Femminicidio Basta con la retorica del tutti possono tutto

Femminicidio: Basta con la retorica del tutti possono tutto

Condividi su
Tempo di lettura: < 1 minuto

Una tavolozza di sedie rosse vuote, ciascuna una silenziosa testimonianza del vuoto lasciato dal femminicidio, sarà presto esposta nell’edificio del consiglio regionale della Liguria. Queste sedie, non solo mobili ma ora opere d’arte, sono state trasformate da artisti di fama nazionale e simboleggiano le vite strappate brutalmente dal femminicidio. Da palazzi storici a biblioteche, queste sedie hanno trovato posto in diversi angoli della città e oltre, ricordando vittime come Veronica Abbate. Femminicidio Basta con la retorica del tutti possono tutto.

Il trio di genovesi dietro questo potente messaggio comprende Deborah Riccelli, una scrittrice e esperta in materia di violenza di genere; Gabriella de Filippis, un’avvocata; e Ivano Malcotti, un pedagogista e presidente della Socrem. Insieme, hanno dato vita a questo progetto che si estende ben oltre i confini di Genova.

La sedia che verrà posizionata nel consiglio regionale non è solo un presidio fisso ma anche un simbolo di un movimento che grida per l’azione, non solo parole, contro il femminicidio. La realtà sconcertante del femminicidio, come evidenziato dal recente caso di Giulia Cecchettin, ci interroga su come, nonostante una maggiore sensibilizzazione, la violenza persista.


Giornata Internazionale contro la Violenza sulle Donne
Giornata contro la violenza sulle donne

Femminicidio Basta con la retorica del tutti possono tutto.

Secondo Riccelli, il problema radica in una società che spinge i giovani verso un’insana competizione e un bisogno ossessivo di possesso. La mancanza di capacità di accettare il rifiuto e la pressione di essere sempre i migliori alimentano queste tragedie. Aggiunge che i social media, spesso ritraenti vite perfette, giocano un ruolo significativo ma fuorviante nella formazione di questi atteggiamenti.

Infine, Riccelli sottolinea la necessità di riforme legislative per garantire non solo una punizione certa ma anche la protezione continua per le vittime anche dopo la denuncia. Un grido per una maggiore consapevolezza e azione legislativa risuona attraverso ogni sedia rossa vuota, un simbolo potente di perdita e un monito contro la violenza.

Ti potrebbe interessare anche

Condividi su
MeRcomm.it | posizionamento _ strategie di brand posizionamento SEO realizzazione siti web e-commerce mercomm social media marketing produzione contenuti pianificazione contenuti gestione e sponsorizzazione contenuti mercomm visibilità _ sponsorizzazioni google ADS affissioni, maxischermi e giornali ufficio stampa mercomm contenuti aziendali produzione contenuti blog shooting foto e video graphic e motion design 2D e 3D Liguria-Day-icona-500x500 LiguriaDay _ quotidiano online di mercomm progetti editoriali

Info La Redazione

La redazione di LiguriaToday
La Redazione di LiguriaDay è formata da persone di ogni dove, genere e età, e diversa provenienza culturale e professionale. Un gruppo eterogeneo e colorato di professionisti che, per passione e con passione, ogni giorno rendono LiguriaDay, il Vostro quotidiano online.

Articoli simili

Chiuse le indagini per l'avvocato accusato di aver sottratto soldi a Calissano

Chiuse le indagini per l’avvocato accusato di aver sottratto soldi a Calissano

Il pubblico ministero Francesco Cardona Albini ha chiuso le indagini sull’avvocato Matteo Minna, amministratore di …

LiguriaDay