Wall of Dolls Conferenza Stampa
Wall of Dolls Conferenza Stampa

“Io ci metto la faccia nel dire NO alla violenza contro le donne: sono con Wall of Dolls”

Condividi su
Tempo di lettura: 3 minuti

L’impegno di Wall of Dolls per le donne

Una società moderna punta alla parità di genere: l’impegno di Wall of Dolls per dice NO alla violenza sulle Donne.

In occasione della conferenza stampa di oggi presso il Palazzo di Regione Liguria, Wall of Dolls ha ribadito il suo impegno costante nel contrasto alla violenza sulle donne.

Wall of Dolls Liguria è infatti sempre in prima linea per combattere il fenomeno della violenza sulle donne e torna in piazza proprio il 25 novembre.

La onlus è però attiva tutto l’anno con iniziative che coinvolgono anche università, associazioni, studenti e cittadini.

L’appuntamento è per sabato 25 novembre alle ore 14 in Piazza de Ferrari. 

In occasione della Giornata Internazionale contro la Violenza sulle Donne Wall of Dolls presenta “La Bellezza della Rinascita”.

In collaborazione con Rotary Club Genova San Giorgio e con la partecipazione di Giusy Versace in qualità di madrina e fondatrice insieme con Jo Squillo e Francesca Carollo.

“Il tema della violenza di genere è purtroppo ancora molto attuale. Basta aprire i giornali e vedere quanto ancora ci sia da fare e a quanti episodi di violenza assistiamo.

È perciò fondamentale mantenere alta l’attenzione e sensibilizzare sul tema.

Ogni iniziativa mira, infatti, a portare a una maggiore consapevolezza da parte di tutti per combattere quella che deve essere considerata una piaga sociale – commentano il presidente di Regione Liguria Giovanni Toti e l’assessore alle Pari Opportunità Simona Ferro – ed è per questo che siamo convinti che il sostegno delle istituzioni a progetti, iniziative ed eventi virtuosi sia la chiave per l’efficace trasmissione di importanti messaggi”.

“Noi guardiamo soprattutto ai più giovani – spiega l’assessore Simona Ferro – che a scuola, oltre alle altre materie, devono imparare anche a rispettare il prossimo.

I ragazzi devono avere il massimo rispetto per le compagne di scuola e di vita. Wall of Dolls ha il grande merito di parlare ai giovani attraverso l’arte.

“La Bellezza della Rinascita” ribadisce ancora una volta la straordinaria potenza dell’arte e della cultura, che attraverso l’esaltazione del “bello”, inteso come concetto universale, riusciranno davvero a raggiungere un’ampia platea di pubblico e a sensibilizzare tutti quanti, soprattutto i più giovani, sull’importanza del contrasto alla disuguaglianza, al divario di genere e alla violenza sulle donne”.

Simona Ferro Assessore Pari Opportunità

Tutte le volontarie mettono a disposizione il proprio tempo per creare un mondo migliore da lasciare ai nostri figli

“Ognuno di noi nel suo piccolo può aiutare a costruire una società moderna dove uomini e donne hanno gli stessi diritti e dove si parli di pari opportunità, quelle vere. 

Così ha dichiarato Barbara Bavastro, coordinatrice Wall of Dolls Liguria che prosegue: “Wall Of Dolls è un mezzo per arrivare alle persone, per diffondere il messaggio: NO alla violenza sulle donne.

Ogni giorno sono presenti sul territorio per creare rete, sensibilizzare e fare informazione. È importante essere tutti presenti il 25 novembre in Piazza De Ferrari, uomini e donne, giovani e adulti.

Per costruire insieme una società migliore volta alla parità di genere e alla non violenza.

Siamo circa 90 donne nel territorio di Genova – prosegue Barbara Bavastro – e lavoriamo intensamente per far sì che altre donne si sentano supportate.

Facciamo prevenzione anche nelle scuole: quest’anno prende il via un progetto con Regione Lombardia e Regione Veneto.

Presentiamo un docufilm dove si mostra la rinascita di donne che hanno subito violenze inaudite, ma che sono riuscite a rinascere più forti di prima.”

Barbara Bavastro Coordinatrice Regionale Wall of Dolls

Il 25 novembre sarà l’occasione per ritrovarsi nuovamente sotto il Muro delle Bambole, l’installazione permanente di Piazza De Ferrari e simbolo per la città di Genova per sensibilizzare la popolazione mediante il linguaggio universale dell’arte, in tutte le sue forme.

Dalle ore 14 alle ore 17,30 ci si riunirà tutti insieme con un unico scopo: dire NO alla violenza sulle donne e promuovere la parità di genere.

