Giancarlo Minichiello

In’side Art: Giancarlo Minichiello

Condividi su
Tempo di lettura: < 1 minuto
La personale a Gualtieri di un artista installatore di opere d’arte e pittoscultore a percorso innovativo

Amici lettori di Liguria Day, oggi in In’side Art abbiamo il piacere di presentarvi un artista Partenopeo che ha nella manualità e nella fantasia il suo particolare linguaggio espressivo.

Era il 1954 e da poco più di due mesi era nata in Italia la televisione in bianco e nero, il paese si stava rialzando e il boom economico a breve sarebbe arrivato. Ecco, in quell’anno a Napoli nasceva un ragazzino, ignaro di essere un artista e forse non del tutto consapevole di esserlo neanche ora che ha raggiunto il traguardo dei suoi splendidi 70 anni. Sapete perché?

Per lui l’arte è un continuo e affascinante percorso, a volte in salita, a volte in discesa, a volte doloroso, il più delle volte emozionante, fatto di ricerca attraverso una manualità appassionata tanto fantasiosa quanto intensamente artigianale.

A Giancarlo Minichiello viene spontaneo plasmare, accarezzare, comporre oggetti e materiali vari per dargli un senso.

Giancarlo Minichiello

A lui non importa essere etichettato come “artista” perché lo è per natura e perché, anche se 70enne, come un ragazzino fa l’artista alla ricerca del linguaggio espressivo migliore.

Tutte le sue opere non sono standard, né prodotte in serie, né uniformate; la sua ricerca coinvolgente consiste nel realizzare opere che siano uniche e rappresentino ciascuna a modo proprio il suo mondo, il nostro mondo, dal quale lui, a differenza di altri artisti, non cerca affatto di estraniarsi.

Alcune opere di Giancarlo Minichiello in esposizione a Reggio Emilia

Giancarlo Minichiello offre a tutti la sua arte per amore e per far luce su un’esistenza a volte complicata.

Ora questo ragazzino di 70 anni è venuto a Gualtieri, Reggio Emilia in via Garibaldi 8, presso l’associazione culturale Space Art per una mostra personale curata da Cristina Boccella e Giuseppe Landini ricevendo il significativo patrocinio del comune di Gualtieri.

Locandina della personale di Giancarlo Minichiello

Amici lettori, passo adesso a descrivervi un’opera di Giancarlo che ha attirato la mia attenzione: si tratta di “Ciò che non vedi è”.

Ciò che non vedi è”, opera di Giancarlo Minichiello.

Realizzata a mano nel 2023 con tecnica mista su base lignea mediante plastica e tinta acrilica nel formato 65×90.

Per non farmi condizionare da essa, ne ignoro temporaneamente il titolo e mi lascio guidare dal mio istinto per vedere e sentire a pelle quello che l’opera come uno specchio mi trasmette.

In essa vedo una massa di cellophane nero deformata ad arte, bellissima nelle sue luci ed ombre, materia soffice e piena di energia che sembra muoversi sotto il soffio di una sua personale aria creativa. Al centro l’artista ha ricavato un forma ovale colorata a mano, una cornice circolare con segni netti che convergono idealmente verso il centro…

Amici lettori, apro una piccola parentesi: Giancarlo Minichiello utilizza maggiormente materiali corposi e tattili di uso comune ma dipinge pure con una buona maestria e cosa più importante sa intonare molto bene i colori. Nella sua pittura non esistono colori fuori luogo, squilibrati, disarmonici e stonati; questo talentuoso artista infatti non sbaglia mai un accostamento.

Ma torniamo alla sua opera, che è semplice nella sua struttura ma ipnotica e affascinante nella sua immagine. A questo punto non mi importa il significato, vedere quest’opera mi da un grande piacere, mi tranquillizza, mi rasserena, mi fa venire voglia di prendermi un gelato.

Giancarlo Minichiello, a 70 anni suonati, ha ancora un sacco di cose da dire, un sacco di materia da lavorare e detesta la noia. Vi che ne dite? State con lui o con il trash quotidiano scolorito?

Giancarlo Minichiello spiega una sua opera esposta presso l’associazione culturale Space Art

Amici lettori prima di salutarvi vi consiglio di vedere quest’opera ascoltando “C’est la vie · Robbie Nevil”, un ritmo che ottiene una bella fusione con le opere di questo bravo artista.

Ci rivediamo al prossimo protagonista dell’arte e vi ricordo che le opere in mostra di Giancarlo Minichiello rimarranno a disposizione dei visitatori fino al 30 Marzo 2024.

Il 31 marzo invece sarà il compleanno di Giancarlo quindi ne approfitto per fare a lui gli auguri di buon compleanno e a voi, amici lettori, quelli di una Buona Pasqua. Pace, serenità e tanto calore/colore da parte di tutta la redazione di Liguria Day.

“L’arte scuote dall’anima la polvere accumulata nella vita di tutti i giorni.” -Pablo Picasso

Ti può interessare leggere anche

In’side Art: Xante Battaglia

Condividi su
MeRcomm.it | posizionamento _ strategie di brand posizionamento SEO realizzazione siti web e-commerce mercomm social media marketing produzione contenuti pianificazione contenuti gestione e sponsorizzazione contenuti mercomm visibilità _ sponsorizzazioni google ADS affissioni, maxischermi e giornali ufficio stampa mercomm contenuti aziendali produzione contenuti blog shooting foto e video graphic e motion design 2D e 3D Liguria-Day-icona-500x500 LiguriaDay _ quotidiano online di mercomm progetti editoriali

Info Walter Festuccia

Avatar photo
Walter Festuccia, Roma 16 Marzo 1958, diplomato come aiuto scenografo presso il Cine Tv di Via della Vasca Navale di Roma. Artista per natura, artigiano per tradizione, pittore, scrittore. Per il mio stile utilizzato nello scrivere, amo definirmi jazzista della parola, tutto di me è racchiuso in queste definizioni. La mia scrittura, anche se è apparentemente espressa in maniera ironica e demenziale, lascia sempre una finestra aperta oppure un indizio rivolto all'attualità, tutto in un mix di fantasia quasi astratta che diventa con ciò il mio linguaggio espressivo. Come pittore, l'astrazione, l'informalità e l'uso manuale e gestuale della materia sono il mio "io" dentro di me che quando dipinge o scrive si lascia guidare dalla passione e dall'immaginazione attraverso la quale riesco a "vedere" la scena e a "sentire" i dialoghi di ogni mio componimento. Firmo testi e opere come Walter Festuccia oppure Walter Fest.

Articoli simili

ignoranza

Beata Ignoranza!

Mai come ai giorni di oggi in Italia le persone non vengono messe nella posizione …

LiguriaDay