Producer & Founder @pizzagirls.it e @tuvuofalammericano.tv , President of @Imafilmfestival, Film Director&Screenwriter , Corrispondente @rai_it da NYC

Intervista a Carlo Fumo, Produttore,regista, scrittore, inviato Rai NYC

Condividi su
Tempo di lettura: 2 minuti

Angela Giordano per LiguriaDay intervista Carlo Fumo, Produttore, regista, scrittore cinematografico. La generosità di Carlo nel concedersi a questa intervista è pari solo al suo genio, che lo ha portato in questi anni a vincere numerosi premi e a spaziare dal Cinema alla Tv. A noi, racconta i suoi esordi, i progetti futuri, lo slancio che occorre per essere un uomo di successo, che tra Italia e America intesse relazioni umane e professionali importanti, conservando i valori della famiglia e dell’ amicizia.

Carlo, i tuoi esordi …

Sin dalle scuole elementari ho sentito che avevo una grande attrazione per la scrittura, e a nove anni, ho scritto il mio primo racconto, dal titolo Emozioni, dove riportavo tutto quello che mi capitava durante le mie giornate scolastiche e di bimbo. Sin da ragazzo, ho scritto per un giornale di sole 24 pagine, Colliano News, il mio paese d’origine, in Provincia di Salerno, e l’occasione fu un concorso a scuola, per un progetto sulla Stampa. La scuola è stata centrale nello sviluppo di quelle che, sono state e sono, le mie passioni. Finchè a 16 anni, cominciai a scrivere e girare il mio primo “cortometraggio”, con amici e l’attrezzatura che mi ero fatto regalare dai miei. A 17 anni e mezzo, andai a Torino per tre anni, per seguire il lavoro di mio padre, che è nel campo dell’Edilizia , e per puro caso, forse per la mia giovane età , fui notato sul set di “ Sette Km da Gerusalemme” un film del 2007,  di Rai Cinema, Luca Ward, Alessandro Haber,  e con la mia piccola telecamera “ partecipai” al backstage, per un mese e mezzo,  invitato da un amico di famiglia che, sapendo della mia passione, mi aveva invitato a vedere come si gira un film. Fu una folgorazione. Passavo dal reparto trucco alle telecamere, fu una grande esperienza vedere “ da dentro” come si sviluppa un film. Così, grazie alla generosità degli attori presenti sul set, girai il mio “corto prequel”, con il progetto di farne poi un film, che poi non si realizzò, ma che ha segnato il mio esordio alla regia, giovanissimo. E con quel fortunato primo corto, ho vinto 44 premi, e partecipai a 200 premi nel mondo.

L’importanza di insegnare Cinema, oltre gli occasionali  progetti scolastici …

Partecipo sempre volentieri con la mia Società ai bandi che prevedono i progetti con la scuola, da circa quattro anni partecipo al CIPS, Cinema per la Scuola, che organizza il Ministero dell’ Istruzione, noi portiamo 5 formatori, montaggio, fotografia, regia, scrittura cinematografica, laboratori in cui i ragazzi fanno tutto,noi li affianchiamo,  e con cui abbiamo ideato in tal modo 6 cortometraggi, di cui uno ha partecipato ad un Festival delle Nazioni Unite che si chiama “Plural +” che si fa a NY. Sono esperienze in cui i ragazzi vivono a stretto contatto con il mondo del cinema con grandissimo entusiasmo. Il Cinema forma ed è sì, una materia che sviluppa creatività, genio, sensibilità ed andrebbe introdotta, magari stabilmente, tra le materie di studio.

I tuoi progetti di scrittura …

I lavori di Scrittura a cui sono molto legato sono tra gli altri, due in particolare, “ Regista nel mondo” ed “ Humanoma”. Humanoma in particolare è un noir, da cui vorrei presto trarre un film, ispirato alla vita del celebre scienziato Giovan Giacomo Giordano, che parla di collusioni e ostacoli alle indagini scientifiche di un grande uomo che ha speso la sua vita per la ricerca sul Cancro.

Carlo, il tuo sogno ricorrente …

Ho la fortuna di continuare a sognare, nonostante la vita frenetica mi consenta di dormire poco, negli ultimi sette mesi ho girato le puntate di Tu vuò fa l’Ammericano, Pizza Girls , linea Azzurri, Paparazzi , trasmissioni di successo che sono portate avanti con un team straordinario, e mi danno molta soddisfazione. L’anno prossimo, posso dire solo questo, realizzerò il mio “sogno ricorrente” di bambino : girerò il mio primo film. Di questo sono veramente felice.

Il Cinema Italiano, oggi …

Il mondo del Cinema Italiano vive una nuova stagione, finalmente, commedie e film di qualità, e il grande successo di Paola Cortellesi, i cui temi riprendo anche io, in Pizza Girls che è una trasmissione sulla emancipazione femminile, fondamentalmente. E grazie a Matteo Garrone, nostro orgoglio campano, abbiamo e stiamo vivendo un momento d’oro.

La cosa più importante della tua vita …

La cosa più importante della mia vita è la famiglia, mia moglie Alessandra, i miei genitori, le mie sorelle. Siamo una grande famiglia, Alessandra è la mia vita.

Hai in progetto una rubrica di Cinema, per noi di Liguria day e sul nostro magazine Suite Romana, siamo molto norati di questa collaborazione, puoi già spoilerarci qualcosa?

Non voglio dire molto, venitelo a scoprire, leggendo …

Grazie Carlo, sei proprio una bella persona.

Condividi su
MeRcomm.it | posizionamento _ strategie di brand posizionamento SEO realizzazione siti web e-commerce mercomm social media marketing produzione contenuti pianificazione contenuti gestione e sponsorizzazione contenuti mercomm visibilità _ sponsorizzazioni google ADS affissioni, maxischermi e giornali ufficio stampa mercomm contenuti aziendali produzione contenuti blog shooting foto e video graphic e motion design 2D e 3D Liguria-Day-icona-500x500 LiguriaDay _ quotidiano online di mercomm progetti editoriali

Info Angela Giordano

Angela-Giordano
Editorial Partnership Executive for Business Development. SCRITTRICE

Articoli simili

Cautha inaugura la nuova sede e lancia un appello: “Facciamo rete!”

La nuova sede di Cautha, l’associazione culturale pensata dai giovani per i giovani L’associazione Cautha …

LiguriaDay