Il 25 novembre alle ore 14 in Piazza de Ferrari a Genova per dire NO alla violenza sulle donne

Wall of Dolls è attiva 365 giorni l’anno per contrastare questa terribile e ancora troppo frequente piaga sociale.

L’intento è quello di diffondere, attraverso testimonianze, arte, musica ed informazione, una nuova cultura, una nuova educazione, lavorando con le scuole, le istituzioni, le associazioni, le figure professionali e le tante volontarie sul territorio.

Il messaggio è quello di costruire un’identità umana che escluda ogni forma di odio e di discriminazione.

L’arte nelle sue varie forme è un linguaggio universale comprensibile a tutti.

Ecco perché Wall of Dolls sceglie nuovamente l’arte come mezzo di comunicazione per catalizzare l’attenzione e per sensibilizzare il maggior numero di persone, compresi i giovani.

Come ogni anno molte sono le figure che hanno aderito alla chiamata: istituzioni regionali e locali, enti pubblici, media, vittime sopravvissute, testimoni di violenza, scuole, artisti, cantanti, professionisti.

Tutti, uomini e donne, avranno un unico scopo: promuovere la parità di genere e dire ufficialmente NO alla violenza contro le donne, mettendoci la faccia.

Nasce così anche una campagna social per coinvolgere la comunità e i personaggi pubblici a sostenere il prezioso e costante lavoro di Wall of Dolls, in particolare l’evento del 25 novembre.

Le iniziative di Wall of Dolls per il 25 novembre, Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne

“Io ci metto la faccia nel dire NO alla violenza contro le donne: sono con Wall of Dolls”

L’obbiettivo è quello di raccogliere brevi video amatoriali che saranno poi montati insieme dallo Studio George Lagarde in un unico video che verrà promosso sul canale Instagram ufficiale di Wall of Dolls (@wallofdolls).

Un gesto importante per dare forza al messaggio e per fare rete. Un’altra fondamentale iniziativa è quella delle Panchine Rosse promossa dalla Commissione Pari Opportunità della RAI.

Rai Liguria è tra le Sedi Regionali Rai aderenti e Wall of Dolls è stata scelta per la realizzazione della Panchina Rossa in quanto da anni opera sul territorio nazionale, crea rete, informazione e sensibilizzazione al fine di promuovere una nuova cultura.

Rai Liguria il prossimo 25 novembre alle ore 10.00 inaugurerà la realizzazione della Panchina Rossa in presenza di Wall of Dolls e delle artiste dell’associazione che hanno preso parte al progetto.

Il 25 novembre 2023 a Genova dalle ore 14:00 alle ore 17:30 appuntamento in Piazza de Ferrari sotto il Muro delle Bambole con una bambola da donare al Muro e per partecipare al Flash Mob di apertura.

Saremo tutti protagonisti per impegnarci a mettere fine a queste atrocità che non possono appartenere ad una società moderna.

Durante l’evento verrà presentata l’Associazione e interverranno autorità, volontarie, testimonianze, figure professionali, artisti, cantanti, scrittrici, scuole.

Dalle ore 17 alle ore 19.30 : “La Bellezza della Rinascita: Scuola e arte per una nuova cultura” –

Incontro aperto al pubblico presso Casa Luzzati a Palazzo Ducale

Con la partecipazione di esperti si affronterà il tema della violenza sulle donne partendo dall’arte come metodo educativo all’interno delle scuole, per sensibilizzare gli studenti e creare le basi per una sana educazione affettiva.

Il docufilm La bellezza della Rinascita

Durante l’incontro verrà proiettato il docufilm La Bellezza della Rinascita. Oltre agli organizzatori e alle volontarie di Wall of Dolls saranno presenti le fondatrici, le autorità, associazioni che lavorano contro la violenza, insegnanti, figure istituzionali e anche forti testimonianze.

Dalle ore 20.30 il Fuori Evento La Bellezza della Rinascita: Cena di Gala privata presso Le Cisterne a Palazzo Ducale in Piazza Matteotti 9.

L’incontro sarà ancora occasione per accendere i riflettori sul tema della violenza sulle donne e di

quanto sia necessario fare per debellarla in tutte le sue forme, visibili e invisibili.

In un contesto più leggero, ma non “superficiale”, si offrirà una condivisione attraverso arte e spettacolo, per raggiungere l’attenzione di tutti ed educare le donne a non sottovalutare i campanelli di allarme.

Ancora una volta Wall of Dolls si presenterà al pubblico con le volontarie e le fondatrici.

