Mille Miglia: la storia dell’automobilismo passa da Genova

Condividi su
Tempo di lettura: < 1 minuto

La novità assoluta della prossima edizione della 1000 Miglia è data dal passaggio da Genova, con sfilata sul lungomare.

Il programma

Dopo il via da Brescia nel pomeriggio di martedì 11 Giugno e l’attraversamento di Bergamo, Novara e Vercelli, la prima tappa si concluderà a Torino.

Il secondo giorno, il convoglio scollinando le Langhe, attraverserà il centro di Alba dopo essere entrata in Liguria attraverso il Passo del Faiallo, i partecipanti faranno rotta verso Genova.

Così come per la tappa del Giro ciclistico d’Italia per l’arrivo in città è stata scelta Piazza della Vittoria.

Per garantire una perfetta organizzazione proprio nel viale a monte di Piazza della Vittoria dalle ore 06 alle ore 20 di mercoledì 12 giugno scatterà il divieto di transito e sosta con rimozione forzata per i veicoli inadempienti.

Dopo questa sosta a Genova, la gara continuerà sulla costa tirrenica e giungerà a Viareggio, sede dell’arrivo della seconda giornata di gara.                                                                                            

La discesa verso Roma caratterizzerà la terza tappa, passando da Lucca e Livorno proseguendo fino al break del pranzo a Castiglione della Pescaia. Nel pomeriggio il passaggio Grosseto, l’ingresso nel Lazio e la discesa lungo il Lago di Bolsena, prima di concludere con la sfilata in via Veneto.

Dopo il giro di boa della Capitale, il quarto giorno gli equipaggi risaliranno fino a Orvieto per proseguire verso Siena e Prato. Prima di raggiungere il finale di tappa a Bologna, piloti e navigatori valicheranno i passi della Futa e della Raticosa. Da Bologna, l’ultima tappa incontrerà Ferrara e Mantova, e ancora il lago di Garda con la Valtenesi e Salò prima della classica passerella in Viale Venezia a Brescia.

L’elenco delle auto in corsa

In tutto saranno 405 le vetture che daranno vita alla Mille Miglia 2024, a queste si sommeranno quindici mezzi speciali.

L’Italia resta anche quest’anno il Paese più rappresentato: cinquanta l’Alfa Romeo, ventuno le Ferrari e diciassette Bugatti, tra questi ci saranno alcuni mezzi unici al mondo a queste si aggiungeranno ventisette Jaguar, trentuno Porsche e venticinque Mercedes Benz.

In totale gli esemplari che hanno già preso parte alla storica 1000 Miglia di velocità saranno settantuno.

 Trentatré le nazioni rappresentante e quest’anno quella che è stata definita la “corsa più bella del mondo” vedrà le splendide vetture percorrere lo stesso percorso del 2021, in senso anti orario.

La competizione partirà da Brescia l’11 giugno e si concluderà sabato 15 giugno , dopo aver percorso più di 2mila chilometri.

Breve storia della Mille Miglia

La Mille Miglia è stata una competizione automobilistica stradale disputata in Italia in 24 edizioni tra il 1927 e il 1957.

Si trattava di una gara di velocità con partenza e arrivo a Brescia in cui i concorrenti dovevano raggiungere Roma attraverso il Centro-Nord Italia. Il nome della gara deriva dalla lunghezza del percorso; infatti, nonostante diverse variazioni nel corso degli anni, rimase lungo circa 1600 chilometri equivalenti a circa mille miglia.

Fu cancellata dopo l’edizione 1957 a causa di un grave incidente.

Dal 1977 la Mille Miglia rivive sotto forma di gara di regolarità storica a tappe la cui partecipazione è limitata alle vetture, prodotte entro il 1957, che avevano partecipato (o risultavano iscritte) alla corsa originale. Il percorso Brescia – Roma – Brescia ricalca, pur nelle sue varianti, quello della gara originale mantenendo costante il punto di partenza – arrivo a Brescia.

La prima edizione partì alle ore 13 del 26 marzo 1927, con la partecipazione di settantasette equipaggi, due soli dei quali stranieri (al volante delle piccole Peugeot 5 CV). Di loro 55 portò a termine la corsa mentre 22 vetture furono costrette al ritiro. Alla fine un equipaggio bresciano composto da Ferdinando Minoia e Giuseppe Morandi a bordo di una bresciana OM 665 “Superba” S torpedo tagliò per primo il traguardo completando il percorso in 21 ore, 4 minuti, 48 secondi e 1/5 alla media di 77,238 km/h.

Solo dopo l’enorme successo della prima Mille Miglia si decise di ripetere la prova negli anni a venire e l’evento divenne così importante che il tracciato fu modificato per ben tredici volte per far passare la gara anche da altre città.

Oggi è una manifestazione di regolarità particolarmente apprezzata da equipaggi provenienti da ogni parte del mondo.

Condividi su
MeRcomm.it | posizionamento _ strategie di brand posizionamento SEO realizzazione siti web e-commerce mercomm social media marketing produzione contenuti pianificazione contenuti gestione e sponsorizzazione contenuti mercomm visibilità _ sponsorizzazioni google ADS affissioni, maxischermi e giornali ufficio stampa mercomm contenuti aziendali produzione contenuti blog shooting foto e video graphic e motion design 2D e 3D Liguria-Day-icona-500x500 LiguriaDay _ quotidiano online di mercomm progetti editoriali

Info Gino Bruni

Articoli simili

Agroalimentare Liguria Fiera New York

Agroalimentare, la Liguria presente alla fiera a New York

Fino al 25 giugno le eccellenze della regione alla più grande fiera del comparto agroalimentare …

LiguriaDay