Nuove regole per il Superbonus: detrazioni spalmate su 10 anni

Condividi su
Tempo di lettura: < 1 minuto

Il Superbonus, strumento finanziario chiave per la ristrutturazione edilizia in Italia, subisce una significativa trasformazione. Il Ministro dell’Economia, Giancarlo Giorgetti, ha annunciato importanti novità che riguardano la durata della detrazione e le possibilità di deroghe.

Cambiamenti radicali annunciati dal Ministro Giorgetti

Durante i lavori della commissione Finanze del Senato, il Ministro dell’Economia ha delineato i nuovi contorni del Superbonus, introducendo l’obbligo di spalmare i crediti su un periodo di dieci anni, anziché quattro o cinque, e mettendo fine alla possibilità di deroghe. Queste misure si propongono di porre un freno agli abusi e di ottimizzare la gestione delle risorse statali.

Giorgetti ha paragonato la situazione pre-intervento a una “valanga già partita”, simile al disastro del Vajont, sottolineando come il governo abbia agito tempestivamente per evitare conseguenze peggiori. Le reazioni delle banche e delle associazioni dei costruttori, come Abi-Ance e Cna Costruzioni, esprimono perplessità e preoccupazione, temendo che le nuove regole possano avere effetti retroattivi, danneggiando la fiducia e la stabilità finanziaria.

Termine imminente per l’approvazione degli emendamenti

Con la scadenza fissata per il 10 maggio per la presentazione degli emendamenti al decreto legge Superbonus, il panorama legislativo si prepara ad accogliere queste modifiche significative. La Commissione continuerà a lavorare sugli emendamenti proposti dai parlamentari, ma, come sottolineato da Giorgetti, quelli che mirano a estendere le deroghe non saranno presi in considerazione.

Reazioni del settore

Le associazioni di categoria segnalano che interventi retroattivi potrebbero minare gravemente la fiducia degli investitori. La direzione di Abi-Ance ha evidenziato l’importanza di mantenere certezze per famiglie e imprese. In particolare, la Cna Costruzioni ha espresso una forte preoccupazione per le “ennesime modifiche” che potrebbero penalizzare le imprese già in difficoltà a causa del contesto economico attuale.

La questione degli “Extraprofitti” bancari

In parallelo, il ministro Giorgetti ha affrontato anche la questione degli extraprofitti bancari durante un question time alla Camera, rivelando che, contrariamente alle aspettative, non sono stati effettuati versamenti sotto questa voce. Questa situazione pone ulteriori interrogativi sul bilancio dello Stato e sulle politiche fiscali del governo corrente.

Arginare il Superbonus

Le nuove regole per il Superbonus rappresentano un tentativo del governo di regolamentare più efficacemente le agevolazioni fiscali, bilanciando le necessità di risparmio dello Stato con quelle di stimolo economico attraverso la ristrutturazione edilizia. Mentre il dibattito legislativo procede, resta da vedere come queste modifiche influenzeranno il settore costruttivo e la fiducia degli investitori nel lungo termine.

Leggi anche: Salvini lancia il Piano Salvacasa, un minicondono edilizio

Condividi su
MeRcomm.it | posizionamento _ strategie di brand posizionamento SEO realizzazione siti web e-commerce mercomm social media marketing produzione contenuti pianificazione contenuti gestione e sponsorizzazione contenuti mercomm visibilità _ sponsorizzazioni google ADS affissioni, maxischermi e giornali ufficio stampa mercomm contenuti aziendali produzione contenuti blog shooting foto e video graphic e motion design 2D e 3D Liguria-Day-icona-500x500 LiguriaDay _ quotidiano online di mercomm progetti editoriali

Info Giacomo Marenco

Nasco a Genova il 4\10\1997. Musicista, cantante e scrittore, voglio raccontare il mondo e come si muove, mantenendo sempre, per quanto sia possibile, un occhio privo di preconcetti e pregiudizi.

Articoli simili

Spediporto, nuova missione in Estremo Oriente

Spediporto, nuova missione in Estremo Oriente

Tappe a Hong Kong e in Cina (a Shenzen e Guangzhou) per la missione in …

LiguriaDay