Dimmi come ti vesti e ti dirò chi sei: quanto è importante il look?

Condividi su
Tempo di lettura: 2 minuti

Un look adatto per un’apparenza perfetta

L’importanza di un look sempre adeguato non può essere sottovalutata in un’epoca in cui l’apparenza è diventata una componente fondamentale della nostra vita quotidiana.

Viviamo in un mondo iperconnesso dove l’immagine personale gioca un ruolo cruciale sia nella sfera professionale sia in quella sociale.

Ma che cosa significa esattamente avere un look adeguato? E perché oggi è così rilevante?

Partiamo da un dato oggettivo: la psicologia ci insegna che le prime impressioni si formano in pochi secondi e che possono durare a lungo.

Giuste o sbagliate che poi si rivelino – ma difficilmente proviamo sensazioni errate – al di là della chimica è innegabile l’importanza dell’apparenza.

Un look curato e appropriato può influenzare positivamente fin dal primo istante la percezione che gli altri hanno di noi.

Nel contesto lavorativo, ad esempio, un abbigliamento professionale è in grado di trasmettere competenza, affidabilità e rispetto per l’ambiente in cui si opera.

Anche nei contesti sociali un look adeguato può facilitare le interazioni e migliorare la nostra autostima.

Look e Social Media: il bombardamento degli influencer

Un altro dato innegabile è che i social media hanno amplificato notevolmente l’importanza dell’apparenza.

Ogni giorno siamo infatti esposti a immagini di persone che ci appaiono sempre perfette e curate in ogni dettaglio.

Se da un lato questo eccesso di perfezione può sembrare opprimente, di certo può anche rappresentare una fonte di ispirazione per migliorare il nostro stile personale.

La moda e il look rappresentano infatti un linguaggio universale, il nostro modo per comunicare chi siamo e come ci sentiamo.

Quello che decidiamo di indossare non è solo una questione di estetica, ma anche e soprattutto un mezzo di comunicazione.

Attraverso il nostro look possiamo infatti esprimere la nostra personalità, i nostri gusti e persino le nostre credenze.

Scegliere il giusto abbigliamento per ogni occasione può senza dubbio aiutarci a sentirci più sicuri e a nostro agio e a migliorare le nostre prestazioni in circostanze differenti.

Poter disporre di un guardaroba versatile e ben curato è fondamentale per sentirsi pronti ad affrontare qualsiasi situazione.

Investire in capi di qualità, che possano essere facilmente abbinati e adattati a diverse occasioni, è una strategia intelligente.

E’ inoltre importante tenere conto delle tendenze della moda, ma senza mai perdere di vista la propria identità ed il proprio comfort.

Il futuro del look tra moda e sostenibilità

Il futuro del look personale è destinato a evolversi con l’avanzare delle tecnologie e delle nuove tendenze.

La sostenibilità sta diventando un tema centrale nella moda e sta spingendo sempre più persone a scegliere capi eco-friendly e a ridurre gli sprechi.

Inoltre, la personalizzazione del look, grazie all’intelligenza artificiale e alle nuove tecnologie, sta aprendo nuove possibilità per esprimere la propria unicità.

L’importanza di un look sempre adeguato oggi non riguarda soltanto l’apparenza esteriore, ma anche il modo in cui ci presentiamo al mondo e comunichiamo con gli altri.

Un look curato e appropriato può fare la differenza in molte situazioni e arrivare a migliore la nostra vita personale e professionale.

Ricordiamoci che la moda è un potente strumento di espressione che ci permette di mostrare chi siamo veramente.

Ovvio, possiamo anche “travestirci”, ovvero utilizzare scientemente un determinato look per regalare agli altri un’impressione diversa di noi stessi.

Oggi, con i social di mezzo, sembra imprescindibile mostrare abiti ed accessori di lusso per sottolineare l’appartenenza ad un determinato ambiente.

Met Gala
Met Gala

Gli influencer ci bombardano di consigli per gli acquisti

Basta ragionare un attimo per accorgersi che praticamente tutti gli influencer sono diventati abili venditori di qualsivoglia articolo.

Questo ci ribadisce l’importanza di saper scegliere nel modo più appropriato quello che desideriamo indossare nelle varie occasioni. 

In linea generale ci accostiamo tutti alla pubblicità di abiti, prodotti ed accessori, ma c’è qualcuno per cui tutto ciò è una vera e propria ossessione.

Il modaiolo succube della moda

E’ lui, o lei ovviamente: il modaiolo, che si preoccupa di essere sempre alla moda.

I modaioli non solo adeguano il loro abbigliamento ed i loro accessori alle ultime tendenze, ma spesso modellano anche la loro vita su ciò che “fa tendenza”.

I modaioli estremi arrivano persino a conformare le loro opinioni al pensiero prevalente, un tempo etichettati come “conformisti”.

Questo comportamento nasconde un desiderio di sentirsi adeguati e accettati dalla società.

Il modaiolo è disposto, tra le altre cose, a spendere più di quanto si possa permettere e a sopportare questo disagio pur di sentirsi psicologicamente accettato.

