Settore navale, nuove infrastrutture e sviluppi

Condividi su
Tempo di lettura: < 1 minuto

La Liguria si conferma ancora una volta al centro dell’attenzione per gli investimenti nel settore navale, con due progetti significativi che promettono di rafforzare il tessuto economico regionale e nazionale: la nuova strada per i tir a Vado Ligure e l’espansione del settore della navalmeccanica a Genova.

Un’innovazione logistica per il porto di Vado Ligure

Recentemente, Vado Ligure ha celebrato l’apertura di una nuova via di accesso per i tir diretti al terminal portuale, una mossa strategica che mira a decongestionare il traffico cittadino e a ottimizzare la logistica del trasporto pesante. Con un investimento di 20 milioni di euro, la strada, che si estende per circa un chilometro, non solo separerà efficacemente il traffico pesante da quello urbano, ma contribuirà anche al recupero di spazi pubblici, con 120 nuovi parcheggi disponibili. Questa operazione urbanistica, frutto della collaborazione tra le aziende RTI Fincosit e Giuggia Costruzioni, include la costruzione di un viadotto di oltre 100 metri, pensato per superare i binari ferroviari senza interruzioni, migliorando così l’accessibilità e la sicurezza.

La crescita del settore navalmeccanico a Genova

Parallelamente, Genova si posiziona come un hub cruciale per l’industria della navalmeccanica, con un fatturato annuo di 1,5 miliardi di euro e più di 4.700 lavoratori impiegati direttamente e indirettamente. L’incontro a Palazzo San Giorgio ha sottolineato l’importanza di questo settore, che non solo supera la densità occupazionale del porto commerciale di 4,5 volte, ma è anche in continua espansione. La necessità di più spazi per sostenere la crescita è stata evidenziata, con progetti per nuovi tombamenti e il recupero di aree, rappresentando un’opportunità di sviluppo non solo per il settore ma per l’intera città.

Implicazioni economiche e occupazionali

Questi sviluppi non sono solo un segno di crescita infrastrutturale ma rappresentano anche un’importante leva per l’economia regionale, con implicazioni significative per l’occupazione. L’accesso migliorato al porto di Vado Ligure facilita le operazioni di import/export, attraiendo ulteriori investimenti e promuovendo l’efficienza logistica. Allo stesso tempo, l’espansione della navalmeccanica a Genova rafforza il settore manifatturiero e di servizi della città, offrendo nuove opportunità di lavoro e stimolando l’innovazione.

Un settore navale sostenibile

La direzione intrapresa da questi progetti non solo mira al potenziamento economico ma si muove anche verso un futuro più sostenibile. La separazione del traffico e il miglioramento della logistica portuale riducono l’impatto ambientale delle operazioni industriali e urbane, mentre l’espansione del settore navalmeccanico, focalizzata su costruzione, riparazione e refitting di navi e mega yacht, sottolinea l’importanza di pratiche sostenibili e innovative nel design e nella manutenzione navale.

Speranze per il futuro

L’investimento nella nuova strada per i tir a Vado Ligure e lo sviluppo del settore della navalmeccanica a Genova sono esempi concreti di come infrastrutture intelligenti e industrie in crescita possano contribuire significativamente all’economia e all’occupazione regionale. Questi progetti non solo migliorano la qualità della vita e l’efficienza economica ma pongono anche le basi per un futuro sostenibile e innovativo per la Liguria.

Leggi anche: Spediporto risponde all’iniziativa del governo sui maggiori controlli nei porti

Condividi su
MeRcomm.it | posizionamento _ strategie di brand posizionamento SEO realizzazione siti web e-commerce mercomm social media marketing produzione contenuti pianificazione contenuti gestione e sponsorizzazione contenuti mercomm visibilità _ sponsorizzazioni google ADS affissioni, maxischermi e giornali ufficio stampa mercomm contenuti aziendali produzione contenuti blog shooting foto e video graphic e motion design 2D e 3D Liguria-Day-icona-500x500 LiguriaDay _ quotidiano online di mercomm progetti editoriali

Info Giacomo Marenco

Nasco a Genova il 4\10\1997. Musicista, cantante e scrittore, voglio raccontare il mondo e come si muove, mantenendo sempre, per quanto sia possibile, un occhio privo di preconcetti e pregiudizi.

Articoli simili

Cautha inaugura la nuova sede e lancia un appello: “Facciamo rete!”

La nuova sede di Cautha, l’associazione culturale pensata dai giovani per i giovani L’associazione Cautha …

LiguriaDay