memorie di un rettile copertina LiguriaToday recensione

Memorie di un rettile: recensione del thriller carico di suspense

Condividi su
Tempo di lettura: < 1 minuto

“Ai serpenti manca il senso di appartenenza. Non sono animali sociali. Quando li si vede cacciare insieme non stanno collaborando: si fanno concorrenza. I serpenti non si legano, non intrecciano rapporti di dipendenza”.

2004, Liv e i suoi tormenti. Un pitone con il quale ha un enigmatico legame e sente di comunicare davvero solo con lui.

2017 Mariam, durante una discussione con sua figlia Iben, la perde. Lei sparisce.
Mariam, ambivalente e insoddisfatta, una personalità contraddittoria anche nei confronti della maternità. E così tutto precipita nel vuoto.

Un romanzo d’esordio notevole, ricco di metafore, che offre diverse chiavi di lettura.
Un thriller disturbante e oscuro, che scorre e cattura, con una scrittura limpida ci immerge nei meandri dell’animo umano, dove di cristallino c’è davvero poco.
Suspense e adrenalina.
Una lettura da fare però con la giusta attenzione, tra salti temporali, diversi POV e nomi non facilissimi da memorizzare.

Un viaggio nei meandri più cupi dell’animo umano, dove si combatte per andare avanti, per trovare se stessi, per mettere a tacere i propri sensi di colpa o i propri istinti, quelli meno accettabili.
E dove nulla è scontato, neanche determinati sentimenti, neanche quelli più basilari.

Un viaggio nelle tenebre, dove l’amore non è mai semplice, ma che in fondo ci può sempre sorprendere. Oppure no?

Condividi su
MeRcomm.it | posizionamento _ strategie di brand posizionamento SEO realizzazione siti web e-commerce mercomm social media marketing produzione contenuti pianificazione contenuti gestione e sponsorizzazione contenuti mercomm visibilità _ sponsorizzazioni google ADS affissioni, maxischermi e giornali ufficio stampa mercomm contenuti aziendali produzione contenuti blog shooting foto e video graphic e motion design 2D e 3D Liguria-Day-icona-500x500 LiguriaDay _ quotidiano online di mercomm progetti editoriali

Info Barbara Aversa | Missparklingbooks

Avatar photo
Insegnante, bookinfluencer e scrittrice, da sempre impegnata nell'ambito giornalistico e come content creator. Barbara Aversa, nota sui social come Missparklingbooks, ha pubblicato diversi racconti per riviste noir, thriller e non solo, ed è stata vincitrice del premio metropolitano di Roma. La figlia della lupa è il suo primo romanzo.

Articoli simili

La vita inizia quando smetti di lavorare su LiguriaDay

La vita inizia quando smetti di lavorare: un romanzo di Raphaëlle Giordano

“La vita inizia quando smetti di lavorare” di Raphaëlle Giordano è un romanzo vibrante ed …

LiguriaDay