Affitti brevi in Liguria: è davvero tutto oro ciò che brilla?

Affitti brevi in Liguria: è davvero tutto oro ciò che brilla?

Condividi su
Tempo di lettura: < 1 minuto

Aumentano le prenotazioni in Liguria, soprattutto in località come Camogli e Portofino, nonostante la variabilità del tempo e la bassa stagione. Ma com’è possibile se molte strutture alberghiere sono chiuse? La soluzione sembra essere rappresentata dai “famigerati” affitti brevi, una vera e propria manna dal cielo per il settore alberghiero ma, allo stesso tempo, un elemento potenzialmente pericoloso per il mondo degli affitti residenziali.

Stando infatti ai dati raccolti da Ape Confedilizia, nella seconda metà di febbraio la grande richiesta di turisti nazionali e internazionali sembrerebbe essere stata soddisfatta grazie alla pronta offerta di sistemazioni brevi” Numeri alla mano, nelle sole località di Portofino e Camogli sono infatti disponibili complessivamente circa 120 appartamenti “a breve termine”.

Una quantità importante che assume una connotazione ancor più significativa se sommata ai circa venticinquemila appartamenti totali in Liguria utilizzati per gli affitti brevi. Non è però tutto oro ciò che brilla! Per quanto, come sottolineato da Vincenzo Nasini, presidente Ape Confedilizia della provincia di Genova e vicepresidente Confedilizia italiana, siano proprio queste strutture a sostenere il peso dell’enorme richiesta, non è nemmeno giusto sottovalutarne i rischi.

I circa 100 mila posti letto in più offerti da questi “affitti brevi” in Liguria rappresentano si una soluzione al buco causato da chiusure invernali e mancanza di nuove strutture, contribuendo però a ridurre la disponibilità di alloggi per periodi più lunghi. Non è infatti un mistero che trovare un appartamento in affitto nelle principali città italiane, e ultimamente anche nei centri abitati meno estesi, sia sempre più complicato. Ancora una volta sembra quindi che, per tutelare uno o più settori “trainanti” si accetti di buon grado il rischio di svantaggiarne altri più sensibili.

Condividi su
MeRcomm.it | posizionamento _ strategie di brand posizionamento SEO realizzazione siti web e-commerce mercomm social media marketing produzione contenuti pianificazione contenuti gestione e sponsorizzazione contenuti mercomm visibilità _ sponsorizzazioni google ADS affissioni, maxischermi e giornali ufficio stampa mercomm contenuti aziendali produzione contenuti blog shooting foto e video graphic e motion design 2D e 3D Liguria-Day-icona-500x500 LiguriaDay _ quotidiano online di mercomm progetti editoriali

Info Alessandro Gargiulo

Avatar photo
Anacaprese trapiantato prima ad Udine e poi a Genova, coltivo la passione per la scrittura e il giornalismo fin da piccolo. Come un vero e proprio girovago, sono giunto in città per frequentare il corso di Informazione ed Editoria ed inseguire il mio sogno. Autentico malato di calcio, ho la fortuna di poter raccontare lo sport su LiguriaDay. Mix vincente tra Cannavacciuolo e Adani, spero in una carriera in cui potermi occupare soprattutto di calcio femminile.

Articoli simili

Stazione Sestri Ponente

Minori non accompagnati fermano treno: pugni in faccia con l’anello per aumentare la potenzialità offensiva

Ieri la Polizia di Stato ha denunciato ieri 4 giovani di età compresa tra i …

LiguriaDay