Dello Strologo candidato sindaco
Ariel dello Strologo

Ariel Dello Strologo, il candidato sindaco e il Progetto Disuguaglianza

Condividi su
Tempo di lettura: < 1 minuto

C’è qualcosa di romantico che trapela dalla conferenza stampa di Ariel Dello Strologo. Che non è la pacatezza della voce con cui comunica, e neanche l’ergersi a paladino della lotta contro le disuguaglianze e il degrado ambientale. No, è un romanticismo che poggia su una semplice frase da lui pronunciata: “La sinistra è diversa dalla destra“.

Una frase che richiama antichi fasti, per così dire, di pensiero e militanza. E cioè il tentativo di difendere o creare, a seconda dei casi, un bene comune da condividere. La trappola, naturalmente, è che questo romanticismo può trasformarsi in anacronismo. Ma Ariel Dello Strologo è convinto, grazie alla coalizione che lo sostiene, di trasformare il romanticismo in azioni concrete.

La candidatura a sindaco di Genova di Dello Strologo nasce quindi da una metamorfosi del centrosinistra, che da accozzaglia litigiosa si è infine coesa per contrastare il centrodestra. Ma soprattutto, afferma Dello Strologo, per realizzare un “progetto” che coincide, parole sue “con la lotta a ogni tipo di disuguaglianza, sia essa economica, civile, sociale e sanitaria. Così da riuscire a creare lavoro, sviluppo e una ridistribuzione della ricchezza”.

I tre assi portanti del progetto che a tutti gli effetti possiamo dunque chiamare “Progetto Disuguaglianza” sono i seguenti

Porto – che secondo il candidato sindaco deve vivere con la città e viceversa

Turismo

Industria leggera – che gira intorno alla tecnologia e ai centri direzionali.

“La lotta alle disuguaglianze” dice il candidato “va fatta con la prevenzione, e la formula della prevenzione è l’istruzione che bisogna riorganizzare partendo dagli asili nido sino all’università. Il mio obiettivo è che Genova recuperi quell’identità positiva che è andata perduta negli ultimi anni. Perché Genova è una città in cerca di una identità, dove i giovani possano studiare e trovare lavoro”.

Ed ecco la speranza del bene condiviso “Per poter realizzare una città comunitaria serve un forte legame tra le generazioni e cioè Un Patto Generazionale”.

“Io voglio fare l’Amministratore Pubblico con una forza congressista che tenga conto della relazione tra azione e spesa, del recupero delle aree abbandonate e della manutenzione di una città trascurata”.

La nuova coalizione dei partiti del centro sinistra ha appena avviato un percorso virtuoso, ha rimarcato Dello Strologo, e io non sono uomo di partito, ma un uomo di area.

 

Condividi su
MeRcomm.it | posizionamento _ strategie di brand posizionamento SEO realizzazione siti web e-commerce mercomm social media marketing produzione contenuti pianificazione contenuti gestione e sponsorizzazione contenuti mercomm visibilità _ sponsorizzazioni google ADS affissioni, maxischermi e giornali ufficio stampa mercomm contenuti aziendali produzione contenuti blog shooting foto e video graphic e motion design 2D e 3D Liguria-Day-icona-500x500 LiguriaDay _ quotidiano online di mercomm progetti editoriali

Info La Redazione

La redazione di LiguriaToday
La Redazione di LiguriaDay è formata da persone di ogni dove, genere e età, e diversa provenienza culturale e professionale. Un gruppo eterogeneo e colorato di professionisti che, per passione e con passione, ogni giorno rendono LiguriaDay, il Vostro quotidiano online.

Articoli simili

Il Ddl Nordio è lo specchio di un’Italia che torna indietro

Il Ddl Nordio: progresso o retrocessione?

Al termine degli ultimi giorni di fermento nelle alte sfere della politica italiana, il discusso …

LiguriaDay