I Whiteshark sul palco di Wall of Dolls
I Whiteshark sul palco di Wall of Dolls

Whiteshark, Ranzy e Alla: la musica sul palco di Wall of Dolls per dire NO alla violenza sulle donne

Condividi su
Tempo di lettura: 2 minuti

La musica protagonista dell’Happening Pink Wall of Dolls

Whiteshark, Ranzy e Alla sono i giovani artisti che hanno preso parte, sabato 26 novembre, all’evento organizzato per dire NO alla violenza sulle donne.

Un appuntamento annuale importante quello di Wall of Dolls per la Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne.

Flash mob, interventi delle istituzioni, testimonianze e musica, da sempre il linguaggio preferito dalle giovani generazioni: uno strumento davvero fondamentale per trasmettere messaggi importanti.

I giovani artisti sono saliti sul palco di Wall of Dolls per sottolineare ancora una volta, ai ragazzi presenti, l’importanza di diffondere una cultura di non violenza fin dalla giovane età.

Per arrivare a vivere una società paritaria, inclusiva e pacifica.

La musica dei Whiteshark per combattere la violenza sulle donne

“Siamo contenti di essere qui oggi, ancora una volta, per supportare Wall of Dolls: speriamo di poter portare un po’ di gioia con la nostra musica.

Soprattutto speriamo di contribuire ad eliminare la piaga della violenza sulle donne e su qualsiasi essere umano.

E’ per noi fondamentale insistere per diffondere tra i giovani una cultura della non violenza.

Sono messaggi che vanno trasmessi ai più giovani in modo che possano crescere con questa nuova consapevolezza.

La musica ci aiuta tantissimo a comunicare con le nuove generazioni che ci seguono. La violenza va assolutamente combattuta in ogni sua forma.”

 

 

Lo spoiler dei Whiteshark ai microfoni di Liguria Today

A sorpresa l’annuncio dei Whiteshark che annunciano in anteprima a Liguria.Today l’imminente uscita dei prossimi pezzi.

“Liguria.Today è la prima a saperlo! Stiamo lavorando a ben cinque tracce e non vediamo l’ora di farle uscire. Rimanete sintonizzati, vi aggiorniamo presto.”

Daniele Scavetta, in arte “Scave”, e Simone Filipazzi, in arte “Simoroy” nel 2018 decidono di formare il gruppo Whiteshark.

 Esordiscono con un EP di 4 tracce dal titolo Quanto Basta condito da due videoclip: Muovilo e Non fa per me.

A seguire altri singoli, tra cui Accelera in collaborazione con il noto rapper Vacca.

“L’idea del nome richiama la fame – spiega Scave – la costanza e la determinazione con cui inseguiamo i nostri obiettivi.”

Proprio come lo “squalo bianco”, uno dei predatori più forti al mondo. Lo squalo bianco non dorme mai e, soprattutto, non si volta mai indietro.”

Sul palco di Wall of Dolls i Whiteshark hanno eseguito la traccia Il titolo sceglilo tu.

 

 

Ranzy sul palco di Wall of Dolls con Diamante

A seguire abbiamo incontrato Ranzy, anche lui giovane artista da tempo impegnato nella lotta alla violenza.

Il rapper Ranzy visita spesso le scuole per portare la sua testimonianza ed il suo messaggio di non violenza.

 

 

In occasione della settimana di sensibilizzazione contro la violenza sulle donne Ranzy ha scritto il suo brano Diamante presentato in anteprima sul palco di Wall of Dolls

“Questo mio nuovo brano nasce a dicembre 2021 – racconta Ranzy – dopo aver preso parte a molteplici eventi di sensibilizzazione sul tema della violenza.

Ho ascoltato tantissime testimonianze che mi hanno fatto veramente piangere: storie tristi di violenza e sopraffazione.

Ho realizzato di aver provato io stesso certe cose sulla mia pelle: la cattiveria, la discriminazione.

Sono tornato a casa e con le lacrime agli occhi ho scritto Diamante.”

E’ una canzone per tutte le persone che hanno sofferto e per dire sempre NO a qualsiasi forma di violenza.

