Caso di dengue diagnosticato a Genova

Caso di dengue diagnosticato a Genova

Condividi su
Tempo di lettura: < 1 minuto

Continuano le diagnosi di malattie rare nel territorio della Città Metropolitana di Genova: dopo il caso di tubercolosi polmonare segnalato a Lavagna qualche giorno fa, al San Martino è stata riscontrata la febbre dengue in un paziente.

A confermare la notizia è lo stesso direttore della Clinica Malattie infettive dell’IRCCS Ospedale Policlinico di Genova, Matteo Bassetti: «Abbiamo diagnosticato un caso di dengue in un ragazzo argentino di ritorno dal paese di origine».

La dengue è una malattia virale trasmessa da zanzare del genere Aedes infettate dal virus Dengue (DENV), come riporta il sito del Ministero della Sanità, ed è ampiamente diffusa nelle regioni tropicali/sub tropicali. A causa dello spostamento di persone infette – spesso a propria insaputa – nel mondo, ogni tanto tuttavia si registrano focolai epidemici anche in Europa.

I sintomi più comuni della dengue sono cefalee, febbre, dolori muscolari e articolari – comuni a molti virus influenzali – con la particolarità di un esantema simile a quello del morbillo. In una piccola percentuale di casi, tuttavia, può sviluppare una febbre emorragica seria che può portare a shock circolatorio e morte.

La dengue è endemica in oltre cento paesi del mondo

A oggi infatti, riporta sempre il Ministero della Sanità, la dengue «è considerata in tutto il mondo la più importante malattia virale trasmessa da zanzare all’uomo, con un numero di casi aumentato notevolmente negli ultimi decenni. È endemica in oltre 100 paesi (Africa, America, Sud e Sud Est Asiatico, Pacifico occidentale) e casi di importazione associati a viaggi sono frequentemente riportati in Europa. Secondo l’OMS circa metà della popolazione mondiale è oggi a rischio di dengue, con una stima di 100-400 milioni di infezioni all’anno».

Per questo motivo le autorità portano avanti campagne di informazione su questa malattia e l’invito a sottoporsi a profilassi in caso di sintomi compatibili con questa malattia al rientro da un viaggio in paesi a rischio.

Campagne che, come fa notare Bassetti, sembrano dare i loro frutti: «È stato lo stesso paziente a contattarci e a presentarsi in ambulatorio dicendo che aveva i sintomi che aveva ascoltato in tv e sui social. Un plauso quindi va a tutti, dal Ministero ai divulgatori che hanno spiegato che esiste un problema in Sud America. Ora sarà importante partire presto con la disinfestazione e i larvicidi che, ricordiamolo, sono in capo alle amministrazioni locali».

Ti potrebbe interessare anche:

Leone d’Oro alla carriera allo scienziato Antonio Giordano

Condividi su
MeRcomm.it | posizionamento _ strategie di brand posizionamento SEO realizzazione siti web e-commerce mercomm social media marketing produzione contenuti pianificazione contenuti gestione e sponsorizzazione contenuti mercomm visibilità _ sponsorizzazioni google ADS affissioni, maxischermi e giornali ufficio stampa mercomm contenuti aziendali produzione contenuti blog shooting foto e video graphic e motion design 2D e 3D Liguria-Day-icona-500x500 LiguriaDay _ quotidiano online di mercomm progetti editoriali

Info Laura Casale

Laureata in Comunicazione professionale e multimediale all'Università di Pavia, Laura Casale (34 anni) scrive su giornali locali genovesi dal 2018. Lettrice accanita e appassionata di sport, ama scrivere del contesto ligure e genovese tenendo d'occhio lo scenario europeo e internazionale.

Articoli simili

Il programma del Nervi Music Ballet Festival 2024

Il programma del Nervi Music Ballet Festival 2024

Il Nervi Music Ballet Festival si conferma anche quest’anno un appuntamento da non perdere per …

LiguriaDay