image from pixabay

I diversi linguaggi sportivi: alcune influenze esterne

Condividi su
Tempo di lettura: < 1 minuto

Quando si parla di calcio, basket e tennis si utilizzano dei prestiti

Molto spesso non ce ne accorgiamo, eppure quando parliamo di sport utilizziamo vocaboli che in origine con lo sport non avevano nulla a che fare. Poi con il tempo si è venuto a creare un legame tra linguaggi diversi, capace di nobilitare il racconto dei telecronisti. Entrando nello specifico, il calcio raccontato prende in prestito vocaboli che fanno parte del linguaggio del poker. Quando un attaccante segna 4 goal si dice che ha fatto poker, quando un calciatore sconosciuto, come lo era all’inizio Kvaratskhelia, si impone facendo la differenza si dice che è un crack, termine che in origine si usava soltanto per indicare una mano per la vittoria del piatto che viene clamorosamente battuta. Non va dimenticato poi il caso in cui una squadra viene dominata dall’avversario, e per l’occasione si parla di tilt, che un tempo suggeriva esclusivamente lo stato di un giocatore che altera il proprio modo naturale di giocare a carte. In aggiunta il calcio viene influenzato dal poker quando si parla di fiche, indicando le possibilità che ha un allenatore di fare bene durante la stagione. Spalletti in una famosa intervista sottolineò come la Juventus fosse l’avversario di poker con più fiche. Infine con l’introduzione del VAR si sentono spesso i telecronisti parlare di check del VAR, inteso come un controllo per un possibile calcio di rigore. Il check del poker, invece, sarebbe nulla più che passare l’azione al giocatore successivo senza effettuare alcuna puntata.

Flop e all in

Da tutti questi esempi si evince come il variopinto e colorito linguaggio del poker abbia influenzato quello del calcio. In aggiunta, se prendiamo come riferimento la Premier League notiamo ancor meglio questo legame piuttosto saldo, per esempio con la parola foul. Nel calcio è un’infrazione che comporta un successivo calcio di punizione, nel poker una mano che non può essere giocata. In entrambi i casi siamo davanti a una sorta di azione vietata. Proseguendo con la nostra carrellata, ecco il termine flop, quello del Milan contro Lazio e Sassuolo, vocabolo quest’ultimo che nel Texas Hold’em sta a indicare le prime tre carte presenti sul board, la prima delle quali è stata “bruciata”. Meno utilizzato è invece all-in, per sottolineare come la squadra più debole se la giocherà in tutti modi, anche sbilanciandosi in avanti, pur di strappare un risultato positivo contro la rivale più blasonata. Il linguaggio del poker non influenza soltanto il calcio, ma come si vedrà nei prossimi paragrafi, anche altre discipline  conosciute e apprezzate.

Il backdoor del basket, la fast nella pallavolo, l’hit del baseball

Nel basket si parla di backdoor, ossia di taglio in avvicinamento a canestro e verso la palla così da anticipare il difensore, riprendendolo dal poker. Nel poker, ovviamente, assume un altro significato, visto che si riferisce a una scala o a un colore realizzati grazie sia al turn sia al river. Nella pallavolo si ripete spesso la parola fast, che sta a indicare l’esecuzione d’attacco in 1° o 2 ° tempo tramite stacco su un piede solo. Sul verde tavolo fast significa giocare una mano in maniera aggressiva tentando più rilanci. Il baseball, infine, fa ricorso durante ogni match a hit per classificare una battuta valida. Hit è anche quando una delle carte del flop migliora la mano che si sta affrontando.

E per quanto riguarda il tennis?

photo by Pixabay

Nel linguaggio tennistico “out” è quando la pallina gialla esce dal perimetro del campo da gioco. Nel poker out si usa nel momento in cui una carta che potrebbe uscire al turn e/o al river migliora una mano rendendola vincente. Nel caso di ranking, qui siamo di fronte a una parola che non è stata presa in prestito dal poker ma che da sempre viene utilizzata in diversi sport. Per quanto riguarda il tennis si parla nello specifico di ranking ATP, che vede oggi al primo posto un mostro sacro come Novak Đoković.

Ti potrebbe interessare anche

Condividi su
MeRcomm.it | posizionamento _ strategie di brand posizionamento SEO realizzazione siti web e-commerce mercomm social media marketing produzione contenuti pianificazione contenuti gestione e sponsorizzazione contenuti mercomm visibilità _ sponsorizzazioni google ADS affissioni, maxischermi e giornali ufficio stampa mercomm contenuti aziendali produzione contenuti blog shooting foto e video graphic e motion design 2D e 3D Liguria-Day-icona-500x500 LiguriaDay _ quotidiano online di mercomm progetti editoriali

Info La Redazione

La redazione di LiguriaToday
La Redazione di LiguriaDay è formata da persone di ogni dove, genere e età, e diversa provenienza culturale e professionale. Un gruppo eterogeneo e colorato di professionisti che, per passione e con passione, ogni giorno rendono LiguriaDay, il Vostro quotidiano online.

Articoli simili

Domenica si svolgerà il Giro dell'Appennino 2024

Giro dell’Appennino 2024: percorso e chiusure

Sta per partire il Giro dell’Appennino 2024 edizione numero 85 della corsa organizzata dell’Us Pontedecimo Ciclismo, che …

LiguriaDay