Accordo Iren Mekorot Crucioli
Immagine delle bagarre in aula del sito fivedabliu

Proteste in Consiglio comunale contro l’accordo Iren – Mekorot. Crucioli con il megafono: “violati i diritti del popolo palestinese”

Condividi su
Tempo di lettura: < 1 minuto

Il capogruppo di Uniti per la Costituzione, Mattia Crucioli, si è presentato ieri in aula armato di megafono e bandiera palestinese per protestare contro l’accordo Iren Mekorot, azienda idrica israeliana. Secondo il consigliere comunale, quest’ultima sarebbe responsabile di violazioni dei diritti umani ai danni del popolo palestinese. In particolare, Crucioli ha recriminato la scelta della maggioranza di bocciare la sua proposta di discutere l’accordo in aula.

“In conferenza dei capogruppo si è chiesto prima un parere alla segreteria generale e, dopo il parere di inammissibilità, si è votato, contrariamente a quanto prevede il regolamento” lamenta l’ex grillino. “La conferenza dei capigruppo ha quindi deciso a maggioranza di non discutere di questo argomento che, evidentemente, è un tabù per il consiglio comunale”

Dopo le ammonizioni del presidente dell’aula Carmelo Cassibba, Crucioli si è visto spegnere il microfono, ma il consigliere doveva essere preparato a questa evenienza, sfoderando la propria arma segreta: il megafono. Ha così proseguito con la sua protesta. Con lui anche esponenti di altre forze politiche, tra cui Francesca Ghio e Fabio Ceraudo, rispettivamente dei Verdi e del M5S.

I megafoni, tuttavia, erano anche fuori Palazzo Tursi, dove un presidio dell’Associazione culturale Liguria Palestina si è accodata a Crucioli per protestare contro l’accordo Iren Mekorot. “No all’accordo Iren Mekerot” si legge sugli striscioni, assieme a slogan dal carattere anti-israeliano e anti-sionista.

La maggioranza, tuttavia, resta compatta sulla propria decisione, richiamando al parere della segreteria in merito all’inammissibilità della mozione.

Ti può interessare leggere anche

Teppisti filo Putin Imbrattano targa in memoria delle vittime Foibe con una “Z”

Condividi su
MeRcomm.it | posizionamento _ strategie di brand posizionamento SEO realizzazione siti web e-commerce mercomm social media marketing produzione contenuti pianificazione contenuti gestione e sponsorizzazione contenuti mercomm visibilità _ sponsorizzazioni google ADS affissioni, maxischermi e giornali ufficio stampa mercomm contenuti aziendali produzione contenuti blog shooting foto e video graphic e motion design 2D e 3D Liguria-Day-icona-500x500 LiguriaDay _ quotidiano online di mercomm progetti editoriali

Info Fabio Comazzi

Fabio Comazzi, nato a Genova nel 1996. Ho frequentato il liceo scientifico G.D. Cassini e mi sono laureato in Scienze Politiche (indirizzo internazionale e diplomatico) all'Università di Genova. Al momento studio Informazione ed Editoria. Da sempre appassionato di politica, ho - fin dai tempi del liceo - partecipato a progetti come il GeMun o le simulazioni tenute dall'associazione Diplomatici. Ad oggi scrivo per Liguria Today articoli di politica e cronaca, a livello locale e nazionale.

Articoli simili

Operazione antidroga Savona

Spacciatore in scooter senza casco: il crimine non paga

GENOVA – Un giovane di 25 anni, pensando forse di dare meno nell’occhio, ha scelto …

LiguriaDay