Ama frequentare ambienti alla moda e discutere delle ultime tendenze, fotografa ogni luogo ed oggetto pur di condividerlo sui social.

Si può dire che il modaiolo sia una figura in espansione, alimentata dalla crescente superficialità della società odierna e dal bisogno ossessivo di guadagnare in  modo rapido e facile.

Ma c’è un altro problema legato all’imperversare ossessivo del look come strumento di accettazione sociale ed è legato all’inevitabile processo di omologazione.

Ci vestiamo tutti allo stesso modo?

Se ci guardiamo intorno, vediamo persone simili, quasi manichini tutti similmente ben accessoriati.

Ciò accade perché il look è imposto dai mass-media che promuovono modelli spesso irraggiungibili e innaturali, come modelle sempre più magre e interventi di chirurgia estetica estremi.

Questi standard, seguiti ciecamente, si rivelano dannosi per tutti e limitano la nostra autonomia decisionale.

Non va meglio per gli adolescenti in cerca di riferimenti: in un periodo difficile di crescita è naturale cercare di farsi accettare anche mediante il look, ma bisogna evitare di diventare schiavi della moda.

Ed è anche necessario ricordare che scegliere come vestirsi implica valutazioni spesso inconsce.

Comprendere la nostra psicologia ci permette scelte senza dubbio più consapevoli.

Moda e Neurofashion

Ed è utile indossare abiti consoni alle nostre caratteristiche poichè tutto influenza la nostra psiche.

Basti pensare che oggi si parla addirittura di Neurofashion, lo studio di come l’abbigliamento rifletta e influenzi la nostra personalità.

E sì, noi tutti non solo mettiamo in scena chi siamo attraverso i vestiti che indossiamo, ma li scegliamo anche in base al contesto e al messaggio che vogliamo trasmettere.

Le esperte di moda dicevano “Dimmi chi sei e ti dirò come vestirti”.

Tuttavia, l’era digitale ha ribaltato questo concetto: “Dimmi come ti vesti e ti dirò chi sei”.

Per questo la consulenza d’immagine ha preso sempre più campo per insegnare che il modo di vestire può raccontare o camuffare l’essenza di una persona.

Anche il colore gioca un ruolo cruciale nel nostro look. Armocromia e psicologia del colore aiutano infatti a scegliere palette che esprimono stati d’animo e personalità.

Ad esempio, il nero è solitamente associato a serietà e riservatezza, mentre il rosa evoca l’infanzia e la dolcezza.

Tuttavia, il benessere psicofisico deve rimanere la vera priorità: indossare colori che ci fanno sentire bene è fondamentale, anche se non sono in palette.

Anche tutti gli accessori, come le scarpe, le borse, gli occhiali, raccontano molto di noi al pari di un tailleur o di una tuta da ginnastica.

Tacchi a spillo, sneakers, montature classiche o eccentriche: ogni scelta riflette una parte della nostra identità. Anche chi resiste alle tendenze non può sfuggire completamente all’influenza della moda e alle scelte inconsce che guidano il nostro stile.

E’ evidente che un look adeguato è molto più di una questione estetica: è uno strumento di comunicazione e un mezzo per esprimere professionalità, rispetto e autostima.

Che si tratti di avanzare nella carriera, costruire relazioni personali o semplicemente sentirsi bene con sé stessi, investire nel proprio aspetto è un investimento oggi necessario e, diciamolo, anche molto gratificante.

Rosella Schiesaro©

Photo Credit Vogue, Keblog, Getty Images

Condividi su
MeRcomm.it | posizionamento _ strategie di brand posizionamento SEO realizzazione siti web e-commerce mercomm social media marketing produzione contenuti pianificazione contenuti gestione e sponsorizzazione contenuti mercomm visibilità _ sponsorizzazioni google ADS affissioni, maxischermi e giornali ufficio stampa mercomm contenuti aziendali produzione contenuti blog shooting foto e video graphic e motion design 2D e 3D Liguria-Day-icona-500x500 LiguriaDay _ quotidiano online di mercomm progetti editoriali

Info Rosella Schiesaro

Avatar photo
Nata a Savona, di origini toscane, Rosella Schiesaro ha svolto per più di vent'anni attività di ufficio stampa e relazioni esterne per televisioni, aziende e privati. Cura per LiguriaDay la rubrica Il diario di Tourette dove affronta argomenti di attualità e realizza interviste sotto un personalissimo punto di vista e con uno stile molto diretto e libero. Da sempre appassionata studiosa di Giorgio Caproni, si è laureata con il massimo dei voti con la tesi “Giorgio Caproni: dalla percezione sensoriale del mondo all’estrema solitudine interiore”. In occasione dei centodieci anni dalla nascita del poeta, ci accompagna In viaggio con Giorgio Caproni alla scoperta delle sue poesie più significative attraverso un percorso di lettura assolutamente inedito e coinvolgente.

Articoli simili

Agroalimentare Liguria Fiera New York

Agroalimentare, la Liguria presente alla fiera a New York

Fino al 25 giugno le eccellenze della regione alla più grande fiera del comparto agroalimentare …

LiguriaDay