Doppietta Ferrari a Melbourne: Sainz-Leclerc riaprono il mondiale

Doppietta Ferrari a Melbourne: Sainz-Leclerc riaprono il mondiale

Condividi su
Tempo di lettura: < 1 minuto

È valsa la pena per i tifosi della rossa mettere la sveglia prima delle cinque, questa mattina, per seguire il Si riapre così un Mondiale dominato dalla Red Bull di Max Verstappen nei primi due round. Il ritiro dell’olandese, iridato in carica, nel terzo GP dell’anno accorcia nettamente sia la classifica del campionato piloti che quella riguardante la sfida tra costruttori. Il risultato di Melbourne non basta a far pensare che il dominio esibito dalla scuderia austriaca sia finito. Sicuramente, però, renderà l’avvicinamento alle prossime tappe molto più interessante. d’Australia: approfittando del ritiro di Max Verstappen, campione del mondo in carica, la Ferrari dà la zampata e porta a casa una preziosa doppietta a Melbourne.

Siamo solo alla terza gara della stagione, certo, e la strada è lunga per il campionato, ma per gli appassionati di Formula 1, ormai rassegnati a sentire l’inno olandese a fine gara (tanto che ormai è un trend su Tiktok), la gara di oggi è stata una bella scossa.

Ferrari, Carlos Sainz in stato di grazia sulla sua Ferrari

Un Gran Premio segnato dai ritiri e dagli incidenti, quello di Melbourne: se alla partenza va tutto liscio, infatti, Carlos Sainz junior mette subito la zampata e supera dopo poche curve Max Verstappen, che partiva dalla pole. Il modo migliore per rientrare in gara, dopo aver saltato la gara precedente per l’intervento di appendicite subito due settimane fa.

Verstappen prova a tenersi in gara, ma dopo un paio di giri dalla sua monoposto comincia a uscire del fumo: un principio di incendio che lo costringe al ritiro. È la prima volta da due anni che il pilota olandese deve ritirarsi a gara aperta.

Con il principale rivale fuori dai giochi, per Sainz deve solo gestire al meglio la gara e tagliare il traguardo. Una gara proprio da Smooth Operator, e lo spagnolo canticchia il successo degli anni ’80 di Sade alla radio dopo la bandiera a scacchi, facendo impazzire i tifosi.

Meno liscia la gara di Leclerc, che impiega più tempo a passare Lando Norris e deve faticare di più per conservare la seconda piazza. Il pilota monegasco è apparso un po’ spento, una situazione quasi paradossale, considerando che Sainz è virtualmente senza sedile per la prossima stagione, ma determinato più che mai a mettersi in luce in questo suo ultimo campionato in Ferrari per garantirsi un futuro in Formula 1. Solo sul finale, Leclerc riesce però a portare a casa anche il giro veloce, con il punto bonus che ne consegue. Una piccola vittoria aggiuntiva.

L’altro deluso di giornata è sicuramente colui che andrà a sostituire l’anno prossimo Carlos Sainz: Lewis Hamilton a sua volta è stato costretto al ritiro per un problema tecnico.

Weekend no per la Mercedes: dopo il ritiro di Hamilton, arriva l’incidente di Russell

Sul finale l’altro pilota in verde-argento regala un ultimo brivido e al 55° giro si schianta contro le protezioni e fa attivare la Virtual Safety Car, mettendo in cassaforte la doppietta Ferrari a Melbourne.

A gara conclusa, un’investigazione della FIA ha riconosciuto una responsabilità di Fernando Alonso nell’incidente di Russell: lo spagnolo ha infatti rallentato eccessivamente in curva 6 prendendo di sorpresa il pilota britannico, che ha dovuto quasi inchiodare per evitare l’avversario perdendo il controllo della monoposto e andandosi a schiantare contro le barriere protettive.

Alonso e la sua Aston Martin hanno così ricevuto una penalità di venti secondi aggiuntivi, scalando di due posizioni, dalla 6° all’8° a vantaggiosi Lance Stroll e di Yuki Tsunoda.

La classifica mondiale vede Max Verstappen sempre al comando con 51 punti, con Leclerc che incalza però a 47 punti anche grazie al punto in più ricavato con il giro più veloce, che gli permette di superare Sergio Perez (altro pilota Red Bull) a 46 punti. Staccato di poco Carlos Sainz a 40 punti, ottimo dato considerato che ha una gara in meno all’attivo e che nel precedente Gran Premio in Arabia Saudita lo ha sostituito il giovanissimo Bearman. Situazione analoga nella classifica costruttori: Red Bull mantiene il primato a 97 punti, ma la Ferrari insegue a 93. Staccata la McLaren a 55 punti e po le altre scuderie a seguire.

Dopo la pausa pasquale, la Formula 1 riparte il weekend del 6-7 aprile con il circuito di Suzuka, in Giappone. Per chi non avesse avuto cuore di mettere la sveglia all’alba di domenica, la gara di Melbourne sarà trasmessa in differita alle 14:00 su TV8.

Ti potrebbe interessare anche:

Tutto pronto per l’ottava edizione dello SchiaccheTrail

Condividi su
MeRcomm.it | posizionamento _ strategie di brand posizionamento SEO realizzazione siti web e-commerce mercomm social media marketing produzione contenuti pianificazione contenuti gestione e sponsorizzazione contenuti mercomm visibilità _ sponsorizzazioni google ADS affissioni, maxischermi e giornali ufficio stampa mercomm contenuti aziendali produzione contenuti blog shooting foto e video graphic e motion design 2D e 3D Liguria-Day-icona-500x500 LiguriaDay _ quotidiano online di mercomm progetti editoriali

Info Laura Casale

Laureata in Comunicazione professionale e multimediale all'Università di Pavia, Laura Casale (34 anni) scrive su giornali locali genovesi dal 2018. Lettrice accanita e appassionata di sport, ama scrivere del contesto ligure e genovese tenendo d'occhio lo scenario europeo e internazionale.

Articoli simili

Il programma del Nervi Music Ballet Festival 2024

Il programma del Nervi Music Ballet Festival 2024

Il Nervi Music Ballet Festival si conferma anche quest’anno un appuntamento da non perdere per …

LiguriaDay