Degustazione "olfattiva"
Degustazione "olfattiva"

A Savona per conoscere le “degustazioni olfattive” di Sara Radaelli

Condividi su
Tempo di lettura: < 1 minuto

Qual è la dimensione olfattiva dello spazio che ci circonda?

Sara Radaelli, traduttrice e divulgatrice savonese, ci invita a scoprire il mondo attraverso le sensazioni olfattive, adottando un approccio interdisciplinare inedito: arte, letteratura, fotografia, scienze, storia, gastronomia, profumo.

Una grande professionista con una spiccata sensibilità per la bellezza della vita, in ogni sua forma. Che si definisce “profondamente mamma, e questo aspetto intimo della mia vita cerco di preservarlo con molta riservatezza; adoro il mio lavoro, quello di traduttrice e transcreator per l’industria del lusso, che mi dà la possibilità di intrecciare aspetto professionale e passioni: è grazie al lavoro che una decina di anni fa ho scoperto l’universo olfattivo, e da allora non posso più farne a meno.

La sua attività professionale si suddivide in tre settori: le traduzioni per l’universo del lusso (settori moda, beauty, gioielleria, orologeria, turismo e lifestyle, grandi brand internazionali); l’editoria (“traduco la rivista francese Nez, un semestrale specializzato nella cultura olfattiva in ogni suo aspetto, e l’anno scorso ho tradotto il libro – Il grande libro dei profumi per Gribaudo”); la divulgazione olfattiva (laboratori letterario-olfattivi o ludico-olfattivi per bambini, incontri di condivisione olfattiva per adulti e degustazioni olfattive).

Parliamo con Sara di olfatto: “20 anni fa traducevo per case di moda che ad un certo punto mi hanno fatto tradurre materiale relativo alle loro linee di fragranze.”

Scoprendo così un mondo molto tecnico dietro la profumeria. Le specializzazioni dei corsi di formazione hanno portata Sara Radaelli a scoprire “un universo unico e molto magico: tutto quello che ha a che fare con l’olfatto, soprattutto le materie prime, va a stimolare emozioni, sentimenti, ricordi. Ho iniziato a seguire corsi di degustazioni olfattive, ad allenarmi da sola nel riconoscere olfattivamente le materie prime, le famiglie dei profumi, ecce cc.”.

Ritorniamo al mondo editoriale dedicato al profumo: Sara Radaelli è traduttrice della più pregevole rivista francese del settore, per appassionati ed insider del settore fragranze. 

Ho sentito il bisogno di riavvicinarmi a questo mondo dal punto di vista anche personale e proporre laboratori di divulgazione olfattiva sia per adulti che per bambini”.

Nascono così i laboratori letterari-ludico-olfattivi per piccini e gli incontri di condivisione olfattiva. “Vorrei diffondere il messaggio”, continua Sara, “che una certa consapevolezza olfattiva, (non solo legata ad altri sensi che nella nostra società vengono maggiormente valutati come la vista o il gusto), può portare a vivere meglio, ad essere maggiormente in contatto con la parte più profonda di sé stessi e quindi avere un rapporto diverso con la realtà”. 

I bambini sono molto aperti a questo nuovo approccio ludico-olfattivo ed “ho avuto ottimi riscontri dagli incontri con loro”.

Il mondo olfattivo è un mondo poco conosciuto, l’olfatto è il senso forse più vicino alla “nostra parte animale” e quindi considerato meno nobile rispetto ad altri sensi.

Già i filosofi greci, Aristotele ad esempio non amava molto l’olfatto, prediligeva la vista. Sosteneva che l’olfatto era difficile da classificare essendo a metà, tra vista ed udito. In realtà noi sappiamo che è uno dei sistemi, dei sensi sensoriali, più antichi dell’uomo; legati a livello celebrale alla zona che decodifica la memoria, i ricordi, le sensazioni. Un mondo tutto da scoprire, molto tecnico, legato alla chimica e molto lontano da quell’idea effimera che abbiamo di profumi e fragranze.

“Mi piacerebbe riportare le persone a questa dimensione sfatando un po’ di falsi miti e pregiudizi”.

Chiediamo a Sara un auspicio per la professionalità delle donne:

Mi auguro che le donne riescano sempre più a non dover dimostrare nulla. A sé stesse e agli altri. Che possano concentrarsi su quello che le rende felici (figli, famiglia, lavoro…) senza sentirsi in colpa per le loro scelte, senza doversi giustificare se non seguono schemi sociali prestabiliti e senza dover necessariamente scegliere tra un aspetto o l’altro della loro vita.”.

Il prossimo incontro di condivisione olfattiva dedicato ai “grandi” con Sara Radaelli si terrà a Varazze (Libreria Start) domenica 26 febbraio alle 14,30. 

Maria Rosa Marsilio per Liguria Day

Ti può interessare leggere anche

Il Questore di Savona “un anno di prevenzione, i numeri ci hanno dato ragione”

Condividi su
MeRcomm.it | posizionamento _ strategie di brand posizionamento SEO realizzazione siti web e-commerce mercomm social media marketing produzione contenuti pianificazione contenuti gestione e sponsorizzazione contenuti mercomm visibilità _ sponsorizzazioni google ADS affissioni, maxischermi e giornali ufficio stampa mercomm contenuti aziendali produzione contenuti blog shooting foto e video graphic e motion design 2D e 3D Liguria-Day-icona-500x500 LiguriaDay _ quotidiano online di mercomm progetti editoriali

Info Pubblicato da la Redazione

Icona per Giornalisti Pubblicato da la Redazione
La Redazione di LiguriaDay è formata da persone di ogni dove, genere e età, e diversa provenienza culturale e professionale. Un gruppo eterogeneo di professionisti che, per passione e con passione, ogni giorno rendono LiguriaDay, il Vostro quotidiano online.

Articoli simili

Rapina in centro storico, arrestati i presunti colpevoli

#rapina, #centrostorico, #genova, #polizziadistato, #criminalità La Polizia di Stato ha arrestato tre giovani, di cui …

LiguriaDay