E durante la serata, oltre la cena, si affronterà l’argomento mediante la recitazione, le forti testimonianze di chi ha vissuto in prima persona atti di violenza e di chi ha perso la madre per femminicidio, la proiezione del docufilm “La Bellezza della Rinascita”, performance live di musica e arte.

Il professor Giuseppe Perniciaro, in nome del Rotary Club Genova San Giorgio, introdurrà il

Service della presa in carico sulle cure mediche a favore di Pinky Parvinder Aulakh, che racconterà come nel 2015 i suoi figli l’hanno vista prendere fuoco per mano del marito, attualmente in carcere, riportando ustioni di terzo grado su quasi tutta la superficie del corpo.

Il professore si prende l’impegno di creare un significativo percorso sanitario organizzando la possibilità di cure per creare un benessere estetico, funzionale ed emotivo.

Wall of Dolls - La bellezza della Rinascita
Wall of Dolls – La bellezza della Rinascita

Happening Wall of Dolls e Rotary Club Genova San Giorgio

Evento con il Patrocinio di: Regione Liguria, Comune di Genova, Consigliera di Parità Regione Liguria, Rai Liguria, Ordine delle Professioni Infermieristiche di Genova OPI, Ordine dei Medici di Genova, Ordine degli Architetti di Genova, Croce Rossa Italiana comitato di Genova, Croce Bianca di Genova, White Dove, Sala Luzzati, Centro per Non Subire Violenza, Carta dei diritti della Bambina, Pro Loco Maris Boccadasse, CISL.

Con il contributo di: Farmacia Vesuvio, ViviPilates Genova, Officina Meccanica Vigo Daniele, Gemi Catering, Zonin, Extro Parrucchieri Genova, Monsita Beauty, Genial System, La Zebra ODV, Le sfumature del confetto, Mastro Orologiaio, Rehab Clinic, Image Studio Academy, Lagarde George Studios, You Be.

WALL OF DOLLS

E’ un’installazione permanente, nata a Milano, ideata e voluta da Jo Squillo.

Ricreata poi in diverse città d’Italia tra cui Genova dove nasce nel 2016 a ridosso di Piazza de Ferrari per volontà e collaborazione tra Jo Squillo, Wall of Dolls ONLUS, Regione Liguria, Comune di Genova e Ordine degli Infermieri di Genova OPI.

Negli anni questa installazione di forte impatto ha suscitato sempre più interesse e ha visto sempre più figure coinvolte.

Università, istituzioni, associazioni, servizi, studenti, cittadini; tutti uniti dall’obiettivo comune di dire No alla violenza contro le donne.

Gli eventi in piazza hanno uno scopo trasversale: attraverso l’arte, la musica e lo spettacolo si crea sensibilizzazione, si fa rete, si informa sulle prese in carico, si parla a tutta la popolazione – soprattutto ai giovani – e si utilizza un linguaggio universale favorendo una presa di coscienza.

A Genova Wall of Dolls è presente presso una sua sede sita in Via Aurora 8R, Boccadasse. 

INFO

Coordinatrice Wall of Dolls Liguria Dott.ssa Barbara Bavastro barbara_bavastro@yahoo.it / 3455402885 

Vice Coordinatrice Wall of Dolls Liguria Avv. Cristina Zunino zunino@zuninopicco.com / 3474355072 

Sportello d’ascolto Liguria: 3756700767

Rosella Schiesaro©

Ti può interessare anche>Giornata Internazionale contro la Violenza sulle Donne: il 37% non dispone di un conto corrente, la violenza economica è un fenomeno diffuso e il lavoro non è per tutte

Condividi su

Info Rosella Schiesaro

Avatar photo
Nata a Savona, di origini toscane, Rosella Schiesaro ha svolto per più di vent'anni attività di ufficio stampa e relazioni esterne per televisioni, aziende e privati. Cura per Liguria.Today la rubrica Il diario di Tourette dove affronta argomenti di attualità e realizza interviste sotto un personalissimo punto di vista e con uno stile molto diretto e libero. Da sempre appassionata studiosa di Giorgio Caproni, si è laureata con il massimo dei voti con la tesi “Giorgio Caproni: dalla percezione sensoriale del mondo all’estrema solitudine interiore”. In occasione dei centodieci anni dalla nascita del poeta, ci accompagna In viaggio con Giorgio Caproni alla scoperta delle sue poesie più significative attraverso un percorso di lettura assolutamente inedito e coinvolgente.

Articoli simili

Oroscopo da strapazzo

Un Oroscopo da “Stra”Pazzo

Amici lettori, con oggi apriamo questa nuova rubrica mensile dedicata al vostro oroscopo. Siete seduti …

LiguriaDay