AMIU insegna a fare la raccolta differenziata della spazzatura nel palazzo di giustizia

Condividi su
Tempo di lettura: < 1 minuto

Genova, 31 maggio 2024 palazzo di giustizia.

In un clima di straordinaria collaborazione istituzionale, considerando tutti soggetti coinvolti, è stato presentato a Palazzo di Giustizia di Genova il progetto pilota “No Waste Procura 2030”, un’iniziativa strettamente legata all’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile.

Questo progetto rappresenta un nuovo quadro di riferimento globale per l’impegno nazionale e internazionale, con ripercussioni significative anche nella normativa dell’Unione Europea.

La sessione di formazione pratica ha incluso dimostrazioni su come utilizzare correttamente i vari contenitori per la raccolta differenziata e consigli su come ridurre il volume dei rifiuti. Claudia Lupi di AMIU ha spiegato dettagliatamente come differenziare i rifiuti comuni, come carta, plastica, vetro e metalli.

Numerose e appassionate le domande durante la sessione di formazione, dove si butta questo? Dove si butta quello? Devo sciacquare prima?

La spontanea volontà manifestata dai dipendenti di collaborare attivamente e gratuitamente alla prima fase della separazione dei rifiuti è stato un momento tangibile di grande cultura civica.

Essendo a palazzo di giustizia ci sono state anche domande legate alla delazione, oggi whistleblowing:

“come segnalare quel collega di cui non faccio il nome che butta sempre la spazzatura nello stesso bidone?”

Alla fine si è concordato che non sarà necessario aprire un’inchiesta ogni volta, ma si potrà invocare il buon senso, la pubblica morale e in ultima istanza sfruttare la pressione sociale. Eventualmente si potrà fare pervenire la notizia alla stampa per imbastire un processo di piazza, augurandosi che questo non blocchi la raccolta differenziata in tutta la città.

Apprezzabile l’idea da parte delle istituzioni di organizzare la conferenza stampa direttamente dentro il palazzo di giustizia, un po’ come fare sport estremo direttamente al pronto soccorso.

Genova Avvia il Progetto Pilota “No Waste Procura 2030” per la Sostenibilità Ambientale

L’obiettivo del progetto è quello di trovare soluzioni comuni alle grandi sfide del pianeta, tra cui il degrado ambientale.

All’evento di presentazione erano presenti Andrea Pinto, assessore all’ambiente del Comune di Genova, Luca Vasoli, direttore amministrativo della Procura di Genova, Giovanni Battista Raggi, presidente di AMIU Genova, e un rappresentante di Dussmann.

L’iniziativa si articola in varie azioni utili per favorire la transizione verde, creando un percorso virtuoso di buone pratiche nel campo della raccolta differenziata dei rifiuti e della riduzione degli sprechi di materie prime.

“Siamo molto contenti dell’avvio di ‘No Waste Procura 2030’,” ha dichiarato Andrea Pinto.

“Si tratta di un altro tassello nel piano di riorganizzazione e implementazione della raccolta differenziata nella città di Genova.

L’amministrazione tiene in modo particolare all’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile.

Il nostro impegno è sempre finalizzato a trovare soluzioni nuove e innovative in questa direzione.

Le grandi sfide e i grandi traguardi da raggiungere passano per la strada giusta.

Tengo in particolar modo a ringraziare tutti coloro che hanno reso possibile l’avvio di questo progetto pilota e tutti coloro che ogni giorno lavorano per una raccolta e gestione dei rifiuti efficiente e organizzata.”



Il progetto “No Waste Procura 2030” coinvolgerà circa 150 dipendenti degli uffici amministrativi giudiziari della Procura di Genova e si svilupperà su due piani dell’edificio, con la possibilità di essere replicato negli altri piani del vasto Palazzo di Giustizia di Portoria.

Sono state create zone dedicate per la raccolta differenziata spinta nelle vicinanze degli uffici e nelle zone di ristoro.

I contenitori separati per carta, plastica e metalli, vetro e rifiuti organici.

“Dall’Agenda 2030 ci vengono due segnali,” sottolinea Luca Vasoli. “Uno rivolto al mondo della giustizia e uno alla collettività.

Il primo è che chi opera nel settore della giustizia deve porsi come un modello di efficienza e organizzazione. Il secondo è che le istituzioni devono essere il primo esempio di cura ambientale.

Il nostro motto è ‘We Care for More’ e per noi, che ci occupiamo di facility management e abbiamo ottenuto il riconoscimento Gold EcoVadis per il nostro impegno nella sostenibilità ambientale, è un piacere partecipare a un progetto ispirato all’Agenda 2030.”

L’iniziativa sarà accompagnata da una campagna di comunicazione con materiali informativi affissi sui due piani della Procura.

AMIU ha inoltre organizzato un laboratorio per informare e sensibilizzare i dipendenti del Palazzo di Giustizia.

Il workshop pratico si concentrerà su temi della sostenibilità e dell’economia circolare, fornendo informazioni sulle buone pratiche per una raccolta differenziata efficiente.

“Questa iniziativa dimostra l’attenzione dell’azienda verso la sostenibilità ambientale,” conclude Giovanni Battista Raggi. “Il progetto ‘No Waste Procura 2030’ è uno dei numerosi progetti che AMIU sta implementando nella nostra città e nei comuni del Genovesato.

Queste iniziative, proposte su indicazione della UE, fanno parte del Green Deal europeo, nato con l’obiettivo di ridurre le emissioni di gas serra entro il 2030 e di promuovere il riutilizzo dei materiali in un’ottica di economia circolare.”

Ti potrebbe interessare anche

Condividi su
MeRcomm.it | posizionamento _ strategie di brand posizionamento SEO realizzazione siti web e-commerce mercomm social media marketing produzione contenuti pianificazione contenuti gestione e sponsorizzazione contenuti mercomm visibilità _ sponsorizzazioni google ADS affissioni, maxischermi e giornali ufficio stampa mercomm contenuti aziendali produzione contenuti blog shooting foto e video graphic e motion design 2D e 3D Liguria-Day-icona-500x500 LiguriaDay _ quotidiano online di mercomm progetti editoriali

Info D. Barabino

Avatar photo
Giornalista e consulente marketing per M&R Comunicazione.

Articoli simili

Agroalimentare Liguria Fiera New York

Agroalimentare, la Liguria presente alla fiera a New York

Fino al 25 giugno le eccellenze della regione alla più grande fiera del comparto agroalimentare …

LiguriaDay