Trump: la direttrice dei servizi segreti sulla graticola (video)

#DonaldTrump, #attentatoButler, #sicurezza, #SecretService, #FBI, Chi era Thomas Crooks «Il mio nome è Thomas Matthew …

LiguriaDay