 

 

Il rapper Alla: “Basta col dire che il rap è misogino”

Sul palco anche un artista giovanissimo, il rapper Alla che si dice davvero contento di poter prendere parte ad un appuntamento così importante:

“Un evento, quello di Wall of Dolls,  che permette di avvicinare noi giovani ad un tema poco presente a scuola.

Mi fa piacere partecipare anche come rapper in quanto i testi rap sono spesso accusati di essere testi misogeni e sessisti e non è così.”

 

 

Il giovane artista – quest’estate ha aperto il Concerto degli Psicologi al Goa Boa Festival – ha presentato la traccia Estate a Genova.

Importantissima la presenza di Alla proprio nell’ottica di poter comunicare e coinvolgere il pubblico più giovane attraverso la musica.

E i ragazzi presenti all’evento hanno risposto con entusiasmo alle performance di Alla e degli altri artisti sul palco.

E’ stato un pomeriggio all’insegna della condivisione che ha coinvolto i cittadini presenti e che ha permesso di continuare il processo di sensibilizzazione per dire NO alla violenza sulle donne e su qualsiasi essere vivente.

 

 

WALL OF DOLLS

E’ un’installazione permanente, nata a Milano ideata e voluta da Jo Squillo

Ricreata poi in diverse città d’Italia tra cui Genova dove nasce nel 2016 a ridosso di Piazza De Ferrari per volontà e collaborazione tra Jo Squillo, Wall of Dolls ONLUS, Regione Liguria, Comune di Genova e Ordine degli Infermieri di Genova OPI.

Negli anni questa installazione di forte impatto ha suscitato sempre più interesse e ha visto sempre più figure coinvolte.

Università, istituzioni, associazioni, servizi, studenti, cittadini; tutti uniti dall’obiettivo comune di dire No alla violenza contro le donne.

Gli eventi in piazza hanno uno scopo trasversale: attraverso l’arte, la musica e lo spettacolo si crea sensibilizzazione, si fa rete, si informa sulle prese in carico.

Si parla a tutta la popolazione – soprattutto ai giovani – e si utilizza un linguaggio universale favorendo una presa di coscienza.

A Genova Wall of Dolls è presente presso una sua sede sita in Via Aurora 8R, Boccadasse. 

INFO

Coordinatrice Wall of Dolls Liguria Dott.ssa Barbara Bavastro barbara_bavastro@yahoo.it / 3455402885 

Vice Coordinatrice Wall of Dolls Liguria Avv. Cristina Zunino zunino@zuninopicco.com / 3474355072 

Sportello d’ascolto Liguria: 3756700767

 

Rosella Schiesaro

 

Ti può interessare anche>Happening Pink Wall of Dolls: in Piazza De Ferrari contro la violenza sulle donne con flash mob, musica, arte, testimonianze

 

 

 

Condividi su
MeRcomm.it | posizionamento _ strategie di brand posizionamento SEO realizzazione siti web e-commerce mercomm social media marketing produzione contenuti pianificazione contenuti gestione e sponsorizzazione contenuti mercomm visibilità _ sponsorizzazioni google ADS affissioni, maxischermi e giornali ufficio stampa mercomm contenuti aziendali produzione contenuti blog shooting foto e video graphic e motion design 2D e 3D Liguria-Day-icona-500x500 LiguriaDay _ quotidiano online di mercomm progetti editoriali

Info Rosella Schiesaro

Avatar photo
Nata a Savona, di origini toscane, Rosella Schiesaro ha svolto per più di vent'anni attività di ufficio stampa e relazioni esterne per televisioni, aziende e privati. Cura per LiguriaDay la rubrica Il diario di Tourette dove affronta argomenti di attualità e realizza interviste sotto un personalissimo punto di vista e con uno stile molto diretto e libero. Da sempre appassionata studiosa di Giorgio Caproni, si è laureata con il massimo dei voti con la tesi “Giorgio Caproni: dalla percezione sensoriale del mondo all’estrema solitudine interiore”. In occasione dei centodieci anni dalla nascita del poeta, ci accompagna In viaggio con Giorgio Caproni alla scoperta delle sue poesie più significative attraverso un percorso di lettura assolutamente inedito e coinvolgente.

Articoli simili

Turismo balneare a rischio: l’allarme arriva alla Meloni

Dopo la sentenza della Corte di Giustizia UE che ha legittimato gli espropri al termine …

LiguriaDay