La mossa di Regione e Comune per la rinascita di Via del Campo
©Genovasifaesirifa

La mossa di Regione e Comune per la rinascita di Via del Campo

Condividi su
Tempo di lettura: < 1 minuto

Con l’approvazione della proposta degli assessori al Commercio di Regione e Comune, Andrea Benveduti e Paola Bordilli, è scoccata una nuova era per Via del Campo. La suggestiva e storica strada, cantata perfino dal sommo De Andrè, ha infatti ricevuto lo status di area a massima tutela e valorizzazione commerciale dalle due Giunte. In breve, il provvedimento impone la necessità di un’autorizzazione per tutte le nuove attività commerciali che apriranno in via del Campo, al fine di tutelarne il patrimonio storico, artistico e paesaggistico.

Questo passaggio da un più “morbido” regime -Scia- ( autodichiarazione del privato che consente, dopo il deposito presso l’amministrazione comunale, l’inizio dei lavori immediato)a quello di apertura autorizzatoria avrà l’obbiettivo di riscoprire l’antico splendore di uno dei luoghi più iconici del centro storico. Degna di nota anche l’ampliamento della lista di articoli di seconda mano ammessi, da dischi e libri ad abbigliamento e oggetti da collezione, per non parlare dell’autorizzazione concessa ai rivenditori di biciclette elettriche e altri mezzi “green”, un ulteriore dimostrazione dell’attenzione delle amministrazioni per l’ambiente e la salute della città.

Un’inversione di rotta necessaria

Nulla da fare, invece, per cibi precotti o sprovvisti di marchi di certificazione di qualità, prodotti per cui vigerà un divieto assoluto. La rinascita del Centro Storico, tra i luoghi più caratteristici e pregni di tradizione della città, parte dunque da questo importante provvedimento a tutela delle “realtà imprenditoriali che vogliono lavorare per il territorio, per il suo decoro e per la sua vivibilità”, come affermato dall’assessore Bordilli.

Proteggere le aree di pregio e interesse culturale del centro e dell’area storica di Sampierdarena, altra zona interessata dal provvedimento sin dal 2018, dal degrado e dalla conseguente svalutazione è infatti un atto doveroso destinato a dare i suoi frutti a medio-lungo termine. Il grande impegno nella rigenerazione del tessuto urbano genovese e nella tutela della sua eredità storico-culturale ha inoltre suscitato l’interesse di altre amministrazioni del territorio, dalla Spezia a Santa Margherita Ligure e Sestri Levante, tanto da lasciare ben sperare per l’estensione di misure analoghe.

Condividi su
MeRcomm.it | posizionamento _ strategie di brand posizionamento SEO realizzazione siti web e-commerce mercomm social media marketing produzione contenuti pianificazione contenuti gestione e sponsorizzazione contenuti mercomm visibilità _ sponsorizzazioni google ADS affissioni, maxischermi e giornali ufficio stampa mercomm contenuti aziendali produzione contenuti blog shooting foto e video graphic e motion design 2D e 3D Liguria-Day-icona-500x500 LiguriaDay _ quotidiano online di mercomm progetti editoriali

Info Alessandro Gargiulo

Avatar photo
Anacaprese trapiantato prima ad Udine e poi a Genova, coltivo la passione per la scrittura e il giornalismo fin da piccolo. Come un vero e proprio girovago, sono giunto in città per frequentare il corso di Informazione ed Editoria ed inseguire il mio sogno. Autentico malato di calcio, ho la fortuna di poter raccontare lo sport su LiguriaDay. Mix vincente tra Cannavacciuolo e Adani, spero in una carriera in cui potermi occupare soprattutto di calcio femminile.

Articoli simili

Turismo balneare a rischio: l’allarme arriva alla Meloni

Dopo la sentenza della Corte di Giustizia UE che ha legittimato gli espropri al termine …

LiguriaDay