Ballardini arriva al Genoa

Juventus-Genoa, gli ex a caccia di riscatto

Condividi su
Tempo di lettura: < 1 minuto

Dal veterano alla promessa, fino al talento incompiuto. Juventus-Genoa si avvicina (si giocherà domenica alle 18) e per ben cinque giocatori rossoblu non si tratterà di una partita come le altre: per alcuni la Juve è il passato, per altri – in prestito al Grifone – potrebbe rappresentare il futuro.

Nonostante il rendimento del Genoa, da inizio stagione, lasci piuttosto a desiderare, gli ex Juve presenti in organico – almeno sulla carta – comporrebbero una squadra di calcetto niente male.

Juventus-Genoa: la partita del riscatto

MATTIA PERIN – Per primo il tassello fondamentale, quello che se non c’è “tocca andare in porta a giro”. Mattia Perin ha recuperato dall’infortunio e domenica sarà titolare. Cresciuto nel Genoa, all’apice della carriera ha tentato il grande salto in bianconero, ma non è mai riuscito a scalzare Szczesny nelle gerarchie. Dopo due anni in panchina è tornato al Genoa con tanta voglia di riscatto.

DOMENICO CRISCITO – Un altro grande deluso dal passaggio alla Juventus. Dopo i primissimi successi in Serie B con il Genoa, Mimmo Criscito torna a Torino, dove già aveva trascorso parte della sua carriera giovanile, per giocare in bianconero nell’anno del ritorno in Serie A. Il suo rendimento non convince la Juve: dal 2008 Criscito si dividerà tra Genova e San Pietroburgo, dove giocherà per 7 stagioni con la maglia dello Zenit.

LUCA PELLEGRINI – Il terzino sinistro, nel giro della Nazionale maggiore, è stato acquistato dalla Juventus nel 2019, dopo alcune apparizioni positive con la maglia della Roma, squadra in cui nasce e cresce calcisticamente. L’anno in prestito a Cagliari sembrava averlo definitivamente consacrato, ma la Juventus ha preferito “parcheggiarlo” altrove per un’altra stagione. Sotto la Lanterna.

STEFANO STURARO – Storico gregario della Juve di Allegri, Sturaro muove i primi passi proprio nel Genoa, dove gioca due stagioni importanti dal 2013 al 2015. Dopo 90 presenze in bianconero e un prestito infelice allo Sporting Lisbona, il centrocampista sanremese fa ritorno a Genova.

MARKO PJACA – Nessuna squadra di calcetto è completa senza il terminale offensivo. Di Marko Pjaca, agli Europei del 2016, si diceva – e vedeva – un gran bene. Astro nascente del calcio croato, fu prelevato dalla Juventus. Da allora, l’inizio di un calvario: due infortuni gravi e una girandola di prestiti tra Schalke, Fiorentina e Anderlecht, al termine dei quali colleziona solo 4 gol in 4 stagioni. Ora, al Genoa, nonostante le “solite” noie muscolari che non gli garantiscono la giusta continuità, ha segnato 3 reti.

Che sia la volta buona?

 

Tommaso Imperato

Condividi su
MeRcomm.it | posizionamento _ strategie di brand posizionamento SEO realizzazione siti web e-commerce mercomm social media marketing produzione contenuti pianificazione contenuti gestione e sponsorizzazione contenuti mercomm visibilità _ sponsorizzazioni google ADS affissioni, maxischermi e giornali ufficio stampa mercomm contenuti aziendali produzione contenuti blog shooting foto e video graphic e motion design 2D e 3D Liguria-Day-icona-500x500 LiguriaDay _ quotidiano online di mercomm progetti editoriali

Info La Redazione

La redazione di LiguriaToday
La Redazione di LiguriaDay è formata da persone di ogni dove, genere e età, e diversa provenienza culturale e professionale. Un gruppo eterogeneo e colorato di professionisti che, per passione e con passione, ogni giorno rendono LiguriaDay, il Vostro quotidiano online.

Articoli simili

Mondiali di pallanuoto 2024: il Settebello fermato solo ai rigori

Mondiali di pallanuoto 2024: il Settebello fermato solo ai rigori

In una finale dei Mondiali di pallanuoto 2024, combattutissima e aperta fino ai minuti finali, …

LiguriaDay