Notte di San Giovanni

Notte di San Giovanni, l’intreccio tra magia e religione

Condividi su
Tempo di lettura: < 1 minuto

Sta per arrivare la magica notte di San Giovanni che si celebrerà il 23 giugno con il tradizionale falò e il ghost tour per le vie del centro storico oltre ad altre moltissime iniziative tra cui il concerto di Paolo Jannacci, le voci bianche del Carlo Felice e l’esposizione dei crocifissi delle confraternite.

“La festa San Giovanni – dice l’assessora alle Tradizioni del Comune di Genova Paola Bordilli – è una delle giornate più importanti per i genovesi, capace di solidificare un legame stretto tra la festa popolare e i riti religiosi che rappresentano per la città momenti di storia e cultura e devozione”.

Notte di San Giovanni, i riti pagani

San Giovanni, patrono di Genova, ricorda però una giornata piena di leggende e che non si limita quindi solo al capoluogo ligure. La notte tra il 23 e il 24 giugno è infatti una notte carica di significato e che segna l’avvio di una stagione magica e rigogliosa, il solstizio d’estate. La leggenda vuole che in questa notte il sole simbolo del fuoco si incontri con la luna simbolo dell’acqua, dando così origine ai rituali riguardo il falò e la rugiada presenti da sempre nella tradizione contadina e popolare.

Infatti il rito della rugiada è un altro caratteristico di questa notte. Al tramonto del 23 giugno è consigliato raccogliere erbe spontanee e aromatiche come salvia, iperico, lavanda, trifogli, menta, garofano, fiori e molto altro da riporre in una bacinella piena d’acqua e da lasciare fuori tutta la notte. Questa diventerà l’acqua di San Giovanni e si potrà utilizzare dalla mattina del 24 giugno per lavarsi il viso o per conservarla negli angoli della casa. Si pensa sia un’acqua che abbia il potere purificatorio e capace di scacciare malocchio, sfortuna e malattie.

Notte di San Giovanni, dal paganesimo al cristianesimo

Questa ricorrenza è conosciuta per lo più come una festività cristiana legata alla nascita del santo che battezzò Gesù ma in realtà ha antiche origini pagane. Storicamente infatti era una festa dedicata alla Fors Fortuna in cui si celebrava l’amore carnale e terreno e già in antichità era legata a tradizionali falò e all’elemento acquatico con la presenza di barche adornate di fiori simbolo di fortuna e fertilità.

Per questi motivi è una notte magica in tutta Europa anche se a Genova ha un significato particolare. Genova celebra San Giovanni Battista portando le sue ceneri in processione in giro per la città, ricordando l’arrivo delle reliquie nel 1098 quando i genovesi rientrarono dalla prima crociata guidata da Guglielmo Embriaco che portò in città il “sacro catino” e qui la magia, perché solo quando le ceneri vennero riunite e riposte in una sola nave si placò la feroce tempesta che colpì i marinai di ritorno dalla Terrasanta. Un potere incredibile per i marinai genovesi abituati da sempre a domare le onde e da lì San Giovanni divenne patrono di Genova per la sua dote di protezione del popolo genovese e capacità di governare i flutti.

Ricordato così ogni anno con falò tradizionali, processioni e riti pagani che avvolgono la città dalle vie del centro all’entroterra. Così il 23 giugno la sera trascorrerà tra ghost tour, dj set e il falò acceso in piazza Matteotti mentre il 24 sarà tempo dei riti cristiani con la celebrazione dei Vespri nella cattedrale di San Lorenzo e a seguire la processione con le ceneri del santo che saranno esposte nella cattedrale fino al 30 giugno.

Ti può interessare anche:

Artisti a confronto, Savona si colora d’estate


Condividi su
MeRcomm.it | posizionamento _ strategie di brand posizionamento SEO realizzazione siti web e-commerce mercomm social media marketing produzione contenuti pianificazione contenuti gestione e sponsorizzazione contenuti mercomm visibilità _ sponsorizzazioni google ADS affissioni, maxischermi e giornali ufficio stampa mercomm contenuti aziendali produzione contenuti blog shooting foto e video graphic e motion design 2D e 3D Liguria-Day-icona-500x500 LiguriaDay _ quotidiano online di mercomm progetti editoriali

Info La Redazione

La redazione di LiguriaToday
La Redazione di LiguriaDay è formata da persone di ogni dove, genere e età, e diversa provenienza culturale e professionale. Un gruppo eterogeneo e colorato di professionisti che, per passione e con passione, ogni giorno rendono LiguriaDay, il Vostro quotidiano online.

Articoli simili

Turismo balneare a rischio: l’allarme arriva alla Meloni

Dopo la sentenza della Corte di Giustizia UE che ha legittimato gli espropri al termine …

LiguriaDay